High Speed Interceptor, una Yamaha R1 con cannone rotante

La Yamaha R1 degli americani di Tail Gunner è una specie di incrocio tra la sportiva dei Tre Diapason e l'A-10 Thunderbolt II, il celebre jet militare statunitense armato del letale cannone gatling GAU-8 Avenger

Chi tra di voi "mastica" qualcosa di aviazione militare conoscerà certamente l'A-10 Thunderbolt II, il celebre aereo da attacco al suolo statunitense conosciuto dai suoi piloti come Warthog (Facocero): pensato per essere un vero e proprio carro armato volante e fornire alle truppe di terra un adeguato supporto dal cielo, l'A-10 è famoso per essere letteralmente costruito attorno a un cannone, il poderoso GAU-8 Avenger.

Lungo oltre 6 metri e dotato di 7 canne rotanti da 30 mm ciascusna, l'Avenger è capace di sparare devastanti raffiche che arrivano a più di 4000 colpi al minuto: il nemico Numero 1 di blindati e mezzi corazzati, veicoli che sono proprio il... "pranzo" consueto del massiccio Thunderbolt II.

Cosa succederebbe se un cannone simile venisse montato su una motocicletta? Quello che potete vedere nei video che vi mostriamo oggi.

Il progetto, casomai ci fosse bisogno di dirlo, arriva dagli Stati Uniti (immagino che ne siate stupiti!). Questa preparazione -se così possiamo chiamarla- è opera di Tail Gunner, un'azienda americana che produce componenti per moto ispirate al mondo militare.

L'idea bislacca di questi pazzi yankee si è concretizzata nella Yamaha YZF-R1 che vedete nelle foto: si tratta della Tailgunner/Dillion Aero M134X High Speed Interceptor, una supersportiva -o quello che ne resta- armata con una mitragliatrice a canne rotanti. Per motivi che potete facilmente intuire, il GAU-8 Avenger non era una soluzione percorribile: si è quindi optato per una più compatta M134 Minigun, mitragliatrice gatling da poco meno di un metro di lunghezza utilizzata su molti veicoli in uso alle forze NATO.

Ovviamente -ma neanche tanto, per gli standard europei in termini di armi da fuoco- la mitragliatrice montata su questa R1 è totalmente funzionante, come potete vedere nei video: la M134 Minigun è capace di sparare fino a 6000 proiettili al minuto, esaurendo i nastri del caricatore da 600 colpi in appena 12 secondi. Il calibro di ognuna delle 6 canne rotanti è di 7.62 mm.

L'arma è montata sopra lo sterzo, e il sistema di puntamento è gestibile attraverso i comandi sistemati sul semimanubrio sinistro. Un impianto di alimentazione addizionale da 24V con batteria annessa è stato installato per garantire il corretto funzionamento di questo arsenale.

yamaha_yzf-r1_war-horse-3.jpg

Per poter montare la mitragliatrice, il serbatoio originale della Yamaha è stato eliminato, e sostituito con due piccoli contenitori di carburante da 5,7 litri ciascuno collocati nei pressi del codino.

Per conferire un po' di stabilità a questo accrocchio ed evitare brutte soprese a causa dei 30 kg della Minigun tutti sbilanciati sulla parte alta dell'avantreno, si è cercato di abbassare il baricentro della moto con alcune modifiche alla ciclistica. In tutta onestà, comunque, non ci sembra il mezzo più maneggevole che abbiamo mai visto, checchè ne dicano i suoi creatori.

Infine, è stato installato un impianto di sovralimentazione al protossido di azoto, grazie al quale la High Speed Interceptor può spingersi sino a 320 km/h di velocità massima. Per la cronaca, il suo omologo volante (l'A-10 Warthog) sfiora gli 890 km/h.

Ah, sti ammerregani...

  • shares
  • Mail