Garmisch-Partenkirchen - BMW Motorrad Days 2013

Lo scorso weekend si è svolta la tredicesima edizione del più importante raduno ufficiale BMW che, come ogni anno, ha visto il piccolo paese di Garmisch-Partenkirchen situato nella parte settentrionale dell'alta baviera ai confini con l'Austria pacificamente invaso da moto e motociclisti provenienti da ogni parte d'europa e non solo. Una edizione ancora più speciale perché ha visto festeggiare una importante ricorrenza storica per BMW: sono state ben 90 le candeline spente tutte d'un fiato sulla torta del BMW Motarrad fondato, per l'appunto, nel 1923 quando BMW decise di costituire nel suo organico una unità esplicitamente indirizzata a seguire la ricerca, lo sviluppo e la commercializzazione del proprio settore motociclistico.

La storia della BMW Motorrad testimoniata da un vero e proprio museo viaggiante, le esibizioni di freestyle di Christian Pfeiffer e di Russ Swift, la bellissima Concept Ninety, la prima edizione della BMD Classic Boxer Sprint, gli ospiti, gli eventi e la musica dal vivo son stati solo alcuni dei mille e più elementi che hanno reso questo storico appuntamento ancora più speciale.

Noi siamo saliti in sella ad una fiammante R1200RT "90th anniversary" (ovviamente) e ci siamo goduti tanto il viaggio verso Garmisch-Partenkirchen attraverso meravigliosi paesaggi italiani, svizzeri, austriaci e tedeschi, quanto il raduno stesso che, con tantissimo pubblico e con una organizzazione semplicemente perfetta, ci ha coinvolti e cullati per tutto il weekend lasciandoci addosso la sensazione di esser stati parte di qualcosa di veramente unico.

Il Viaggio

Garmisch BMW Motorrad Days 2013

Nessun raduno motociclistico può esser definito tale se non si raggiunge in sella ad una moto e, per ottemperare alla tradizione, questo evento è stato vissuto dal primo all'ultimo chilometro esattamente come doveva essere: il sella ad una moto BMW!

Siamo partiti venerdì mattina dalla sede BMW di Milano a San Donato per dirigerci verso Chiavenna fendendo Lecco e costeggiando per un lungo tratto il lago di Como con i suoi bellissimi scorci. la R1200RT ci ha accompagnato sorniona e serena con la sua erogazione tutta coppia e la musica dello stereo onboard che ha sottolineato, senza mai risultare fastidiosa o distorta, lo scorrere del paesaggio.

Da Chiavenna abbiamo percorso il passo del Maloja con i suoi tornanti panoramici immersi in un bosco di conifere per poi arrivare fino a St. Moritz. Dopo un veloce stop per pranzare gustando le delizie della cucina svizzera abbiamo proseguito attraverso la verde valle dell'Engadina costeggiando il fiume Inn la cui sorgente è proprio da quelle parti e caratterizzato da un colore particolarmente azzurro ed invitante delle sue acque.

Lo abbiamo seguito e costeggiato fino a poco dopo Prutz, in Austria, dove lo abbiamo salutato per percorrere da lì un brevissimo tratto di autostrada verso Imst dalla quale siamo tornati a percorrere le molto più divertenti statali tirolesi austriache fino a valicare il confine con la Germania e giungere, finalmente, a destinazione presso la cittadina di Garmisch-Partenkirchen.

Se avete voglia di farvi due curve come si deve (con un particolare occhio ai limiti di velocità visto che qui non scherzano affatto con il rispetto del CdS) e godere di paesaggi da cartolina senza dimenticare il lato culinario il consiglio è di segnarvi il percorso (circa 400km da San Donato Milanese) e ripeterlo, non ve ne pentirete, garantito.

Il Raduno

Garmisch BMW Motorrad Days 2013

BMW Motorrad aveva previsto una affluenza di circa 30.000 persone ma, a sensazione, il quantitativo di motociclisti intervenuti è stato ben superiore e molto più vicino agli oltre 40.000 appassionati. Fin dalla mattina del venerdì, difatti, i campeggi di zona hanno registrato il tutto esaurito movimentando i prati delle campagne tedesche con coreografiche pennellate di colore date dalle mille e più carenature delle moto presenti. Il grandissimo afflusso di persone e mezzi non ha però creato fastidi, traffico o incidenti di sorta segno tangibile, più di qualsiasi sterile comunicazione di cartella stampa, di come questo raduno sia stato organizzato e curato fin dal suo più piccolo particolare. Da segnalare anche la massiccia partecipazione di moto non BMW, segno inequivocabile del livello di gradimento che questo evento ha nei motociclisti di ogni tipo, credo e bandiera.

Una volta varcato il grande arco gonfiabile e passati oltre dei binari che, curiosamente, si trovavano all'interno dell'area del raduno e che vedevano di tanto in tanto il transito di un caratteristico treno, si veniva letteralmente presi per mano e accompagnati attraverso l'intera storia del motociclismo tedesco. Non ci riferiamo solo alla meravigliose moto esposte nei tendoni, qui le moto più belle sono arrivate sulle proprie ruote con in sella i loro orgogliosi e caratteristici piloti e proprietari. Quale miglior modo per testimoniare la qualità e la longevità delle moto di Monaco di Baviera?

Il fitto programma di eventi ha compreso, come tutti gli anni, diverse esibizioni tra le quali l'ormai immancabile Christian Pfeiffer che ha lasciato a bocca aperta grandi e (soprattutto) piccini facendo danzare la sua BMW F800R con grazia mentre eseguiva figure e numeri di freestyle acrobatico sempre più complessi.

