Ducati Monster 1200 R 2016: mai così potente

La casa di Borgo Panigale presenta la versione 'R' del suo poderoso Monster 1200: 160 CV, 135 Nm e 180 kg di peso a secco.

Come precedentemente annunciato, Ducati ha presentato ieri il nuovo Monster 1200 R, la versione più potente e tecnologicamente raffinata della gloriosa naked di Borgo Panigale. Quella 'R' ovviamente sottintende il carattere particolarmente sportivo di questa nuova variante, che si basa sul Monster 1200 presentato al Salone EICMA 2013 (clicca qui per la nostra prova).

Le differenze rispetto al modello base sono diverse e significative. Nella configurazione 'R', il bicilindrico da 1200 cc Testastretta 11° vanta il 10% di potenza massima in più e una coppia superiore del 5,5% rispetto alla normale 'mille e due', con set-up e dotazione tecnica della moto modificati di conseguenza. Dal punto di vista estetico colpisce invece l'inedito codino, compatto e slanciato verso l’alto, con nuovo disegno della sella e porta-targa alto. Il nuovo codone, insieme ai cerchi forgiati e ai vari componenti in carbonio, contribuisce a far scendere l'ago della bilancia ai 180 kg (a secco).

Il menù proposto dal Monster 1200 R comprende nuove sospensioni e ammortizzatore di sterzo Öhlins e freni Brembo (2 dischi semiflottanti da 330 mm con pinze monoblocco radiali a 4 pistoncini davanti; disco da 245 mm e pinza a 2 pistoncini dietro) con ABS naturalmente di serie. Non manca l'ormai familiare Ducati Safety Pack che comprende il Traction Control e tre diversi Riding Mode (Sport, Touring ed Urban). Due le colorazioni disponibili, 'Rosso Ducati' e 'Thrilling Black', mentre il prezzo è ancora in via di definizione...

Ducati Monster 1200 R: il design

Come è giusto che sia, basta la prima occhiata per identificare il Monster 1200 R come un fiero appartenente alla ormai leggendaria famiglia di prodotti Monster. Come precedentemente accennato, il posteriore è la sezione della moto che più di ogni altra si presenta differente rispetto al 1200, con un serbatoio dalle linee tipicamente Ducati che comunque si integra con naturalezza nel suo nuovo design.

L’assetto rialzato aumenta la luce tra pneumatico e gruppo sella, ed insieme all'inedito porta-targa in alluminio contribuisce a dare un senso di maggior leggerezza al posteriore anche dal punto di vista estetico. I cerchi forgiati a tre razze hanno invece un disegno ispirato a quello della Panigale R, a confermare ulteriormente il suo carattere aggressivo, e calzano pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP (120/70 ZR17 all'anteriore, 200/55 x ZR17 al posteriore). Anche le nuove pedane separate per pilota e passeggero sono l'ennesimo richiamo alla pista, puntando a facilitare uno stile di guida più sortivo per il pilota.

L'impatto visivo del Monster 1200 R è completato dal cupolino e dalla grafica longitudinale ispirata alla classica banda di Ducati Corse, dallo scarico maggiorato, dalle covers metalliche del radiatore con grafica R (ottenuta per sabbiatura), dalla sella in doppio materiale con cuciture in contrasto e dalla particolare targhetta metallica, con il nome del modello.

Ducati Monster 1200 R: il motore

Monster 1200 R

Il motore del Monster 1200 R è un'evoluzione in chiave sportiva del Testastretta 11° DS da 1198,4 cc (alesaggio 106 mm, corsa 67,9 mm), 4 valvole per cilindro, raffreddato a liquido, che equipaggia il Monster 1200. Nella nuova configurazione, i valori di uscita dichiarati da Ducati sono una potenza massima di 160 CV a 9.250 giri/min e una coppia massima di 131,4 Nm a 7.750 giri/min, contro i 135 CV e 118 Nm del Monster 1200 'base' e i 145 CV e 124,25 Nm della variante 'S'. E per la 'R', il 75% della coppia massima è già disponibile a 3.500 giri/min.

Nuovo l'impianto di scarico 2-1-2 con tubi da 58 mm di diametro e doppio silenziatore, giro tubi invariato ma con sezione superiore di 8 mm di diametro per migliorarne l’efficienza. Il corpo farfallato da 53 mm del Monster 1200 è stato sostituito da uno più grande a sezione ovale, con diametro equivalente di 56 mm. Una più bassa guarnizione dei cilindri ha fatto poi crescere il rapporto di compressione da 12.5:1 a 13:1, incrementando l’efficienza della combustione.

La frizione del Monster è a bagno d'olio con funzione anti-saltellamento azionata da una pompa radiale Brembo. Grazie ad un sistema ad asservimento progressivo, il comando risulta particolarmente morbido. Gli intervalli di manutenzione sono previsti ogni 15.000 Km oppure ogni 12 mesi; il controllo ed eventuale regolazione del gioco valvole ogni 30.000 km.

Ducati Monster 1200 R: la ciclistica

Monster 1200 R

Il telaio a traliccio in tubi d'acciaio è collegato alle teste del propulsore, un concetto derivato dalle corse e applicato per la prima volta su una moto di produzione con la supersportiva Panigale, mentre il telaietto posteriore, a sua volta fissato direttamente al motore, è stato ridisegnato per una maggior compattezza e per sostenere le nuove staffe per le pedane del passeggero.

L’assetto della moto è stato alzato sia all’anteriore sia al posteriore di 15 mm, da cui consegue un’altezza sella di 830 mm, mentre resta invariato il triangolo ergonomico. Gli attacchi delle pedane pilota (che hanno il para-tacco in alluminio) e passeggero sono in alluminio forgiato e montano pedane poggiapiedi in alluminio ricavate dal pieno, con un disegno del profilo pensato per offrire la massima aderenza.

Monster 1200 R

Le sospensioni consistono in una nuova forcella Öhlins da 48 mm con trattamento TiN sugli steli, completamente regolabile ed con foderi e piedini anodizzati in nero ed un nuovo ammortizzatore Öhlins, anch’esso completamente regolabile al posteriore. Il mono è fissato direttamente sul cilindro verticale da una parte e sul forcellone monobraccio in alluminio dall’altra. Della svedese Ohlins anche l'ammortizzatore di sterzo.

Per l'impianto frenante del Monster 1200 R è stato scelto il top della produzione Brembo. Davanti ci sono due pinze radiali M50 Monoblocco con dischi da 330 mm davanti, gli stessi della 1299 Panigale, azionate da una pompa radiale con serbatoio separato; dietro un disco da 245 mm accoppiato a una pinza con pastiglie con materiale di attrito sinterizzato. L’impianto frenante è gestito dal sistema ABS Bosch 9MP a tre livelli, disinseribile.

Ducati Monster 1200 R: l'elettronica

51-39-monster-1200-r.jpg

Ampia e di livello assoluto anche la dotazione elettronica: il Monster 1200 R è dotato del pacchetto Ducati Safety Pack (DSP) - che comprende l'ABS Bosch 9MP a 3 livelli con sensore di pressione integrato e il Ducati Traction Control (DTC), entrambi disinseribili - ed è gestito da tre differenti Riding Mode (Sport, Touring ed Urban).

Il Monster 1200 R è dotato dell'ultimissima versione del software DTC, ottimizzato per garantire una risposta morbida grazie all’intervento sul solo anticipo di accensione, e consente di scegliere tra otto diversi profili. I tre Riding Mode Ducati agiscono sul sistema elettronico Ride-by-Wire (RbW) di controllo del motore e sui livelli di intervento di
ABS e DTC:

- Il Riding Mode Sport fornisce 160 CV di erogazione con una risposta diretta del Ride-by-Wire all'apertura del gas, ridotto intervento del sistema DTC (livello 3) ed elevata efficienza frenante dell'ABS (livello 1) con nessun controllo del sollevamento del posteriore.

- Il Riding Mode Touring fornisce 160 CV di erogazione con una risposta più progressiva del Ride-by-Wire
all'apertura del gas, maggior intervento del sistema DTC (livello 4) e ABS con controllo del sollevamento
del posteriore (livello 2).

- Il Riding Mode Urban fornisce 100 CV di erogazione con una risposta progressiva del Ride-by-Wire
all'apertura del gas, intervento ancora più consistente del sistema DTC (livello 6) e 'ABS con massima
stabilità in frenata e controllo del sollevamento del posteriore (livello 3).

66-24-monster-1200-r.jpg

La strumentazione del Monster 1200 R consiste in un display TFT a colori di ultima generazione con tre diverse configurazioni - 'Core', 'Full' e 'Track' - pensate per visualizzare le informazioni più adatte alle diverse situazioni di utilizzo.

Nel Riding Mode Urban, il display adotta la configurazione Core, riducendo al minimo la quantità di dati visualizzati; nel Riding Mode Touring, il display assume la configurazione Full, con la visualizzazione della massima quantità di informazioni; nel Riding Mode Sport, il display adotta la configurazione Track presentando solo informazioni finalizzate alla guida sportiva. Il cruscotto TFT è comunque personalizzabile, con il cliente può scegliere il suo layout indipendentemente dal Riding Mode selezionato.

Ducati Monster 1200 R: Scheda Tecnica

Monster 1200 R

MOTORE
TIPO: Testastretta 11°, Bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 4 valvole per cilindro, raffreddamento a liquido
CILINDRATA: 1.198,4 cc
ALESAGGIO PER CORSA: 106 x 67,9 mm
COMPRESSIONE: 13:01
POTENZA: 117,7 kW (160 CV) a 9.250 giri/minuto
COPPIA: 131,4 Nm (13,4 kgm) a 7.750 giri/minuto
ALIMENTAZIONE: Iniezione elettronica Synerject-Continental, corpi farfallati ellittici diametro equivalente 56 mm con sistema full Ride-by-Wire
SCARICO: Silenziatore in acciaio inossidabile, terminali e fondello in alluminio; catalizzatore e 2 sonde lambda

TRASMISSIONE
CAMBIO: 6 marce
TRASMISSIONE PRIMARIA: Ingranaggi a denti dritti; rapporto 1,84:1
RAPPORTI: 1=37/15 2=30/17 3=27/20 4=24/22 5=23/24 6=22/25
TRASMISSIONE SECONDARIA: Catena; pignone 15; corona 41
FRIZIONE: Multidisco in bagno d'olio con comando idraulico, sistema di asservimento ed antisaltellamento

VEICOLO
TELAIO: Traliccio in tubi di acciaio fissato alle teste
SOSPENSIONE ANTERIORE: Forcella Öhlins a steli rovesciati da 48 mm di diametro completamente regolabile
RUOTA ANTERIORE: Forgiata a 3 razze a W 3,50" x 17"
PNEUMATICO ANTERIORE: Pirelli Supercorsa SP 120/70 ZR17
SOSPENSIONE POSTERIORE: Progressiva con monoammortizzatore Öhlins completamente regolabile. Forcellone monobraccio in alluminio
RUOTA POSTERIORE: Forgiata a 3 razze a W 6,00" x 17"
PNEUMATICO POSTERIORE: Pirelli Supercorsa SP 200/55 ZR17
ESCURSIONE RUOTA (ANT/POST): 130/159 mm
FRENO ANTERIORE: 2 dischi semiflottanti da 330 mm di diametro, pinze Brembo monoblocco evo M50 ad attacco radiale a 4 pistoncini , pompa radiale con ABS di serie
FRENO POSTERIORE: Disco da 245 mm, pinza a 2 pistoncini con ABS di serie
STRUMENTAZIONE: (cruscotto) TFT a colori

DIMENSIONI E PESI
PESO A SECCO: 180 kg
PESO IN ORDINE DI MARCIA: 207 kg
ALTEZZA SELLA: 830 mm
INTERASSE: 1509 mm
INCLINAZIONE CANNOTTO: 24,3°
AVANCORSA: 89 mm
CAPACITA' SERBATOIO CARBURANTE: 17,5 l
NUMERO POSTI: 2

EQUIPAGGIAMENTO DI SERIE
Riding Mode, Power Mode, Ducati Safety Pack (ABS + DTC), RbW, diasplay TFT a colori, cerchi forgiati, ammortizzatore di sterzo Öhlins, parafango anteriore in carbonio, cupolino, coprisella passeggero, predisposizione per antifurto

GARANZIA
GARANZIA (mesi): 24
MANUTENZIONE (km/mesi): 15000/12
CONTROLLO GIOCO VALVOLE (km): 30.000

OMOLOGAZIONE: Euro 4

Monster 1200 R

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: