John McGuinness Collection: 20 anni vissuti a gas aperto

E' appena iniziato il Tourist Trophy 2016, il 20° TT per il leggendario John McGuinness: sull'Isola di Man un'esposizione delle moto con le quali ha demolito i record del Mountain in questi ultimi vent'anni

ISOLA DI MAN - Vent'anni vissuti sul filo del rasoio, sfrecciando a 200 all'ora tra case e muretti. A sfidare la sorte, direbbe qualcuno... o semplicemente fare quello che dà un senso alla propria vita, direbbe John McGuinness: il TT 2016 è il 20° Tourist Trophy per il 44enne britannico, leggendario veterano delle Road Races che entrato negli "anta" non ha sembra avere nessuna voglia di chiudere ancora il gas.

E' proprio per celebrare una ventennale carriera costellata di successi che "McPint", in collaborazione con i suoi sponsor Dunlop, Bennetts e Motul, ha deciso di esporre in una mostra dedicata le motociclette con cui ha partecipato alla folle corsa stradale dell'Isola di Man in queste due decadi.

PACEMAKER, BELFAST, 30/5/2016: To mark John McGuinness's  20th year of TT racing a display has been unveiled in the TT 2016 paddock. Beginning with the 250cc Honda he rode in his first race in 1996 and finishing with last year's Senior TT winning CBR1000RR Honda, the ten machines on display capture key moments of the Morecambe legend's 23 TT victories.  PICTURE BY STEPHEN DAVISON

L'esposizione, inaugurata in questi giorni a Nobles Park sull'Isola di Man nei pressi della Grandstand Area, ha luogo in quello che è il box del team EMC2/Bet Victor Racing che cura la Honda CBR1000RR con cui John correrà nella gara Superstock di lunedì, cosa che permetterà ai visitatori di immergersi nella febbrile attività di una squadra nel pieno dei preparativi di una corsa impegnativa come il TT.

"Era da tempo che pensavo a un'esposizione simile, ma è solo durante un dialogo con Mark Sears della Dunlop all'inizio di quest'anno che tutto ha iniziato a prendere forma concretamente" ha detto McGuinness "Purtroppo Mark ha perso la vita in un incidente appena due mesi fa, ma il progetto è andato avanti. Volevo ringraziare in qualche modo tutti i fans del TT e condividere la mia ventennale avventura con loro, che sono stati parte integrante di questa esperienza stupenda. Saremo anche impegnati a lavorare sulla CBR così i visitatori potranno anche guardare come lavora in una squadra corse: spero che la gente venga e si diverta!".

PACEMAKER, BELFAST, 30/5/2016: To mark John McGuinness's  20th year of TT racing a display has been unveiled in the TT 2016 paddock. Beginning with the 250cc Honda he rode in his first race in 1996 and finishing with last year's Senior TT winning CBR1000RR Honda, the ten machines on display capture key moments of the Morecambe legend's 23 TT victories.  PICTURE BY STEPHEN DAVISON

Una collezione di 12 moto, dalle leggere 250 due tempi con cui ha trionfato nella Lightweight, alle potentissime Superbike con cui si è imposto in Senior TT, passando per le supermono e le recentissime zero-emission elettriche che hanno aggiunto altre vittore nel suo impressionante palmares che conta 23 successi sul terribile e affascinantissimo Snaefell Mountain Course: la carriera di McGuinness ha un qualcosa di straordinario non solo per gli inarrivabili numeri e per la quantità di record snocciolati a ripetizione, ma anche per la varietà di motociclette differenti su cui il Missile di Morecambe ha mietuto vittorie e demolito primati che sembravano impossibili da raggiungere.

"La cosa bella della collezione è che c'è una gran varietà di moto differenti tra due tempi, quattro tempi, monocilindriche, Superbike ed elettriche" ha continuato McPint "E ognuna di esse ha una storia da raccontare: ricordo ancora benissimo il mio primo giro sulla Honda RS250... quel giorno ci fu vento, nebbia, sole, pioggia, freddo, caldo... quattro stagioni in una giornata!".

mcguinness_-vimto-tsr-honda1-jpg.jpg

Effettivamente, la lista dei pezzi esposti è davvero succulenta per ogni appassionato delle Road Races:

Paul Bird Motorsport Honda RS250, 1996. L'Hondina sulla quale John debuttò nel lontano 1996.

Demon Vimto Honda TSR250, 1999. L'ottavo di litro del primo successo in carriera al TT, nella classe Lightweight allora feudo dei due tempi. "Durante primo giro che percorsi su quella moto mi dissi che se non avessi vinto con lei, allora non sarei mai riuscito a vincere. Andava così bene!"

Chrysalis AMDM 720, 2000. Una supermono praticamente artigianale con cui John si aggiudicò la vittoria nel 2000. "Vedere le facce dei ragazzi del team dopo che vinsi sulla loro moto fu davvero speciale. Sono molto orgoglioso di quella vittoria".

PACEMAKER, BELFAST, JUNE 2000 ISLE OF MAN TT RACES John McGuinness wheelies the Chrysalis over Ballaugh Bridge on his way to victory in the Singles TT in 2000. PICTURE BY STEPHEN DAVISON/PACEMAKER

Valmoto Triumph Daytona 600, 2003.

IFS Yamaha YZF-R1, 2004. La moto del primo successo nelle categorie "grandi".

RLR Honda 400, 2004. La vincitrice dell'ultima gara del TT dedicata alle 400cc.

IFS Yamaha YZF-R6, 2004. La supersport della casa di Iwata fu la terza protagonista dell'hat trick del 2004.

HM Plant Honda CBR1000RR Fireblade, 2007. La CBR della doppietta in Superbike e Senior, con cui John diventò il primo pilota ad abbattere il muro delle 130 miglia orarie di media. Spaventoso, se si pensa che McGuinness fu anche il primo a infrangere le barriere di 127, 128, 129 e 131 mph.

RAMSEY, ISLE OF MAN - JUNE 08:  John McGuinness in action during the senior race in the Isle of Man TT (Tourist Trophy) Races on June 8, 2007 in Ramsey, Isle of Man.  (Photo by Ian Walton/Getty Images)

Padgett's Honda CBR1000RR Fireblade, 2008. Con questa Fireblade venne eguagliato il record di quattro vittorie consecutive nella Senior, appartenuto a Mike Hailwood. Esposte anche altre tre CBR condotte in gara da McGuinness, tra cui quella che gli ha consegnato la 23^ vittoria lo scorso anno e sui cui ha stabilito il record assoluto del Mountain.

Mugen Shinden San, 2014. La lunga carriera di John gli ha permesso di vincere su moto completamente diverse, e dominare in epoche che sembrano lontane secoli tra loro: dalle fumanti due tempi alle innovative moto elettriche, come questa Mugen con cui nel 2014 aggiunse alla sua bacheca anche il primo posto al TT Zero.

Se siete sull'Isola a vedere il TT oppure siete in procinto di partire per godervi le gare della prossima settimana, direi che se passate a salutare John non ve pentirete...

mcguinness_mugen-9-jpg.jpg

  • shares
  • Mail