Yamaha Tracer 700 MY 2018

Pochi aggiornamenti per l'accessibile e vendutissima sport tourer 700cc di Iwata, il cui Model Year 2018 è in bella mostra all'EICMA 2017 di Milano

La Tracer 700 è stata certamente un grande successo per Yamaha in termini di vendite, una moto di media cilindrata accessibile e conveniente che ha aperto le porte dello Sport Touring ad un ampio pubblico di appassionati.

Forte di un'estetica azzeccata, di prestazioni convincenti e di una maneggevolezza al limite dell'inappuntabile, questa moto è stata in grado di farsi apprezzare in vari contesti, dall'occasionale "fuga" del weekend alle gite dall'elevato chilometraggio elevato, incontrando i favori del pubblico di ogni latitudine.

In osservanza del motto "squadra che vince non si cambia", la casa di Iwata non ha apportato modifiche di rilievo all'architettura tecnica del modello esistente, confermando "in toto" il motore bicilindrico "crossplane" da 689 cc, accreditato di 75 CV e di un picco di coppia di 68 Nm, insieme al compatto e leggero telaio tubolare in acciaio.

tracer-700-10.jpg

Per il 2018, infatti, la Tracer 700 sarà disponibile con il nuovo schema grafico "Phantom Blue", che va a rafforzare il family feeling con Tracer 900 e FJR1300. La nuova colorazione, esposta al Salone EICMA 2017 di Milano, rappresenta l'unica novità di rilievo per il "Model Year 2018" della Tracer 700 e andrà ad affiancare le già esistenti "Tech Black" e "Radical Red" a partire dal prossimo Gennaio.

Ugualmente confermati per il prossimo anno anche il serbatoio da 17 litri, parabrezza regolabile, paramani integrati, l'indovinata strumentazione digitale con display LED e il freno a disco anteriore da 282 mm con pinza a 4 pistoncini. Date un'occhiata alla nostra prova su strada per saperne di più...

  • shares
  • Mail