Marco Melandri: "Sono molto lento in percorrenza curva"; Chaz Davies: "Soddisfatto, ma è domani che conta"

Superbike - GP di Aragon - Qualifiche

Il gallese Chaz Davies è stato indubbiamente uno dei piloti più 'in palla' visti finora nel weekend di Aragon. Il 'nuovo arrivato' nel team BMW Motorrad GoldBet SBK ha dimostrato di essere velocissimo in tutte le sessioni, cornonando con il terzo tempo nelle qualifiche di oggi (e conseguente prima partenza dalla prima fila in carriera in SBK) il grande lavoro di sviluppo della S1000RR portato avanti nelle settimane successive al GP d'Australia.

Il compagno Marco Melandri invece, di nuovo in sella dopo l'operazione alla spalla di fine Febbraio, ha lamentato alcune difficoltà con l’anteriore, chiudendo con l’ottavo tempo che domani lo costringerà a prendere il via dal centro della terza fila. Questo il commento di un naturalmente raggiante Chaz Davies dopo le qualifiche di Phillip Island:

“Sono molto contento, è stato un bel passo avanti. È la mia prima, prima fila nel Mondiale Superbike: l’anno scorso sono riuscito ad arrivare alla seconda fila, ma non avevo mai pensato alla prima fila. Le qualifiche sono sempre state il mio punto debole del week end. Penso che la gente sottovaluti quanto sia difficile familiarizzare con una superbike, e anche quanto sia differente un circuito tornandoci dopo un anno. Essere in prima fila è fantastico ed é il risultato del lavoro che BMW ha fatto nell’ultimo mese dall’Australia. Inoltre io sono sempre più a mio agio sulla RR."

Superbike - GP di Aragon - Qualifiche
Superbike - GP di Aragon - Qualifiche
Superbike - GP di Aragon - Qualifiche
Superbike - GP di Aragon - Qualifiche
Superbike - GP di Aragon - Qualifiche

Il britannico ha chiuso le qualifiche con un ottimo 1:56.845, chiudendo a poco più di mezzo secondo dalla pole di Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), ma Davies sa bene che il vero 'banco di prova per lui saranno le gare di domani:

"Sono molto contento, ma devo ricordare che è domani il momento più importante, e non vedo l’ora. Il piano è di partire bene e poi cercare di riuscire a tenere il miglior ritmo. Il passo di gara, come abbiamo potuto verificare nelle prove libere, non è affatto male, anche se credo di poter migliorare ancora un po’. La moto sembra aver lavorato un po’ meglio in qualifica, così utilizzeremo quelle informazioni per migliorare il passo di gara per domani”.

Marco Melandri non può ovviamente essere pienamente soddisfatto del risultato di oggi, ed il ravennate non esita a segnalare le sue difficoltà:

“Purtroppo oggi abbiamo avuto ancora problemi di vibrazioni e, nonostante le molte soluzioni provate, non siamo riusciti a trovare quella che mi consentisse di guidare bene: avevo come la sensazione di guidare sul bagnato. Sono molto lento in percorrenza di curva perché non mi sento a mio agio. Dobbiamo trovare magari una piccola modifica che possa però portare un risultato significativo, mettendomi in condizione di essere più fiducioso e, quindi, di andare più veloce. La spalla non mi ha dato problemi, anche perché non è stata sovraccaricata di lavoro: sono rientrato spesso ai box nel tentativo di trovare il giusto set up, e quindi non ho fatto mai tanti giri di seguito. Vedremo domani mattina quale soluzione funzionerà meglio per le gare”.

Questo invece il commento al sabato del Motorland Aragon di Serafino Foti, Direttore Sportivo del team BMW Motorrad GoldBet SBK:

“È stata una giornata impegnativa, infatti abbiamo dovuto provare molte soluzioni. Chaz è riuscito a trovare il giusto set up, mentre la moto di Marco non era a posto. Chaz durante le qualifiche ha continuato a migliorare e il risultato conferma la sua costante crescita. Ha fatto un buon turno di qualifiche e una buona Superpole, e per la prima volta, nella sua carriea in Superbike, partirà dalla prima fila. Purtroppo non è stato lo stesso con Marco: il problema di vibrazioni che si è manifestato non è stato risolto, anzi, si è amplificato, non consentendogli di guidare come sa. Domani mattina nel warm up proveremo nuove soluzioni, dobbiamo cercare di superare questa difficoltà o quantomeno ridurla in modo da consentirgli di fare una buona gara”.

Chiude Andrea Dosoli, Drettore Tecnico della scuderia italo-tedesca:

“Oggi abbiamo vissuto emozioni dolci ed amare nel box. Da un lato eravamo molto felici per Chaz e per il risultato che ha raggiunto oggi. Ha fatto un altro passo ed è positivo che ogni volta consolidi le sue prestazioni. Ha gestito la Superpole molto bene e ha meritato di essere in prima fila dopo i risultati colti finora durante il week end. Siamo felici e ora aspettiamo solo la gara. Dall’altro lato Marco ha avuto qualche difficoltà. Abbiamo testato diversi setting ma finora non siamo riusciti a sistemare il suo anteriore. Domani mattina avremo una nuova opportunità, daremo il massimo per trovare la giusta direzione. Sono certo che non appena miglioreremo la moto, Marco potrà confrontarsi con i migliori anche partendo dalla terza fila. Di solito parte molto bene e siamo fiduciosi che abbia un ottimo passo di gara”.

  • shares
  • Mail