Coppa Italia 2014: al Mugello il 3° round

La Coppa Italia fa tappa al Mugello per il terzo round del 2014. Dettagli, programma e categorie in pista

trofeo amatori 2014

L’Autodromo Internazionale del Mugello, che nei giorni scorsi ha ospitato diverse squadra per diverse tipologie di test (Ducati e Aprilia in primis), tornerà protagonista il prossimo week end. Sul tracciato toscano il prossimo fine settimana va in scena infatti il terzo round della Coppa Italia. Il programma di questo terzo round della Coppa Italia si aprirà come di consueto il domani (venerdì) con le verifiche tecniche e le prove libere.

Sabato i due turni di prove cronometrate che definiranno le griglie di partenza delle gare che scatteranno la domenica a partire dalle 10:00. Il Trofeo Amatori Categoria base 600 e 1000 recupera il primo round con una gara al sabato e una alla domenica. Sono proprio i trofei a far da contorno alla Coppa Italia per un weekend all'insegna della passione per le corse. QUI il programma completo del weekend di gare.

Al Mugello scenderanno in pista anche i piloti del Trofeo Italiano Amatori, una griglia fitta ed programma particolarmente intenso per la categoria Base, che recupera la prima prova di Misano. I piloti dei due raggruppamenti di approccio (600 e 1000), dopo un turno di qualificazioni, si confronteranno sia il sabato sia la domenica. In testa alle classifiche provvisorie si trovano Lausdei (600 Base), Polidori (1000 Base), Quinto (600 Avanzata) e Orlando (1000 Avanzata).

In pista anche la RR Cup chiamata a confermare la validità dell’inedita formula che coniuga le aspettative dei non-professionisti più veloci e competitivi con la necessità di proporre gruppi omogenei, a tutto vantaggio dello spettacolo e del divertimento. Cloroformio (600) e Vallazza (1000) sono i leader provvisori e anche se la loro supremazia è apparsa netta, il confronto si presenta apertissimo.

Al giro di boa al Mugello anche la equilibrata Michelin Power Cup. Nella 600 comanda il veneto Toffanin, nella 1000 il lombardo Bettini, ma i distacchi sono molto contenuti ed è soprattutto la competitività che esprimono i piloti di vertice a rendere incertissimo il confronto. Il Mugello e le previsioni meteo molto favorevoli dovrebbero esaltare la monogomma che porta il nome del trofeo, garantendo spettacolo e spessore tecnico.

Griglie al completo per la Gran Prix 125/250 che schiera 41 piloti di varie nazionalità tra cui Italia, Francia, Olanda, Svizzera, Svezia nelle tre classi 125 GP, 250 SP e 250 GP. Nella 250 GP il campione in carica, Giacomo Lucchetti è in testa con punteggio pieno (50), con 14 lunghezze di vantaggio su Jarno Ronzoni, secondo. Atteso il confronto tra Roberto Marchetti e il ventenne toscano Lorenzo Di Ciolo, rispettivamente terzo e quarto in classifica. In 125 GP, ancora incerta la partecipazione del leader indiscusso, Gabriele Gnani, reduce da un infortunio accaduto a Rijeka. Via libera quindi ai fratelli Tiveron per fare il pieno di punti. Atteso l’arrivo dello svedese Dennis Wilije al debutto nel circus italiano. La 250 SP offre una piacevole sorpresa: 13 partecipanti di cui 3 sono wild card per il Mugello.

Infine il Bridgestone Champions Challenge che vede apertissime le classifiche sia nella 600 che nella 1000. Nella 600 Carzaniga (Honda) dovrà difendersi dai suoi più agguerriti inseguitori, Cipiciani, Bressan e il campione in carica Volpato, mentre nella 1000 Flavio Gentile dovrà vedersela con Tomassoni, Poggi, Pedrini e Guerriero. Il Bridgestone Champions Challenge al Mugello è anche Summer Village e al sabato sera dopo la premiazione dei best lap in qualifica, animerà il paddock con la musica, i colori, il divertimento che da sempre contraddistingue il campionato del fornitore unico della MotoGP.

  • shares
  • Mail