Harley-Davidson registra il nome "Bareknuckle"

La casa di Milwaukee ha depositato un nuovo marchio che dovrebbe essere utilizzato per una nuova motocicletta in arrivo nel 2020.

Moto elettrica Harley-Davidson LiveWire

Circa un anno fa, Harley-Davidson ha messo in chiaro la sua intenzione di espandere la sua gamma verso nuovo segmenti del mercato motociclistico presentando l'ambizioso progetto "More Roads To Harley", che ha già dato i natali alla "elettrica" LiveWire e dal quale dovrebbero arrivare, tra le altre cose, anche una adventure-tourer che dovrebbe chiamarsi Pan America e una gamma di modelli - definiti "più accessibili" - con cilindrate a partire da 500 cc (o addirittura da 250 cc per i mercati asiatici, sfruttando la nuova partnership con la cinese Qianjiang Motorcycle, la stessa che controlla Benelli).

L'ultimo capitolo di questa saga riguarda la recente registrazione da parte di Harley-Davidson di un nuovo marchio, "Bareknuckle", letteralmente "a nocche scoperte", un nome decisamente "battagliero" che, secondo i rumors più accreditati, potrebbe essere il nome di un modello Street-fighter il cui prototipo (nella foto sootto) fu svelato lo scorso anno, insieme a quello della Pan America.

La moto in questione dovrebbe entrare a far parte della line-up di H-D nel corso del 2020 - insieme alla già citata Pan America - e dovrebbe essere spinta da un nuovissimo V-Twin da 975 cc raffreddato a liquido le cui specifiche, almeno per ora, non sono ancora state ufficializzate.

Inevitabilmente, questa coraggiosa svolta "new age" in casa Harley-Davidson ha creato qualche perplessità tra i sostenitori dell'iconico costruttore americano - che già si sono sorbiti anche la nuova linea di e-bike per bambini e un paio di concept elettrici quanto meno "ambigui" - ma, dopo lo storico traguardo di 5.000.000 di moto vendute, la casa di Milwaukee semplicemente è obbligata a cercare di espandersi in segmenti una volta considerati "eretici" dai "purista". Per continuare a crescere, e quindi a sopravvivere. Bisognerà farsene una ragione...

  • shares
  • Mail