Numero massimo di pneumatici in Superbike. Pirelli e Dorna ne riparlano

Pirelli e Dorna stanno ridiscutendo il regolamento tecnico che prevede il contingentamento del pneumatici in Superbike. Tutti i dettagli

Pneumatici Pirelli Superbike 2014

Sta facendo molto discutere nuovo regolamento SBK che prevede un numero massimo di pneumatici utilizzabili dai piloti che partecipato al Campionato Mondiale Superbike 2014. Nello specifico il regolamento tecnico della Federazione Motociclista Internazionale prevede che ogni pilota possa utilizzare un numero massimo di 24 pneumatici per l'interno weekend di gara (10 pneumatici anteriori e 14 pneumatici posteriori). Ricordiamo i pneumatici del Campionato Mondiale riservato alle derivate dalla serie son forniti da Pirelli per l’undicesimo anno.

A questa non trascurabile nuova 'chicca' tecnica non tutte le squadre sono d'accordo. La riduzione dei costi, che dovrebbe essere l'origine della scelta tecnica, rischia di rivelarsi un serio problema per quanto riguarda la sicurezza dei piloti in pista. Tenendo da parte quelle gomme per la gara (due o tre coppie? ndr), resterebbe per ogni pilota 'solamente' sei/otto gomme da utilizzare nell'intero week end di gara: prove libere, sessioni di qualifica e warm-up. Qualora di verificassero condizioni meteo avverse o eventuali ripartenze durante le gare i piloti correrebbero il rischio di dover correre con gomme usurate.

Giorgio Barbier, Racing Director di Pirelli Moto, ha confermato il problema alla Gazzetta dello Sport:

"E' un contingentamento che metterà in difficoltà squadre, piloti e fornitore. Gli accordi con FIM e Dorna erano diversi, sospetto che la norma sia stata scritta male per equivoco. Perché ci impedirebbe di fare sviluppo e trasferire tecnologia sul prodotto stradale. Se la Sbk diventa passerella non ci interessa, abbiamo già la F1."

Crediamo quindi sia necessario un chiarimento sulla parte tecnica del regolamento che riguarda il contingentamento degli pneumatici. Un regolamento che mina la sicurezza delle SBK e che non consentirebbe al costruttore di sviluppare adeguatamente gli pneumatici. Per Pirelli è infatti fondamentale poter fare sviluppo nel corso del Campionato, così come per i team è importante poter utilizzare un numero adeguato di pneumatici. Siamo però certi che una soluzione verrà trovata a breve.
Da quanto ci ha riferito Pirelli, Giorgio Barbier ha già incontrato Scott Smart, nuovo Direttore Tecnico del Mondiale Superbike ed hanno già affrontato il tema per trovare una soluzione di comune accordo.

  • shares
  • Mail