Presente anche il Brand MINI con il pilota Russ Swift che ha fatto compiere alle piccole tedesche dal nome inglese varie evoluzioni tra le quali la guida su due ruote e parcheggi in testacoda con precisione millimetrica.

Non sono mancate le personalità dello sport motoristico targate BMW tra le quali Marco Melandri (sempre accompagnato dalla Manu), Chaz Davies e un sempre in forma Troy Corser.

Questa edizione del Motorrad Motodays ha visto il debutto della BMD Classic Boxer Sprint, gara di accelerazione per moto classiche sulla misura di un “furlong” (pari a circa 201 metri) che ha potuto contare sulla presenza di ben 32 team.

Cammeo dell'evento la partecipazione della velocissima pilota Valerie Thompson già detentrice di diversi record di velocità tra cui quello in sella ad una BMW S 1000 RR (341,18 km/h). Valerie ha partecipato in doppia veste privilegiata: ospite e pilota della bellissima Ninety che, a sua volta, si è scrollata di dosso l'immagine di puro esercizio di stile per sporcarsi le ruote e misurarsi con efficacia sul "furlong".

La gara è stata vinta dal nostro connazionale Fabio Macaccini, da San Clemente, un paesino sulle colline sopra Riccione, in sella ad una R1200R convertita qualificandosi così per la Glemseck 101 sprints.

A disposizione degli intervenuti anche diverse occasioni per poter toccare con mano tutti i prodotti della casa teutonica sia in strada, grazie ad una grande quantità di demoride, che in fuoristrada su un percorso enduristico limitrofo alla manifestazione ed assistiti da istruttori.

Per i più piccoli era presente un simpatico parco stradale in scala composto da un variegato percorso e corredato da segnali stradali da impegnare in sella a piccole biciclette con le fattezze della S1000rr.

Come dire "Chi ben comincia..."

La festa è continuata ogni sera del lungo weekend sotto al grandissimo tendone (ogni anno sempre più grande) dove, in occasione della cena, venivano sorteggiate ed assegnate in premio due moto (una R1200R "90 Jahre BMW Motorrad" e una R1200RT "90 Jahre BMW Motorrad") alla lotteria. Semplicemente strepitosa la festa di fine raduno caratterizzata da ottima birra (anche analcolica per chi dovesse rimettersi in sella a fine serata), una coinvolgente musica dal vivo che ha spaziato da pezzi tipici della musica tedesca fino a brani dance contemporanei e una atmosfera di grande e sano divertimento senza però scadere nei tipici disordini a cui, purtroppo, siamo abituati. Un vero e proprio evento dedicato agli appassionati di tutte le età dall'inizio alla fine. Sicuramente da prendere ad esempio.

Il mattino di domenica non nascondiamo ch'è stata davvero dura lasciare l'area della manifestazione per tornare, ripercorrendo quelle splendide strade, verso casa.

Se ve lo siete perso segnatevi la data della prossima edizione: 4,5 e 6 luglio 2014, noi ci saremo sicuramente.

La R1200RT “90 Jahre BMW Motorrad"

Garmisch BMW Motorrad Days 2013

Da oltre 30 anni i modelli RT di BMW Motorrad sono il sinonimo di massimo comfort di guida abbinato ad agilità, potenza e massimo livello di divertimento in moto, anche quando si è in viaggio in due con molto bagaglio e le distanze sono lunghe.

Alimentata dal dinamico e brioso motore boxer DOHC dalla potenza di 110 CV, caratterizzato da un andamento di coppia lineare fino ai valori più alti ed equipaggiata di serie con numerose dotazioni da turismo, l’edizione speciale della R 1200 RT si presenta in occasione dei “90 anni BMW Motorrad” in una veste particolarmente esclusiva.

Il parafango della ruota anteriore, il coperchio della radio, la calotta degli specchietti retrovisori e il coperchio delle valigie sono verniciati in Saphirschwarz metallizzato e completati da una scritta speciale del modello che sottolinea il carattere unico di questa RT. Un contrasto molto riuscito lo creano il portapacchi, le manopole, la barra sul serbatoio, il coperchio della strumentazione e il tappo del serbatoio in Magnesium metallizzato opaco.

La tecnica sofisticata si esprime anche nei semimanubri in Magnesium metallizzato opaco e nel trapezio superiore in cui il tradizionale logo BMW è stato sostituito da un’esclusiva targhetta in ottone nichelata e lucidata. Nella R 1200 RT “90 Jahre BMW Motorrad” il dinamismo e l’eleganza si riflettono anche nel motore DOHC verniciato nero opaco, con eccezione della scatola del cambio e del tirante Paralever anodizzati in nero.

Il braccio oscillante e le piastre delle pedane in Asphaltgrau metallizzato opaco e le ruote, i coperchi paracilindri, i morsetti di serraggio sull’asse in Granitgrau metallizzato le donano un’immagine particolarmente nobile. Ad eccezione delle vernici standard, l’edizione speciale R 1200 RT “90 Jahre BMW Motorrad” può essere completata ovviamente con i numerosi optional ed accessori originali della gamma BMW Motorrad.

Durante il nostro viaggio verso Garmisch e ritorno abbiamo particolarmente apprezzato il basso consumo (abbiamo verificato una media di 4,4 lt/100km senza lesinare troppo sulla manopola del gas), la grande protettività garantita dal parabrezza regolabile elettricamente e il sistema ESA II che ci ha consentito di regolare, senza fermarci, l'assetto della moto in tempo reale accordandolo con le condizioni della strada, il ritmo tenuto e la tipologia del percorso.

Garmisch BMW Motorrad Days 2013


Garmisch BMW Motorrad Days 2013

  • shares
  • Mail