Moto2: Yuki Takahashi al fianco di Alex De Angelis nel Team NGM Mobile Forward Racing

Yuki Takahashi 2011

Il team NGM Mobile Forward Racing, dopo aver ingaggiato il veterano sanmarinese Alex De Angelis gli affianca Yuki Takahashi. Il pilota giapponese è reduce da una stagione in Moto2 nella quale, dopo un buon inizio di campionato, ha portato a sfiorare la vittoria proprio a Valencia, cadendo mentre era in testa su una pista resa scivolosa dalla pioggia intermittente della mattina. Takahashi ha molta esperienza, ha iniziato la sua carriera nel mondiale come wild card nel lontano 2001 e si mise subito in luce l’anno dopo con un terzo posto nel gran premio del Pacifico, alla sua prima apparizione su una Honda 250.

Il 2012 sarà la sua ottava stagione nel motomondiale in cui annovera 3 vittorie, 10 podi e più di 540 punti conquistati in classifica. L’obbiettivo dichiarato del team e del pilota di Saitama è di competere per il podio e la vittoria ad ogni gara ed arrivare finalmente nella top 3 del mondiale che il pilota ha dimostrato di meritare specialmente all’inizio della stagione 2011.

Queste le dichiarazioni di Yuki Takahashi, neo pilota del team NGM Mobile Forward Racing: “Sono contento di aver raggiunto un accordo con il team NGM Mobile Forward Racing per correre il campionato del mondo Moto2 la prossima stagione. Per me questa rappresenta una nuova sfida, perché cambio tutto: squadra, moto e telaio. Voglio ripartire con l'obiettivo di conquistare il titolo nel 2012. In questi due anni il team NGM Mobile Forward Racing e Suter hanno dimostrato di essere competitivi e io darò il 100% per raggiungere l'obiettivo prefissato”.

“Sono molto contento di essere giunto ad un accordo con Yuki per la prossima stagione. - ha aggiunto Marco Curioni, Direttore Sportivo - Nel 2012 pensiamo di essere “a posto” con la moto e contiamo di veder lottare lui ed Alex costantemente per le prime posizioni. A parte la sua professionalità ha un lato molto simpatico e gentile che ne fa davvero un bella persona con cui lavorare. Credo proprio che lui sia il pilota giusto per il nostro team e che si integrerà con il resto della struttura senza sforzi”.

  • shares
  • Mail