MotoGP Mugello 2014, Andrea Iannone chiude 7°: "Ho dato il massimo"

Andrea Iannone chiude con il settimo posto il fine settimana del GP d'Italia, ma il suo bilancio post-Mugello è ampiamente positivo: "Gomma finita negli ultimi giri."

MotoGP Mugello 2014 - Gallery Gara

Anche se il piazzamento finale nel Gran Premio d'Italia non è stato uno di quelli per cui gridare al miracolo, il bilancio personale di Andrea Iannone dopo il fine settimana del Mugello è indubbiamente positivo. Oltre a portare la moto al traguardo 'muovendo la classifica' dopo i due ritiri di Jerez e Le Mans, il giovane talento del team Ducati Pramac Racing lascia la Toscana con la sua prima partenza dalla prima fila in carriera in MotoGP (grazie al superbo secondo tempo nelle qualifiche del sabato) e con il record per la massima velocità di punta mai fatta segnare in MotoGP, 349.6 km/h, registrata nel corso delle FP3.

Ad un sabato da incorniciare, Iannone ha fatto seguire una gara corsa con il proverbiale 'coltello tra i denti' il cui risultato finale non lo ha premiato come forse si sarebbe meritato. Scattando dalla seconda posizione della griglia, il pilota di Vasto si è guadagnato subito al via il primo posto per il delirio del pubblico presente, riuscendo poi a tenere testa ai 'big' della categoria per qualche tornata, ma questa situazione ovviamente non era destinata a durare.

MOTOGP MUGELLO 2014 - GALLERY GARA

Nella seconda metà della gara, con il trio Marquez-Lorenzo-Rossi ormai fuori portata, il pilota di Vasto ha lottato duramente per la quarta posizione nel gruppo formato insieme a Dani Pedrosa (Honda Repsol), Pol Espargarò (Monster Yamaha) e Andrea Dovizioso (Ducati Racing), rendendosi in particolare protagonista di un prolungato duello con Dani Pedrosa. L'abruzzese è poi capitolato nell'ultimo giro, arrivando in coda a questo gruppo sotto la bandiera a scacchi, ma sicuramente senza aver demeritato. Queste le sue dichiarazioni post-GP d'Italia:


“Sono felice di aver fatto i primi giri in testa davanti al mio pubblico. A gara conclusa il mio team e gli ospiti mi hanno raccontato che il pubblico esultava dopo ogni mio sorpasso, questo mi inorgoglisce, il calore del pubblico mi da sempre una marcia in più. Abbiamo fatto una buona gara ma non potevamo tenere testa al passo delle Honda e delle Yamaha. Purtroppo ho faticato un po' negli ultimi sette giri a causa del consumo delle gomme, ma mi sono impegnato molto e ho lottato per dare il massimo.”

"Sono soddisfatto dei primi giri della corsa, ho spinto davvero tanto, ma non avevo un gran feeling con la gomma anteriore perché in frenata, in ingresso curva, la moto aveva poca stabilità. Nei primi 5 o 6 giri c'è stata anche un po' di battaglia con Marc [Marquez] e Dani [Pedrosa], ma le Honda erano troppo più veloci di me. Ho fatto del mio meglio, ho spinto al massimo, ma alla fine le cose si sono complicate per me perchè la gomma morbida è calata molto, e con essa l'aderenza."

MOTOGP MUGELLO 2014 - GALLERY GARA

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail