La strada non è una pista

La strada non è una pista. Ennesimo caso di fermo in autostrada di alcuni mototiclisti che avevano preso le curve per un circuito...

"La strada non è una pista". Quante volte avete sentito questa frase? Tante? Forse mai abbastanza. E non tutti la tengono bene a mente, purtroppo. C'è infatti chi ancora pensa che la strada sia solo un luogo deputato al proprio divertimento e tutti gli altri che vi circolano solo degli ostacoli da mettersi alle spalle più velocemente possibile.

Dalle pagine del sito dell'Asaps abbiamo appreso che nei giorni scorsi, tre motociclisti senza targa hanno preso, come capita ancora, l'Autostrada A7 Milano - Genova per una pista. Le pattuglie della Polizia, subito allertate, posizionate tra loro a distanza di alcuni chilometri, hanno aspettato il passaggio dei tre per bloccare il traffico in sicurezza così da rendere l'avanzare poco agevole, una sorta di safety car.

Al passaggio dei tre infatti il dispositivo veniva messo in atto ma due dei tre motociclisti sono riusciti a fare lo slalom tra i veicoli rallentati e, sfiorando gli agenti che li aspettavano, a superare quel blocco. Ora negli uffici si stanno analizzando i video ed i transiti dei fuggitivi. Il terzo motociclista è stato invece fermato. Un quarantacinquenne di Milano che ha ammesso di essersi concesso un lunedì per divertirsi con amici e con la sua moto.

Il totale delle sanzioni a lui contestate, riguardanti soprattuto la velocità troppo elevata ed il fatto di avere occultato la targa (addirittura ripiegandola totalmente sotto la sella) si aggira intorno ai 300 Euro. Come sanzione accessoria per le infrazioni riguardanti la targa vi era però anche il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

Oltre alle sanzioni il motociclista milanese si è preso anche una querela per danneggiamento per aver infierito con calci e pugni contro il mezzo di soccorso/carro attrezzi. Perchè vi abbiamo raccontato questa storia? Per sensibilizzare tutti sull'importanza della sicurezza stradale. La strada non è una pista. Mai. Ed il fatto che le piste non siano poi così economiche non deve essere una giustificazione.
Se la moto è la vostra passione, la vostra vita, fate in modo di godervela con prudenza ed in sicurezza.

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: