Africa Eco Race 2020: è boom di italiani iscritti

Si partirà, come di consuetudine, proprio da Montecarlo il 5 gennaio 2020, seguiranno le operazioni preliminari di Mentone, mentre l'arrivo è previsto per il 19 gennaio sul Lago Rosa, a due passi da Dakar, in Senegal.

Niente chiusura estiva, almeno fino ad ora, per gli uffici di Africa Eco Race: l'edizione 2020 è ancora lontana, ma le richieste di informazioni e le iscrizioni, aperte il 15 aprile, continuano a crescere a dismisura e nella sede monegasca non si smette di lavorare.

Si partirà, come di consuetudine, proprio da Montecarlo il 5 gennaio 2020, seguiranno le operazioni preliminari di Mentone, mentre l'arrivo è previsto per il 19 gennaio sul Lago Rosa, a due passi da Dakar, in Senegal. La dodicesima edizione della AER, dopo la partenza, seguirà le tracce di Thierry Sabine, fondatore della celebre Parigi-Dakar, scomparso nel 1986 in seguito ad un incidente in elicottero, proprio durante una tappa del raid.

Fra le numerosissime richieste di iscrizione, tanti italiani, ispirati certamente dal bresciano Alessandro Botturi, vincitore della scorsa edizione della Africa Eco Race. Prima di lui, altri tre italiani hanno trionfato nella competizione ideata da Jean Louis Schlesser&Co, portando a quattro i successi per gli azzurri su un totale di undici edizioni. Rapporto fra organizzazione francese e italiani seguito da vicino da Motor Bike Expo e dal pilota specializzato nei rally raid, Franco Picco.

Alla partenza ci saranno Gabriele Minelli, pilota toscano da poco nel panorama internazionale dei rally raid ma già con due Dakar sulle spalle, Luciano Pegoraro, detto Pegos, costretto al ritiro durante la scorsa edizione dell'Africa Eco Race e con tanta voglia di rifarsi quest'anno. Poi ancora Blasco Lacavera, Dario Baldinelli, Domenico Cipollone e due piloti giapponesi che parteciperanno per la prima volta alla AER: Tetsunori Sukenobu e Masaky Otsuka. Infine, un compaesano del grande Fabrizio Meoni, Paolo Lucci, si presenterà per la prima volta alla partenza della AER, dopo una breve esperienza nei rally raid con il Merzouga Rally e la Panafrica.

In questi giorni, si sta lavorando ad una sorpresa tutta azzurra: l'accordo per la pre-partenza (italiana) del raid fra il Motor Bike Expo e una città dell'Italia è ancora tenuta in segreto. Toccherà attendere il prossimo 21 dicembre per sapere di quale città si tratterà. Nel frattempo, non prendete impegni!

  • shares
  • Mail