Terremoto: l’Umbria punta sui motociclisti

Un evento dedicato ai bikers e ai mototuristi per rilanciare il turismo umbro dopo il terremoto.

Dopo il terremoto e la cattiva informazione è ora di rimettere in piedi il turismo umbro e provare a ritornare alla normalità. Il primo ad organizzare qualcosa di concreto per rilanciare l’economia della zona è l’assessore per il Turismo di Assisi Eugenio Guarducci che con lo slogan “L’Umbria si rimette in moto” lancia un progetto rivolto a tutti i bikers e i mototuristi.

“Dovevamo progettare qualcosa di immediato facile da organizzare e da promuovere in breve tempo da ogni singolo territorio della regione. Ed ecco allora che se ci mettiamo subito in moto, agendo su una tribù di persone abituate a condividere la propria passione e a utilizzare le piattaforme social, riusciremo a ottenere un obiettivo ambizioso, raggiungere le 30mila presenze nel primo week end primaverile del 2017, ovvero il 25/26 marzo”.

Lo scorso sabato, ad Assisi, si è tenuta la prima riunione per organizzare l’evento che ha visto la partecipazione di tutti i presidenti dei motoclub umbri insieme ad alcuni esponenti della FIM. Le prossime riunioni sono aperte a tutti, rappresentanti degli Enti locali, associazioni di categoria e a tutti i soggetti che vogliono collaborare con l’iniziativa per la quale non sono richiesti investimenti, ma solo passione e voglia di fare.

Se volete partecipare anche voi potete inviare una mail all’indirizzo [email protected].

Ultime notizie su Curiosità

Curiosità

Tutto su Curiosità →