Ducati Streetfighter V4: prezzi e disponibilità

Ducati Streetfighter V4 non ha potuto godere di una tradizionale presentazione stampa, vista la situazione attuale di emergenza sanitaria. Tocca accontentarsi di un live streaming: ecco caratteristiche tecniche, prezzi e disponibilità della nuova hypernaked di Borgo Panigale

Una delle presentazioni più attese dell'anno, quella della nuova Ducati Streetfighter V4, si è trasformata in un evento trasmesso in live streaming sul sito ufficiale Ducati, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube, caratterizzato dall'hashtag #TheFightFormula.

Durante il live, il designer Jeremy Faraud ha illustrato i segreti che hanno dato vita al design della belva di Borgo Panigale, mentre Alessandro Valia, Ducati Official Test Rider, è entrato nel merito dei dettagli tecnici che hanno reso Streetfighter V4 così interessante e prestante.

Ducati Streetfighter V4: caratteristiche tecniche


Presentata alla Ducati World Premiere di Rimini, l'abbiamo ammirata ad Eicma 2019: la nuova Streetfighter V4 è, come ci si aspettava, una esagerata hypernaked, una Panigale V4 denudata dalle carene, ma con un pacchetto aerodinamico degno di una supersportiva.

È il frontale la parte che si distacca maggiormente dalla sorella carenata: il faro sembra continuare le linee tracciate dal serbatoio, proteso in avanti e caratterizzato dal profilo a "V" delle luci diurne DRL, ispirate, a detta del Centro Stile Ducati, all'espressione del Joker. La posizione di guida risulta meno estrema e più pronta ad aggredire la strada, grazie al manubrio alto e largo, tipico delle naked.

Si fanno notare le ali sovrapposte, ispirate dalla MotoGP, in grado di generare 28 kg di downforce a 270 km/h, riducendo il galleggiamento della ruota anteriore, mentre dietro al radiatore  sono presenti degli estrattori di chiara ispirazione alla Formula 1.

Lasciato ben in vista, il motore è il Desmosedici Stradale da 1.103 cc, capace di 208 CV a 12.750 giri/min e di una coppia massima di 123 Nm a 11.500 giri/min. Numeri che possono crescere ulteriormente con l'adozione dello scarico Ducati Performance by Akrapovič, più leggero di 6 kg rispetto alla soluzione standard, che porterebbe la potenza a 220 cv e la coppia a 130 Nm. Quando la temperatura del liquido refrigerante raggiunge i 75°, è prevista la disattivazione dei due cilindri della bancata posteriore, facilitando la guida in città.

A sorreggere quel motore, un telaio Front Frame, anch'esso derivato dall'esperienza in MotoGP, che sfrutta come elemento stressato proprio il motore, consentendo di avere un'estensione del telaio ridotta e una rigidità senza eguali. Non a caso, il peso a secco registrato è di 180 kg. Fissato al telaio principale e alla testa della bancata posteriore, un telaietto reggisella in traliccio.

Parlando di sospensioni, troviamo davanti una forcella Showa Big Piston Fork (BPF) da 43 mm completamente regolabile in compressione, estensione e nel precarico molla, mentre dietro c’è un ammortizzatore Sachs completamente regolabile e fissato direttamente al motore. Sachs anche l'ammortizzatore di sterzo. Ci si affida alle pinze monoblocco Brembo Stylema, a 4 pistoncini, che mordono i dischi da 330 mm, per quanto riguarda l'impianto frenante. Al posteriore un disco singolo da 245 mm con pinza a doppio pistoncino. Il tutto regolato dal sistema ABS Cornering EVO.

Rimaniamo in tema di elettronica, parlando della piattaforma inerziale IMU a 6 assi con (come già detto) ABS Cornering EVO, Traction Control (DTC) EVO 2, Slide Control (DSC), Wheelie Control (DWC) EVO, Power Launch (DPL), Quick Shift up/down (DQS) EVO 2, Engine Brake Control (EBC) EVO e Ducati Electronic Suspension (DES) EVO. Tre i riding mode di serie, personalizzabili nei sottomenu dei vari DTC, DWC, DSC e EBC. Il tutto è controllabile dalla strumentazione in TFT a colori da 5" ereditata dalla Panigale V4 R: layout personalizzabili, in base alla mappa scelta, e lancetta del contagiri digitale.

La versione più raffinata, Ducati Streetfighter V4 S, si distingue dalla "base" (se così si può chiamare) per la dotazione che comprende sospensioni Ohlins con forcella NIX30 da 43 mm, mono TTX36 e ammortizzatore di sterzo con sistema di controllo event-based. Il sistema delle sospensioni è gestibile tramite Öhlins Smart EC 2.0 che sfrutta una nuova interfaccia di regolazione OBTi (Objective Based Tuning Interface).




Ducati Streetfighter V4: prezzi e disponibilità


Ducati Streetfighter V4 sarà disponibile a partire da marzo 2020 presso i concessionari ufficiali Ducati, al prezzo di 19.999 euro. Serviranno, invece, 22.999 euro per portare a casa la raffinata Streetfighter V4 S.


  • shares
  • Mail