Due BMW HP2 Sport nei primi sei posti della 200 miglia di Daytona

BMW HP2 Sport a Daytona

Ottimo risultato del Team BMW Motorrad Motorsport che ha concluso la famosa 200 miglia di Daytona piazzando i due piloti Richard Cooper e Brian Parriott rispettivamento 5° e 6° posto nella classifica “Estreme”.

I due piloti alla guida delle HP2 Sport hanno avuto diversi stop imprevisti, Parriot è addirittura caduto, ma entrambi hanno portato a termine la gara con un risultato interessante, Rico Penzkofer è stato urtato alle spalle durante il primo giro e cadendo ha trascinato con sé il compagno di squadra Cooper. Dopo la caduta Rico non era in condizione di continuare ed ha abbandonato. Nate Kern è caduto nel warm up della mattina ferendosi la mano destra, ma ha comunque cercato di prendere il via della gara.

La ferita ha però compromesso la sensibilità sul comando del gas,costringengolo al ritiro solo dopo un giro. La gara è stata vinta da Chaz Davies, dopo che Joshua Hayes era stato estromesso dalla classifica per irregolarità tecniche. A seguire i commenti dei piloti e la classifica finale.

BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona
BMW HP2 Sport a Daytona

Richard Cooper: "Non riesco a dire quanto sia sorpreso, ma allo stesso tempo felice, di questo risultato. È la 4° volta che corro a Daytona ed ogni volta ho avuto poca fortuna. Al primo giro stavo quasi urtando Rico. Ho frenato molto forte e l’ho evitato, ma era davvero vicino! Durante la gara mi sono rilassato e per fortuna non ho avuto ulteriori problemi. L’obiettivo era classificarsi fra i primi 15, ma ero sicuro di poter arrivare tra i primi 10. Essere arrivato 5° è stato un bel successo. Il Team ha lavorato benissimo, la moto era un sogno ed anche durante le soste siamo stati perfetti."

Brian Parriot: "È stata una gara densa di eventi, iniziando con un incidente al primo giro! Probabilmente i pneumatici non erano ancora in temperatura. Ho infatti perso il retrotreno e mi sono trovato allo stesso tempo proiettato in avanti oltre il cupolino, prima di cadere. Ho superato la moto, ho controllato che le leve fossero a posto e sono ripartito. Sono stato molto fortunato perché dopo poco è entrata la safety car per cui sono riuscito a guadagnare il terreno perso. Il resto della gara è stato positivo, la moto andava davvero bene. Prima della gara credevo che la top ten era alla nostra portata, il sesto posto premia il duro lavoro del team."

Rico Penzkofer: "Sono molto seccato per l’incidente. Sono stato tamponato da dietro - ci sono segni sul codone della moto - così non sono riuscito a controllare la moto e sono caduto. Il Team, in ogni caso, ha lavorato duro ed ha portato a casa un ottimo risultato."

Ordine d’arrivo 200 miglia Daytona
1. Chaz Davies, Kawasaki, 69 giri
2. Steve Rapp, Kawasaki, 69 giri
3. Larry Pegram, Ducati, 68 giri
4. Martin Cardenas, Suzuki, 68 giri
5. Richard Cooper, BMW Motorrad Motorsport, 67 giri
6. Brian Parriott, BMW Motorrad Motorsport, 67 giri
7. Bobby Fong, Suzuki, 67 giri
8. Bostjan Skubic, Yamaha, 67 giri
9. Steve Atlas, Honda, 66 giri

via | BMW Motorrad

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: