Il CIV edizione 2017 riparte da Imola

Tantissimi spunti di interesse per una stagione che inizia questo fine settimana

civ-misano.jpg
Campionato Italiano Velocità si riparte. La stagione delle corse nazionali prende il via con un'annata dai grandi spunti di interesse in tutte le classi interessate. Un campionato che continua il suo percorso di crescita per tornare ad affermarsi a pieno titolo come uno dei migliori trampolini per il circuito mondiale da un lato, ma anche per avere una dimensione propria di caratura e fascino intrinseco. Non è un caso che, sopratutto dalle classi minori, molti giovani talenti del Mondiale di casa nostra, siano passati proprio per il CIV, ed allo stesso modo anche le stesse classi Superbike e Supersport, con giovani talenti affiancati da "vecchie volpi". Il 2017 riparte da Imola, dallo storico circuito Enzo e Dino Ferrari. Un inizio segnato da qualche polemica - come la storia della benzina unica - poi rientrata, ma che cerca il definitivo posto al sole nel panorama a due ruote. E gli ingredienti ci sono tutti.

matteo-baiocco-civ-2016.jpg

Partiamo dalla Superbike. La classe regina anche quest'anno mostra nomi di tutto rispetto, con un rimescolamento delle carte di sicuro interesse. Michele Pirro rimane nel team Barni desideroso di riprendersi lo scettro di campione dopo la questione del motore che gli valse la squalifica e la perdita di punti. Ricomincia da Barni e da Pirelli, lasciando dunque Michelin. Chi invece cambia radicalmente è il Campione in Carica Matteo Baiocco, passato all'Aprilia del team Nuova M2.

Passaggio di team e tecnico anche per Ivan Goi che dalla Ducati si riversa sulla BMW del team DMR, con Matteo Ferrari, ex mondiale Moto3, già lo scorso anno in piena crescita con le moto da un litro. Attenzione anche ad Eddi La Marra. Ritorno illustre il suo con tanta voglia di far bene insieme a Lorenzo Zanetti, ex MV Agusta nel Mondiale Supersport. Non manca Roberto Tamburini che con la Yamaha del team Pata vorrà di certo fare bene. Il CIV rimane comunque ottima vetrina di sviluppo e non a caso, oltre al ritorno di Tamburini con Yamaha e Pata, ecco anche Kevin Calia con la nuovissima Suzuki. Ci sarà anche Lorenzo Lanzi con la BMW, e salirà dalla Supersport anche Massimo Roccoli. Il campione in carica 600cc però non inizierà da Imola. E' notizia recente che per motivi logistici e tecnici legati alla sua MV Agusta F4, il via è slittato al secondo round.

civ-2016.jpg

In Moto3 l'attesa più grande - inutile girarci troppo intorno - è l'approdo della compagine di Max Biaggi con la Mahindra e Alessandro Del Bianco e Davide Baldini come piloti. Certo è che il romano da team manager dovrà vedersela con il Gresini Racing junior team che si presenterà ai nastri di partenza con Antony Agroppi, Luca Gresini e Tommaso Marcon. Presente anche il team 3570 MTA con Sabatucci, Sconza e Sintoni, oltre al team RMU legato alla VR46 con Thomas Rossi. E che dire del team MF84 Pluston by Althea gestito da un Michel Fabrizio che in poco tempo è divenuto piccolo grande riferimento del campionato. Quest'anno il romano punta sull'llandese Kroeze e Kevin Zannoni. Tutti però dovranno vedersela con il team MTR campione in carica. Perso Manuel Pagliani, volato verso il mondiale, si punta su Fusco e Mazzullo mentre Nicholas Spinelli punterà a vincere il titolo sfiorato con la KTM del team Pro Racing.

Uno sguardo alla PreMoto3 che tra le sue squadre presenti annovera la SIC58 Squadra Corse con Bergamini e Patacca, favoriti insieme a Boncinelli con la RMU del team Miralux Pos corse. Chi sconvolge è la Supersport 300 con un numero di iscrizioni incredibile, una griglia di 50 partenti tra cui i figli d'arte Akito e Ryota Haga che, con Nicodemo Matturro, sono schierati dal team AG Motorsport.

Come vedere le gare di Imola? In televisione sul canale 148 della piattaforma SKY, Automototv in diretta - sabato dalle 13.50 e domenica dalle ore 15.00. Presente anche il live striming di Sportube.tv accessibile anche dal sito civ.tv. I primi due round andranno anche in replica su SKY Sport MotoGP il prossimo 25 aprile.

Per chi vorrà invece vedere le gare dal vivo ecco i prezzi: sabato 10 euro, domenica 15 euro. L'abbonamento per i due giorni invece costerà 20 euro. Per i tesserati FMI, donne e ragazzi dai 14 ai 18 anni invece il prezzo sarà rispettivamente di 8, 10 e 15 euro. I minori di 14 anni possono invece entrare gratis.

kymco-oral-moto3-civ-misano-21.jpg

  • shares
  • Mail