Rough Crafts di Taiwan presenta il suo Sportster Bomb Runner

Tranquilli, Harley-Davidson non ha spostato i suoi stabilimenti da Milwaukee a Taipei, ma nella capitale dell’isola taiwanese sorge invece Rough Crafts, un raffinato atelier di design dal tipico raffinato gusto orientale, specializzato in custom ma anche in design e street art. Per quanto riguarda il settore custom, l’obiettivo è quello di costruire moto dal fascino old school ma con tecnologie moderne, sfruttando tutto il know-how in ambito artistico e del design industriale.

The Bomb Runner, lo Sportster made in Taiwan by Rough Crafts

Dopo un primo esperimento con Iron Guerilla, un piccolo Sportster Iron 883 del 2009, Winston Yeh, mente creativa di Rough Crafts, ha realizzato un secondo prodotto raffinato, che però non stravolge la natura essenziale e la semplicità della base di partenza, uno Sportster Forty-Eight 1200 del 2011, che rappresenta la naturale evoluzione rispetto alla prima delle “Guerrilla bikes”.

Elemento comune è la carrozzeria minimale ricoperta di un cupo nero, ma sono molte le modifiche apportate, tra cui una coda più rialzata, grazie a nuovi ammortizzatori più lunghi e l’impianto di scarico 2 in uno. Cambiano anche serbatoio e parafango posteriore, piastra forcella, cover delle testate e della frizione. La maggior parte degli accessori sono stati realizzati da Rough Crafts, ma ci sono anche un paio di ruote Roland Sands Design, ovviamente rifinite in Black Ops, e l’impianto frenante Performance Machine.

L’intento è quello di migliorare ogni parte dello Sportster, senza concentrarsi troppo sui pezzi singoli, ma sull’insieme che questi danno al mezzo, senza prevalere l’uno sugli altri. Il Bomb Runner è un mix di bobber, cafe racer e street fighter e non è per nulla una di quelle custom che si possono solo ammirare, tanto che infatti si guida con disinvoltura! Bomb Runner è in vendita ed è visibile sul sito dell’azienda, sulla pagina Facebook oppure sul blog.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: