MotoGP: Ducati vuole rinnovare con Hayden, Spies non sostituirà Valentino e Yamaha non si preoccupa dei rumors Rossi-Ducati


Ogni GP che si sta correndo da Jerez a questa parte, porta nuove notizie più o meno fondate sul futuro della MotoGP e dei piloti che vi partecipano. Le scorse settimane ci siamo fatti la testa a cocomero con la vicenda dei contatti Stoner-Honda, ma dal giorno dell'infortunio del Dottore, è sulla bocca di tutti il binomio Rossi-Ducati.

Nessuno conferma, nessuno smentisce, e ognuno dice la sua, ma mettendo da parte rossi, e continuando con Ducati, c'è la concreta realtà di Nicky Hayden, che sta per essere riconfermato dal Team Ducati Marlboro per ancora una stagione, come dice Vitto Guareschi: "Spero che Nicky decida di restare con noi, siamo tutti contenti di lui. La scorsa stagione è stato un disastro, ma passo dopo passo stanno arrivando i risultati. Potrebbe essere tutto confermato prima di Brno"

Teste a forma di anguria sono state avvistate nel box Yamaha, dove i boss sono stati travolti dalla miriade di rumors su Vale in rosso. Lin Jarvis tenta così di placare i toni: "Realisticamente, Ducati è l'unica vera opzione per lui. Passare da Yamaha a Honda non avrebbe senso, ma sappiamo che il nostro team è il migliore, la nostra moto è la migliore e il nostro approccio pure... non vedo particolari motivazioni che convincano Valentino a cambiare squadra"

Poi continua: "L'unica motivazione potrebbe essere la tentazione di diventare campione su una moto italiana, ma penso rimanga un sogno, per la casa italiana, per i tifosi e per gli sponsor. E' un argomento ghiotto per i rumors e le speculazioni ma vedremo più avanti. Non sono preoccupato, noi abbiamo il meglio da offrire a Valentino, e lui deciderà la cosa migliore per lui. L'infortunio, inoltre, non intacca il nostro desiderio di avere sia lui che Jorge nel nostro futuro". Lin fa dichiarazioni ben mirate, ma il tono condizionale mette le sue affermazioni a livello di tutti i rumors che stiamo sentendo.

Nell'altra sponda Yamaha, quella non ufficiale, si dice che Ben Spies rimarrà in Tech3 per tutta la stagione, e non sostituirà Valentino per scelta del team, e non solo per i vincoli di regolamento (che può sempre avere qualche deroga, se lo si vuole): "Ben sta compiendo una dura missione, sta imparando la moto e i tracciati, e salire ora sulla moto di Rossi metterebbe troppe attenzioni su di lui e troppe aspettative - dichiara Herve Poncharal - E' la decisione migliore non farlo muovere dal nostro team"

via | MCN

  • shares
  • Mail
69 commenti Aggiorna
Ordina: