Guidava con i Google Glass: multa annullata

Annullata la prima multa per guida con i Google Glass: non è stato possibile dimostrare che fossero accesi, ecco tutti i dettagli.


Negli scorsi mesi, Cecilia Abadie, una donna californiana, era alla guida con dei Google Glass, speciali occhiali tecnologici che tramite uno schermo integrato permettono di avere numerose informazioni in tempo reale. Dopo aver superato il limite di velocità la donna venne fermata da un agente di Polizia che le diede ben due multe, una per eccesso di velocità ed un'altra per l'utilizzo di un dispositivo video durante la guida. Cecilia è stata infatti la prima persona ad essere multata per l'utilizzo dei Google Glass.

Oggi, dopo aver fatto ricorso nelle scorse settimane alla San Diego County Traffic Court, Cecilia è riuscita ad ottenere l'annullamento della multa. La motivazione però riguarda il fatto che il poliziotto non avrebbe potuto dimostrare se effettivamete i Google Glass fossero accesi mentre la donna stava guidando. Questo dispositivo rimane infatti in standby senza fornire informazioni e può essere attivato con un semplice battito di ciglia oppure tramite i comandi vocali. Il nuovo dispositivo di Google permette infatti di trovare all'istante tantissime informazioni, tradurre immediatamente delle frasi in qualsiasi lingua del mondo o utilizzare applicazioni tra le più disparate, come ci ricordano i colleghi di Downloadblog.

Il caso di Cecilia ha creato così un precedente che potrebbe essere utilizzato in futuro nel caso vi fossero altre persone multate per l'utilizzo dei Google Glass alla guida. Ci si aspetta dunque il possibile arrivo di una legislazione in merito, con possibili novità per quanto riguarda il codice della strada visto che, secondo le previsioni di Google, nei prossimi anni i nuovi Google Glass si potrebbero diffondere molto rapidamente in tutto il Mondo.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: