Yamaha YZF-R3 debutta al Mugello: stabile in curva, facile da guidare, comoda

Illàn al Mugello per il debutto della Yamaha YZF-R3, "stabile in curva, facile da guidare, comoda".

Lo spagnolo Pedro Javier Castagno Illàn, protagonista del monomarca R125 Cup 2014, ha tenuto a battesimo l’ultima nata tra le supersportive R-Series, la YZF-R3 di Yamaha nel suo debuttato su impegnativo circuito come il Mugello che ha messo in evidenza le qualità racing di questa due ruote. L’esordio nelle competizioni ufficiali è previsto ad ottobre nel CIV.

2015_yam_yzf-r320_eu_ms1rb_sta_5.jpg

Per chi vuole fare il grande passo e abbandonare una 125 cc per passare a cilindrate più importanti, il nuovo bicilindrico fronte marcia da 321cm3 (con potenza massima di 42cv a 10.750 giri/min) rappresenta un passaggio ideale. Il propulsore va a completare la ricca gamma Yamaha R-Series che oggi parte dalla YZF-R125 e arriva fino all'innovativa YZF-R1, pasando per un "sempre verde" come la YZF-R6.

2015_yam_yzf-r320_eu_ms1rb_sta_12.jpg

"La YZF-R3 è molto stabile in curva, facile da guidare, agile e comoda e sono rimasto soddisfatto sia dalle sospensioni che dal telaio nei quattro turni in pista. Ho affrontato il turno iniziale senza troppe modifiche, per capire al meglio quali fossero i primi accorgimenti da apportare al setting: la R3 ha risposto subito bene in curva, muovendosi però un po’ troppo sul rettilineo una volta in carena e aumentando la velocità" spiega Illàn riguardo al suo test.

lo-spagnolo-illan-su-yzf-r3-1.jpg

La YZF-R3 (5.390 euro f.c.) è pensata come una supersportiva leggera da guidare tutti i giorni, ma anche in pista, la moto offre una confidenza immediata, si distingue grazie al design e al buon rapporto prezzo/prestazioni. La R3 adotta già un ammortizzatore posteriore racing, modulo aggiuntivo, scarico racing, pedane racing, paratelaio, leve freno e frizione ed alcuni particolari relativi alla trasmissione.

lo-spagnolo-illan-su-yzf-r3-3.jpg

"Per tutta la terza sessione ho costantemente aumentato la velocità rispetto alle precedenti cercando di entrare più forte tra i cordoli. Giro dopo giro la moto mi ha seguito sempre di più e l’unico limite è stato dato dalle pedane che, ancora in posizione originale, a causa degli elevatissimi angoli di piega possibili con questa moto toccavano l’asfalto in curva non consentendomi di ottenere la giusta scorrevolezza. Nell’ultima sessione invece non ho potuto forzare troppo per via dell’alta temperatura della pista e di un leggero traffico, ma tuttavia ho potuto confermare le ottime impressioni avute precedentemente" conclude il pilota iberico.

YAMAHA YZF-R3 - Scheda Tecnica


lo-spagnolo-illan-su-yzf-r3-4.jpg

Modello Supersport per patentati A2
Bicilindrico frontemarcia da 321 cc, 4 tempi, 4 valvole DOHC, raffreddamento a liquido
Potenza massima 30,9 kW/42 CV @ 10.750 giri/min
Coppia massima 29,6 Nm/3.0 kg-m @ 9.000 giri/min
Leggero telaio tubolare in acciaio a diamante
Distribuzione dei pesi vicina al 50/50
Interasse corto, 1.380 mm
Forcella con steli da 41 mm ed escursione di 130 mm
Sospensione posteriore Monocross con 125 mm di escursione
Freni a disco anteriore da 298 mm, posteriore da 220 mm
Strumentazione multifunzione, contagiri analogico e tachimetro digitale
Altezza sella 780 mm, selle pilota e passeggero separate
Semimanubri clip-on con angolo di sterzo di 68 gradi
Serbatoio da 14 litri
Peso 169 kg in ordine di marcia

  • shares
  • Mail