MotoGP: La pioggia esalta Nakano

Shinya NakanoCosì come era già successo ieri per la prima giornata di prove sul circuito malese di Sepang, anche oggi, intorno alle 15 ora locale, la pioggia ha purtroppo fatto la sua comparsa, obbligando i piloti a rientrare ai box.

Il miglior tempo è quello fatto segnare dal giapponese Shinya Nakano su Kawasaki, che precede Loris Capirossi e Valentino Rossi, che precede la Suzuki di John Hopkins e la Honda di Dani Pedrosa, che ottiene il quinto tempo della giornata.

Il sesto tempo è quello dello spagnolo Carlos Checa, sulla Yamaha M1 del team Tech 3, che si tiene alle spalle la M1 di Colin Edwards.

Loris Capirossi ha sfruttato al meglio le ore di pista disponibili per continuare il lavoro di messa a punto della sua Desmosedici. Sull'unica pista che attualmente permette un confronto con l'esito di test precedentemente effettuati con la GP6, l'italiano ha lavorato sull'erogazione del motore e sul set up del freno motore. Capirossi è particolarmente soddisfatto dei pneumatici che Bridgestone ha realizzato sulla base delle indicazioni emerse dal primo test malese di gennaio.

"Giornata decisamente positiva! - ha detto sorridendo Loris - In mattinata abbiamo lavorato su assetto, gestione del motore e del freno motore e abbiamo trovato un ottimo set up. Ci siamo quindi dedicati alla prova di alcune nuove gomme posteriori. Sono davvero un bel passo avanti rispetto a quella "standard" (quella con la quale Loris vinse il GP di Malesia 2005 ndr) e sono contento del lavoro svolto dalla Bridgestone. Domani, temporali permettendo, abbiamo in programma un long run per verificarne anche la durata, che comunque è già parsa buona nelle uscite di oggi".


Poco di fatto invece per il compagno di squadra Sete Gibernau. Lo spagnolo, con una notte in bianco alle spalle e un forte dolore addominale, è stato costretto a tornare in hotel dopo pochi giri. Tornato al box verso le 15, non ha comunque potuto mettersi al lavoro a causa della pioggia. Non rimane quindi, al nuovo pilota del Ducati Marlboro Team, che l'ultima giornata di domani per portare a termine il suo programma di test.

"Questa notte non ho chiuso occhio, ma volevo provare a tutti i costi così sono venuto in circuito presto - ha detto il pilota spagnolo - Dopo pochi giri stavo davvero male e ho preferito andare a riposarmi un po' in albergo. Alle 15:00, nonostante non fossi del tutto a posto, sono tornato in pista per riprovare ad uscire....e si è messo a piovere... Che dire, non era la mia giornata. Spero domani di rimettermi in sesto perchè abbiamo tante cose da provare".


Una caduta avvenuta alla penultima curva veloce a destra prima del rettifilo di partenza ha compresso lo svolgimento dei test per Marco Melandri che fortunatamente non ha riportato conseguenze fisiche. Migliora invece il passo del compagno di squadra Toni Elias che oggi ha iniziato a lavorare a stretto contatto con i tecnici della Michelin per prove di pneumatici.

Marco Melandri: “E’ stata una giornata difficile. Questa mattina sono caduto alla penultima curva veloce a destra quando avevo il gas aperto. Fortunatamente non mi sono fatto male. La telemetria non registra alcuna anomalia così non ci è chiaro il motivo dell’accaduto. La pioggia e la caduta hanno compromesso il lavoro previsto per oggi. Peccato perché la moto stava lavorando bene ed era migliorato il feeling in queste condizioni di caldo torrido. Domani abbiamo in programma di provare alcune nuove gomme portate qui da Michelin. Sarà molto importante capire come si comporta la moto con questi nuovi pneumatici.”

