Mercato moto: buon +10,7% in Ottobre

Aumento delle immatricolazioni "in doppia cifra" per le due ruote a motore in Ottobre, ma prosegue inesorabile il crollo dei "cinquantini"...

Mentre tutta l'industria della moto era concentrata sulla 77a edizione del Salone EICMA 2019 di Milano, Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) ha divulgato il suo consueto rapporto mensile in riferimento alle immatricolazioni in Italia in Ottobre, mese che statisticamente "pesa" circa il 6% del totale vendite annuali e che ha confermato ancora una volta il trend generalmente positivo del 2019.

Nell'ultimo mese, sono state infatti registrate 18.268 vendite per un incremento percentuale del +10,7% rispetto allo stesso periodo del 2018, un'importante crescita "trainata" principalmente dal settore scooter che con 11.908 unità immatricolate ha registrato un incoraggiante +15,8%. Solo +2,2% il corrispettivo dato delle moto, con 6.360 unità vendute, mentre i veicoli fino 50cc hanno fatto segnare un pesantissimo -28,9% con sole 1.542 registrazioni, dato che sembrerebbe confermare il "disamore" dei giovanissimi per le due ruote a motore.

Considerando i primi 10 mesi del 2019 nel complesso, l'immatricolato di cilindrate superiori ai 50cc in Italia ha toccato quota 216.625 veicoli per un incremento del +6,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Gli scooter venduti sono stati finora 124.040 (+5,8%) mentre le moto vendute sono state 92.585 (+8,2%). I ciclomotori fino a 50cc sono invece arrivati a 16.765 registrazioni (-7,1%), portando il dato totale dell'immatricolato a 233.390 unità per un complessivo +5,6% rispetto al periodo Gennaio-Ottobre del 2018.

L'analisi per cilindrata nel settore scooter evidenzia il continuo sviluppo del segmento delle 125cc con 49.293 pezzi venduti (+14,3%) seguito dai 300-500cc con 44.837 (+7,3%) e dai 150-250cc con 20.354 (-8,8%). Nuovo calo anche per i maxi-scooter, con cilindrate superiori ai 500cc, che hanno totalizzato 9.556 immatricolazioni (-4,8%).

Per quanto riguarda il comparto moto, restano al primo posto i modelli tra 800 e 1000cc con 25.879 unità e un buon incremento +11,9%, seguite dai modelli oltre 1000cc con 21.183 (comunque in leggera flessione con un -1,4%), le "medie" da 650-750cc sono con 15.096 (+9,1%) e dalle 300-600cc con 16.472, che però mettono a segno un più che lusinghiero +13,7%. Tutto sommato soddisfacente l'andamento delle "piccole" da 125cc, con 10.910 unità (+11,7%), e da 150-250cc con 2.415 (+6,4%).

Sempre secondo il rapporto ANCMA, spostando il focus sui singoli segmenti moto, il primato resta in mano alle naked con 35.340 unità e una crescita pari al +6,6%, ma sono in grande rimonta le "enduro stradali" con 33.336 pezzi venduti e un incremento del +16,3%. A seguire troviamo le moto da turismo con 11.312 vendite registrate (+1,8%), le custom con 4.776 (-8,7%), le sportive con 4.231 (-3,9%) e le supermotard con 2.629 pezzi ma un comunque promettente +23,9%.

  • shares
  • Mail