Supersport/Superstock 1000: Vittorie di Eugene Laverty e Ayrton Badovini al Nurburgring

Bellissimo duello tra Eugene Laverty (Honda Parkalgar) e Gino Rea (Honda Intermoto Czech) che hanno vivacizzato la gara del Nurburgring del Mondiale Supersport. Alla fine l'ha spuntata l'irlandese del team Parkalgar Honda ma il giovane inglese non ha mollato sino alla conclusione, perdendo solo in volata. Prestazione però rovinata dalla squalifica comminata in sede di verifiche per irregolarità tecniche sulla sua moto.

Nelle prime battute Kenan Sofuoglu (Hannspree Ten Kate Honda) era stato con la coppia di testa poi aveva perduto terreno e, pensando alla classifica pilota, si è accontentato della terza posizione a cinque secondi dal leader. Con questo piazzamento il turco è ancora in testa al mondiale con 219 punti e otto di vantaggio su Laverty.

Gli altri sono arrivati piuttosto lontani - oltre quindici secondi - ed al quarto posto troviamo Broc Parkes (Kawasaki Motocard.com), rientrato in Supersport in questa gara, che ha preceduto Fabien Foret (Kawasaki Lorenzini) e Chaz Davies (ParkinGO Triumph BE1). Migliore degli italiani ancora una volta è stato Massimo Roccoli (Honda Intermoto Czech), ottavo, davanti a Michele Pirro, Roberto Tamburini e Danilo Dell'Omo nell'ordine.

Supersport - Nurburgring - Gara
1.Laverty E. (IRL) Honda CBR600RR 37'52.893 (154,592 kph);
2.Sofuoglu K. (TUR) Honda CBR600RR 5.072;
3.Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX-6R 15.890;
4.Foret F. (FRA) Kawasaki ZX-6R 16.911;
5. Davies C. (GBR) Triumph Daytona 675 28.380;
6.Salom D. (ESP) Triumph Daytona 675 28.495;
7.Roccoli M. (ITA) Honda CBR600RR 28.578;
8.Pirro M. (ITA) Honda CBR600RR 28.787;
9. Tamburini R. (ITA) Yamaha YZF R6 1'02.199;
10.Dell'Omo D. (ITA) Honda CBR600RR 1'19.432;
11.Harms R. (DEN) Honda CBR600RR 1'24.011;
12.Iddon C. (GBR) Honda CBR600RR 1'30.504;
13.Praia M. (POR) Honda CBR600RR 1'51.319;
14.Toth I. (HUN)Honda CBR600RR

Classifica campionato (dopo 11 round di 13): 1. Sofuoglu 223; 2. Laverty 211; 3. Lascorz 168; 4. Davies 137; 5. Salom 90;6.Harms 87;7. Rea 83; 8.Pirro 66; 9. Foret 65; 10.Lagrive 65.
Classifica costruttori: 1. Honda 270; 2. Kawasaki 185; 3. Triumph 146; 4. Yamaha 22

Nella Superstock 1000 ottava vittoria consecutiva di Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia STK team) che regala alla BMW il titolo costruttori FIM Cup Superstock 1000. Il pilota italiano non è stato autore di una buona partenza e ne hanno approfittato Andrea Antonelli (Honda team Lorini), che ha guidato nelle prime due tornate, e Maxime Berger (Honda Ten Kate Race Junior) passato in testa al terzo giro.

Badovini ha controllato la gara poi dal quarto giro ha iniziato la sua rimonta fino ad arrivare alle spalle di Berger che ha superato a due giri dalla fine, andando a vincere davanti al francese. Terzo un ottimo Andrea Antonelli che è arrivato a pochi secondi dai primi precedendo di molte lunghezze Sylvain Barrier (BMW Garnier Junior Racing Team) e Loris Baz (Yamaha MRS Racing). All'ultimo giro Michele Magnoni (Honda Bevilacqua Corse) ha superato Davide Giugliano (Suzuki Team 06) autore di alcuni errori, conquistando la sesta posizione che gli consente di mantenere la terza piazza in Campionato.

Superstock 1000 - Nurburgring - Gara
1. Badovini A. (ITA) BMW S1000 RR 22'02.582 (153,809 kph);
2. Berger M. (FRA) Honda CBR1000RR 0.906;
3. Antonelli A. (ITA) Honda CBR1000RR 3.058;
4. Barrier S. (FRA) BMW S1000 RR 12.078;
5. Baz L. (FRA) Yamaha YZF R1 12.328;
6. Magnoni M. (ITA) Honda CBR1000RR 12.849;
7. Giugliano D. (ITA) Suzuki GSX-R 1000 14.395;
8. La Marra E. (ITA) Honda CBR1000RR 15.560

Classifica campionato (dopo 8 round di 10): 1. Badovini 200; 2. Berger 106; 3. Magnoni 94; 4.Antonelli 89; 5. Giugliano 71; 6. Baz 65; 7. Barrier 60; 8. Petrucci 46; 9. Mahr 42:; 10. Beretta 38.
Classifica costruttori: 1. BMW 200; 2. Honda 149; 3. Suzuki 87; 4.Yamaha 67; 5. Ducati 59; 6. Kawasaki 49; 7.KTM 30; 8. Aprilia 18

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: