Monza Rally Show 2017: Bonanomi sbaglia, Rossi vince

Clamoroso finale al tempio della velocità. Rossi vince davanti a Mikkelsen-Neuville e Bonanomi

Serviva un miracolo e così è stato. Anzi, un aiuto involontario. Al Monza Rally Show 2017 Valentino Rossi conquista la vittoria, la sesta vittoria ottenuta in maniera rocambolesca dopo quella penalità inflitta alla sua Fiesta trovata sottopeso di sette chilogrammi.

Era un Monza Rally Show che sembrava nelle mani di Marco Bonanomi, perfetto fino a quel momento, disastroso nel finale dove ha fatto spegnere la propria Citroen DS due volte.

Rossi ha conquistato la speciale otto proprio su Bonanomi, poi alla nove il colpo di scena.

Rossi dunque sul gradino più alto del podio davanti a Neuville e Mikkelsen-Neuville. Bonanomi si consola con il terzo posto davanti a Tony Cairoli.

Si chiude così una Delle edizioni più divertenti e imprevedibili del Monza Rally Show.

Monza Rally Show 2017: CLAMOROSO Rossi sottopeso


La domenica di Valentino Rossi sembrava oramai pronta ad involarsi verso un successo chiaro ed evidente in questa edizione 2017 del Monza Rally Show.

L'italiano, che già ieri sera aveva preso la vetta della generale, aveva messo al sicuro il suo vertice con la vittoria della Speciale 7 da 45 chilometri.

Per Valentino invece è giunta la doccia fredda. Vettura sottopeso di dieci chilogrammi e 10 secondi di penalità comminati dal giudice di gara. Dunque ora la vetta della classifica generale è appannaggio di Marco Bonanomi davanti al suo Hyundai Mikkelsen-Neuville.

Stessa sorte per Tony Cairoli. Anche la Hyundai i20 del nove volte campione di Motocross è risultata sottopeso. Stessa penalità per il pilota di Patti che rimane però quarto nella generale.

Monza Rally Show 2017: Day 2


Si chiude con la luce dei riflettori anche la seconda giornata del Rally Show di Monza, e sotto la luce artificiale ecco risalire in vetta Valentino Rossi, al termine della Prova Speciale numero 6. Una "reconquista" dopo che, nella PS5, il talento di Marco Bonanomi era uscito a galla in maniera preponderante, tanto da esser salito nella generale in testa nel tardo pomeriggio.

La notte inveve ha portato di nuovo il Dottore in testa, ma per appena un decimo di secondo. Giochi apertissimi dunque al Monza Rally Show in questa edizione 2017.

Una vittoria importante nella speciale di 33,2 chilometri, ma tutto si risolverà con le tre tappe di domani.

Dunque Rossi primo davanti a Bonanomi, ma non si può fare a meno di sottolineare la grandissima prestazione di Tony Cairoli, terzo nella classifica generale a 2 secondi e tre decimi da Rossi, e sopravanzando, seppur di un solo decimo, l'equipaggio ufficiale di Hyundai Motorsport Italia con Neuville e Mikkelsen.

Monza Rally Show 2017: a Rossi la PS4 e la vetta della classifica


C'era grande attesa per Valentino Rossi e la sua voglia di recupero. L'italiano era chiamato a risalire la china dopo l'errore del primo giorno che lo aveva portato in quarta posizione con quei cinque secondi di penalità.

L'occasioneè stata dunque la Maxi Grand Prix 1 di 45 chilometri, con l'equipaggio campione in carica che quindi si è preso il miglior tempo in assoluto.

Una prova di forza evidente che li aveva portati ad appena un secondo ed un decimo dalla coppia Mikkelsen/Neuville. Peccato per il duo che alcune incomprensioni abbiano portato un ritardo di 6.5 secondi, a cui però poi si è aggiunto a fine gara un ulteriore 10 secondi di ritardo per aver preso due birilli.

Dunque il secondo miglior tempo dello stage è andato a Marco Bonanomi, a sottolineare come questa prova sia stata molto affine ai piloti di estrazione stradale più che rallistica. Marco ha ottenuto il secondo tempo a 2 secondi e nove decimi da Rossi. Bene ancora Cairoli, anzi benissimo il siciliano che con la sua Hyundai i20 WRC si è preso il terzo posto.

monza-rally-show-2017-007.jpg

Monza Rally Show: Day 1 - Mikkelsen in testa, Rossi 4° con penalità


La prima giornata al Monza Rally Show si è conclusa e per il momento il Rally batte il motociclismo per due a zero, seppur con tutti i se ed i ma della questione. Partiamo dalla classifica, da quei numeri che vedono Mikkelsen con la sua Hyundai in vetta alla prima giornata. Prima speciale vinta, quarto alla seconda con un grande Marco Bonanomi in vetta. E Rossi? Secondo nella prima speciale, la Autodromo, nella seconda è stato penalizzato di 5 secondi per aver preso un birillo di delimitazione. Dunque penalità e quarta posizione generale. Ma andiamo con ordine:

la prima speciale di 8,5 chilometri, ha alzato il sipario di questo spettacolo di fine anno, giunto alla sua edizione 2017. Il primo round è andato, come detto al duo Mikkelsen- Neuville, con il primo quindi che si era preso la vetta con la i20 WRC, dando ben 1,6 secondi all'italiano. Ben figurava anche Tony Cairoli che aggangiava la terza piazza con solo due decimi di ritardo dallo stesso Rossi, mentre più attardato era Pasini, con ben 16,7 secondi di ritardo dalla vetta.

Con la sera, alle 19.30, è arrivata anche la seconda speciale. E qui Valentino ha commesso l'errore che lo ha portato in quarta posizione

Già perchè Valentino Rossi aveva chiuso in testa la speciale, quella della Parabolica 1 di 9,7 chilometri, ma come detto, il fatal birillo è costato 5 secondi all'italiano che aveva chiuso in testa con lo stesso tempo di Bonanomi, dunque vincitore di tappa.

Per Rossi dunque una seconda giornata in recupero: la classifica generale vede il duo Neuville/Mikkelsen in testa con 10 minuti e 18 secondi netti, davanti al duo Carioli/Fappani (eccellente anche a destreggiarsi con un principio di incendio, ma sopratutto con un piccolo problema al turbo) a +1.6 secondi. Terzo dunque Bonanomi/Pirollo e quarto Rossi/Cassina.

  • shares
  • Mail