Toni Elias: “Sono soddisfatto di questa sessione di test, peccato per la pioggia che ha rovinato completamente la sessione del pomeriggio. Questa mattina abbiamo lavorato sulla distribuzione dei pesi, provando nuove soluzioni. Il mio feeling è migliorato e di conseguenza anche il mio passo. Questo grazie anche al lavoro fatto con i tecnici della Michelin. Abbiamo iniziato a provare alcune gomme. Il programma prevedeva di provare nel pomeriggio delle nuove gomme portate qui dalla casa francese ma la pioggia non ce lo ha permesso. Domani continueremo sicuramente su questa linea. Sono contento, sono convinto di poter migliorare ancora il mio ritmo grazie anche al lavoro che faremo con Michelin.”


Aggiornamento delle 15.00.

La squadra Camel Yamaha ha impiegato il mattino lavorando su diversi assetti e provando nel contempo gomme per la Michelin, con l’obiettivo di eliminare la vibrazione che i piloti hanno sperimentato ultimamente.

Valentino Rossi: “Questa mattina abbiamo fatto parecchi giri, veloci e costanti, per cui sono contento. Abbiamo lavorato molto bene con la Michelin e con due gomme abbiamo fatto buoni progressi per quanto riguarda la vibrazione. Sfortunatamente nel pomeriggio è cominciato a piovere e non abbiamo potuto continuare in quella direzione, come volevamo. Abbiamo comunque fatto qualche giro sotto la pioggia, giusto per vedere come si comportava la moto; avevamo diverse cose da provare sul bagnato con le mappature elettroniche ma non c’è stato abbastanza tempo. Dopo pochi giri infatti la pista ha cominciato ad asciugarsi e in quelle condizioni miste, mezzo asciutto, mezzo bagnato, abbiamo dovuto fermarci. Domani potremmo fare una simulazione di gara e comunque continueremo con il lavoro cominciato oggi”.

Colin Edwards: “Oggi il tempo è stato davvero una seccatura perché avevamo parecchio lavoro da portare a termine e invece non abbiamo potuto girare quanto speravamo. In ogni caso al mattino ci siamo concentrati su una nuova regolazione della forcella, facendo poi piccole modifiche per cercare di migliorare la questione del “chatter”. Non abbiamo avuto il tempo di fare tutto ma non c’è dubbio che abbiamo fatto dei passi in avanti nella direzione giusta. Abbiamo provato anche un paio di gomme per la Michelin ma poi è cominciata la pioggia. Abbiamo completato un po’ di giri per provare qualche regolazione e un paio di cose nuove per la Yamaha e sotto quel punto di vista sembra tutto ok. Domani cominceremo presto a provare perché abbiamo parecchio da fare; spero proprio che il tempo sia più clemente!”.


Tempi ufficiosi - Test di Sepang – Giorno 2

01. Shinya Nakano (Kawasaki Racing) - 2’01.08

02. Loris Capirossi (Ducati Marlboro) - 2’01.87

03. Valentino Rossi (Camel Yamaha) - 2’01.89

04. John Hopkins (Suzuki MotoGP) - 2’01.90

05. Dani Pedrosa (Repsol Honda) - 2’01.93

06. Carlos Checa (Yamaha Tech 3) - 2’02.06

07. Colin Edwards (Camel Yamaha) - 2’02.20

08. Randy de Puniet (Kawasaki Racing) 2’02.37

09. Makoto Tamada (Konica Minolta Honda) 2’02.56

10. Toni Elías (Fortuna Honda) - 2’02.6

11. Marco Melandri (Fortuna Honda) - 2’02.65

12. Sete Gibernau (Ducati Marlboro) - 2’02.87

13. Nicky Hayden (Repsol Honda) - 2’02.93

14. Kenny Roberts Jr. (KR) - 2’02.95

15. Chris Vermeulen (Suzuki MotoGP) - 2’03.18

16. Alex Hofmann (D’Antin Ducati) - 2’04.23

17. Jose Luis Cardoso (D’Antin Ducati) - 2’04.65

18. James Ellison (Yamaha Tech 3) - 2’04.65

via | motogp

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: