SBK, Suzuki punta alla conferma di Eugene Laverty e Alex Lowes

Paul Denning conferma l'intenzione di mantenere la sua attuale line-up piloti nel 2015 ma ammette: "Per Eugene, molto dipenderà dalle offerte degli altri..."

SBK 2014 - Voltcom Crescent Suzuki

Paul Denning, team manager del team Voltcom Crescent Suzuki, ha dichiarato l'intenzione di mantenere la sua attuale line-up piloti composta dall'irlandese Eugene Laverty e dall'inglese Alex Lowes anche per l'edizione 2015 del Campionato Mondiale Superbike. Entambi i piloti erano approdati alla sua corte all'inizio di quest'anno - Laverty da vice Campione del mondo 'scaricato' da Aprilia, Lowes da campione BSB - ma i risultati ottenuti dal team, dopo la scintillante vittoria di Laverty nella prima gara di Phillip Island, sono sembrati essere nuovamente lontani da quelle che erano le ambizioni Suzuki di inizio anno, tanto che sono stati solo 4 i podi conquistati nei 9 rounds sin qui disputati.

Nonostante questo score tutt'altro che lusinghiero, in alcune recenti dichiarazioni, Denning si è detto comunque soddisfatto del lavoro svolto dai suoi alfieri, tanto da auspicare il proseguimento del rapporto con entrambi. La conferma appare quindi scontata per quanto riguarda Alex Lowes, su cui Suzuki ha un'opzione per il prossimo anno, mentre è più 'fluida' la situazione di Eugene Laverty, che ha un unico anno di contratto ma pare al centro di diverse trattative per un possibile salto in MotoGP (in primis quelle che lo vorrebbero vicino al nuovo team Aprilia).

Guarda le foto del team Voltcom Crescent Suzuki 2014

Commentando l'attuale evolversi della situazione nel mercato piloti, Paul Denning ha voluto mettere in chiaro quelle che sono le sue intenzioni:

"Con Eugene abbiamo un accordo solo per quest'anno, mentre per quanto riguarda Alex abbiamo un'opzione come squadra per estendere l'accordo al secondo anno, se vogliamo. Per come stanno le cose, la cosa migliore sarebbe mantenere gli stessi due piloti. Alex è nel suo anno da rookie e quindi ha avuto molto da imparare, ma quando le cose sono andate per il verso giusto ha mostrato un livello eccellente."

"Eugene, chiaramente, ha le credenziali di un pilota vincente e le capacità di lottare per il campionato: fare un secondo anno nella stessa squadra, conoscendo già la moto, conoscendone i punti deboli e i punti forti, lo metterebbe in una condizione di maggior forza. Dipenderà in buona parte dalle opportunità che verranno offerte ad Eugene da altri lidi, ma anche noi dovremo avere il budget per fare le cose a dovere. Faremo del nostro meglio per far si che tutto funzioni ed essere al massimo della nostra forza."

Guarda le foto del team Voltcom Crescent Suzuki 2014

  • shares
  • Mail