Coppa Italia 2014: 11 gare nel 4° round di Imola

SI è disputata nel weekend ad Imola il quarto round della Coppa Italia 2014 nella quale si sono svolte 11 gare

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:18:"Anteprima 4a prova";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:2844:" Trofeo Bridgestone 1000

Ieri presso l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari si è svolta la 4a prova della Coppa Italia moto 2014 con centinaia di piloti che hanno preso il via sul circuito romagnolo. Oltre 100 i piloti iscritti nel Trofeo Amatori, suddivisi nelle quattro classi. Nella 600 Base vittoria di Alessio Gallucci (Yamaha), che ha preceduto Alessio Terziani (Yamaha) e Pietro Lausdei (Honda). Nella 1000 Base invece, bella lottatra Gabriele Polidori (Honda) e Marco Saibene (BMW), con il primo che è riuscito a prevalere con un vantaggio di poco meno di mezzo secondo.

Bel duello anche nella 600 Avanzato, che ha visto il successo in volata di Luciano Leotta (Honda) su Benedetto Noberasco (Ducati). Terza posizione per Cristian Casarotti (Yamaha) mentre l’autore della pole position, Stefano Brauncher (Yamaha), si è piazzato quinto. Infine nella 1000 Avanzato, Denis Pilisi (Kawasaki) si è aggiudicato la vittoria davanti a Massimiliano Belletti (Yamaha) e Fabrizio Fiorucci (Ducati).

Nel Trofeo Bridgestone 600 lotta a due tra Mauro Carzaniga (Honda) e Luca Volpato con la vittoria che è andata al primo, terzo a poco più di 1” per Nicolò Lagiongada (Honda). Nel Trofeo Bridgestone 1000 vittoria di Flavio Augusto Gentile (Ducati), che ha regolato con autorità Andrea Poggi (Honda) e Danilo Tomasoni (BMW).

Due i protagonisti del Trofeo Michelin Power Cup. Nella 600, Andrea Cherubini (Honda) ha lasciato sfogare per un paio di tornate Alessio Toffanin (Yamaha). Una volta passato al comando, ha allungato chiudendo con 5” di vantaggio. Al terzo posto Christian Napoli (Kawasaki). La 1000 ha visto il successo di Gianluca Fontanelli (Suzuki). Preso subito il comando della corsa, ha prima tenuto a debita distanza il gruppetto degli inseguitori per poi piazzare l’allungo negli ultimi due giri. Al secondo posto Peter Ennemoser (Ducati), che ha battuto allo sprint Ferdinando Di Maso (BMW) e Ermes Bettini (BMW).

Dopo aver fatto il vuoto nella gara di sabato del Trofeo RR 1000, Paolo Mauri (Ducati) si è ripetuto anche in quella della domenica. A 23” ha concluso secondo Alessandro Rossi (Kawasaki) mentre terzo si è piazzato Mario Guarracino (Honda), in volata su Alessandro Simoneschi (BMW). Nella 600 rivincita di Andy Rossi (Yamaha) nei confronti di Nicola Andolfatto (Kawasaki), ancora terzo posto per Andrea Zappa (Honda).

Infine nel Trofeo Grand Prix, vittoria agevole nella classe 250 di Jarno Ronzoni (Aprilia), che ha preceduto Patrizio Binucci (Aprilia) e Roberto Marchetti (Aprilia). Nella classe 125, primo al traguardo Lorenzo Tiveron (Honda), secondo posto per Walter Degener (Honda) e terzo per Edoardo Spadoni (Aprilia).

";i:2;s:3411:"

Anteprima 4a prova

Nel weekend scenderanno in pista all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola i piloti che prendono parte all'edizione 2014 della Coppa Italia con i trofei riservati ai non professionisti. Il quarto round della Coppa Italia 2014 manderà in scena sulla storica pista del Santerno un weekend ricco di appuntamenti con 5 trofei e doppio round per la RR Cup, che recupera la gara annullata a Misano lo scorso 13 aprile. Tra le tante iniziative, un giro di corsa del circuito aperto a tutti in ricordo di Emanuele Cassani venerdì 5 settembre.

Coppa Italia 2014 - I Trofei

Doppio round per la RR Cup per recuperare la gara annullata a Misano. I protagonisti della 600 e della 1000 scenderanno dunque in pista sia sabato sia domenica e le classifiche prenderanno sicuramente una fisionomia più definita. Attualmente nella 600 comanda Andy Rossi (Yamaha) mentre nella 1000 il leader è Manuel Vallazza (Kawasaki), vincitore delle prime due prove di Vallelunga e del Mugello,

Grande equilibrio nella Michelin Power Cup classe 600 con un terzetto guidato da Alessio Toffanin (Yamaha), Giovanni Altomonte (Honda) e Antonio Nespoli (MV Agusta) racchiuso in appena 15 punti. Si prevede quindi una gara molto combattuta. Nella top class comanda invece Ermes Bettini (BMW) con un margine di 25 lunghezze su Marco Para (Kawasaki).

Affollate le griglie del Trofeo Italiano Amatori che continua a confermarsi uno delle formule nazionali più longeve e popolari. I leader delle classifiche sono il diciottenne Alessio Terziani (Yamaha) nella 600 Base, Elia Sebenico (BMW) nella 1000 Base, Nicola Quinto (Honda) nella 600 Avanzata e Fabrizio Fiorucci (Ducati) nella 1000 Avanzata.

Il 4° round del Bridgestone Champions Challenge sarà completamente dedicato ad Emanuele Cassani #96 con una serie di iniziative speciali, tra cui un giro di corsa del circuito venerdì sera alla fine delle attività aperto a tutti con Moreno Cassani a dare lo start. Il devoluto dell’iniziativa, a offerta libera, sarà devoluto alla famiglia Cassani. In gara, invece, sarà Christian Micochero ad avere l’onore di portare il numero 96. Per quanto riguarda il weekend agonistico, sia per la classe 600 che per la 1000, gare molto attese e determinanti per i pretendenti alla vittoria del Trofeo o per gli outsider che vorranno vendere cara la pelle e combattere sino alla bandiera a scacchi.

Torna ad Imola anche la Grand Prix 125-250. Tante le wild card iscritte oltre alla presenza di 9 piloti francesi, uno svizzero, uno olandese e due piloti svedesi. Per quante riguarda le gare, il trio di testa composto da Giacomo Lucchetti-Aprilia, leader del campionato, Roberto Marchetti e Jarno Ronzoni, sempre Aprilia, vedrà il sicuro inserimento di Patrizio Binucci-Aprilia, wild card, ma che a Imola ha collezionato già due importanti vittorie. Non sarà presente, perché infortunato, Lorenzo Di Ciolo. Nella 125 GP rientrano Gabriele Gnani, infortunatosi in Croazia a giugno, i fratelli Lorenzo e Alessandro Tiveron e il quattordicenne Alessandro Pozzo-Honda già vincitore del 3° round del Mugello. Nella 250 GP, Michele Forcella-Aprilia Biagioli Corse dovrà studiare una strategia per guadagnare punti sul leader di campionato Roberto Vitti-Aprilia VR, per restare in lizza per il titolo 2014.";}}

  • shares
  • Mail