Zero FX Nature Experience, la nostra avventura a zero emissioni nella suggestiva cornice del Sestriere

Abbiamo partecipato alla nuova iniziativa pensata per gli appassionati che vogliono intraprendere un’attività outdoor fuori dal comune

Divertirsi come matti in mezzo alla natura senza far rumore e senza inquinare. Potremmo riassumerla più o meno così la Zero FX Nature Experience, iniziativa che la celebre Casa americana – leader globale nel segmento delle moto elettriche – intende portare avanti su gran parte del territorio italiano nel corso dei prossimi mesi. Si tratta di un’esperienza pensata per tutti gli eco turisti (più o meno) amanti delle due ruote che hanno voglia di intraprendere una nuova attività outdoor fuori dal comune.

“Attraverso il progetto Zero FX Nature Experience, Zero Motorcycles vuole proporsi come collettore tra l’emozione che nasce dalla guida di una moto elettrica in un contesto naturalistico e l’offerta di servizi per viaggiatori innovativi, che possono riguardare sia i tour operator sensibili al mototurismo, sia quelle strutture ricettive che hanno intenzione di ampliare e rinnovare le proprie proposte turistiche”, spiega Claudio Carfora, Country Manager Italia di Zero Motorcycles. “Dal 2021, in sinergia con gli enti locali, lanceremo progetti di valorizzazione del territorio dando vita a un innovativo concetto di viaggio naturalistico, ecologico, divertente e aperto a tutti gli amanti delle due ruote. Un nuovo modo di esplorare, su sentieri dedicati, senza contaminare, ascoltando i rumori della natura che ci circonda, osservando gli animali indisturbati nel loro habitat naturale”.

Tra le località selezionate troviamo Sestriere, un comune in cui da tempo si sta investendo sulla mobilità green considerata fondamentale per rendere questa meta turistica montana competitiva a livello internazionale. Splendido e suggestivo è il percorso che da Sestriere scende per raccordarsi alla partenza della Valle Argentera e da qui risalire per alcuni chilometri. Un tratto di circa 32 km totali nella natura per un’ora abbondante di guida, percorribile anche dai neofiti del fuori strada poiché prevede una combinazione di asfalto e sterrato semplice e adatta a tutti. Altra proposta di itinerario naturalistico percorribile in elettrico potrebbe essere la strada sterrata che da Sestriere, nei pressi del Lago Losetta, attraverso numerosi tornanti, raggiunge il Col Basset da cui si scorge un panorama senza eguali.

Ed è in questo contesto fatto di fantastici sentieri tra abeti, pareti di roccia mozzafiato, laghetti e fiumiciattoli, che abbiamo avuto modo di effettuare la nostra experience in sella alla protagonista assoluta di questo progetto: la Zero Motorcycles FX, una enduro leggera, agile, performante e divertentissima. È guidabile con la Patente A2, pesa 131 kg, ha un’autonomia di 146 km, vanta consumi equivalenti in carburante pari a 0,48 l/100 km (ciclo urbano), e con una potenza massima di 44 CV e 106 Nm regala adrenalina ad ogni apertura di gas. Monta sospensioni Showa (forcella da 41 mm a steli rovesciati e mono a pistone) completamente regolabili, con una corsa di 218 mm davanti e 227 dietro e un ABS Bosch di generazione 9. Non ha costi di manutenzione (anche niente bollo, RCA ridotta), si ricarica in meno meno di 2 ore con la presa rapida e in circa 9 con la presa tradizionale, e costa 13.480 euro (che con gli incentivi statali di 3.000/4.000 euro + quelli regionali possono diventare meno della metà).

In sella è equilibrata, facile e sorprendentemente bella da guidare: se sei un neofita usi la mappa “eco” (che spinge comunque tanto), ti mette a proprio agio e ti permette di goderti il percorso dimenticandoti di frizione e marce; se sei un esperto vai in “sport” e puoi concederti numeri pazzeschi e monoruota ad ogni rotazione del polso. Il tutto con senza far rumore e senza spaventare gli animali. Insomma, è la moto perfetta per godersi paesaggi di montagna incontaminati dove solo un veicolo a zero emissioni consente di immergersi pienamente nella natura senza violare regole scritte, né tantomeno quelle legate al concetto morale di protezione dell’ambiente.

Altra meta in cui il progetto Zero FX Nature Experience ha iniziato a gettare i sui primi semi, è il comprensorio di Breuil-Cervinia, un’area che si estende dai 1.524 metri del comune di Valtournenche, ai 3.480 metri del Plateau Rosà, sfiorando i 4.000 metri con il piccolo Cervino. Include anche i 4.478 metri dell’imponente massiccio del Cervino, la montagna simbolo della zona, “la piramide perfetta”. “In Italia c’è ancora la percezione che la moto elettrica sia poco divertente, che non sia una vera moto perché non fa rumore. Questo pensiero sta già cambiando rapidamente a livello globale, e in molti Paesi il mercato dell’elettrico – complici anche infrastrutture più sviluppate – sta dando importanti segnali. Con questo nuovo concept che abbiamo sviluppato però contiamo di conquistare rapidamente anche il nostro pubblico, che con una forte tradizione motociclistica è un po’ più scettico. Solo vivendo un’esperienza come questa si può realmente capire quanto preziosa e divertente possa rivelarsi una moto elettrica”, ha dichiarato Umberto Uccelli, Direttore Generale Europa di Zero Motorcycles.

 

 

Ultime notizie su Le nostre prove

Le nostre prove

Tutto su Le nostre prove →