Metzeler Roadtec Z6 Interact, prestazioni che durano!

Metzeler Roadtec Z6 Interact

Lo sviluppo continuo dei nuovi pneumatici viene cavalcato da tempo dal marchio italo-tedesco che si pone da sempre al vertice per l’introduzione di nuove tecnologie nei propri pneumatici. Nasce da questo il nuovo sport tourer Z6 Interact che garantisce percorrenze elevatissime pur garantendo performance degne di coperture sportive

La gara che si svolge regolarmente da ormai 100 anni sull’Isola di Man, tra leggenda e follia, tra i ricordi dei grandi campione e le superbike di ultima generazione, rappresenta ancora il tracciato più lungo al mondo. I circa 60km che si snodano attraverso la rigogliosa vegetazione dell’isola, tra marciapiedi, case, campagne aperte, passando dalla città di Douglas situata la livello del mare fin su nella montaid road con i 422m di altezza del tratto del Mountain della zona di Brandywell.

A cambiare lungo questi 60km non è solo il paesaggio che ci troviamo intorno ma anche l’asfalto che scorre sotto le nostre ruote con tratti ben levigati e altri ricchi di asperità, con punti più consumati e quasi lisci ad altri perfettamente conservati e ricchi di grip. Qui curve con strisce pedonali in traiettoria si possono alternare a curve poco illuminate e ricche di umidità, fino a incontrare un acquazzone nel tratto montuoso quando più in basso splende perfettamente il sole.

Metzeler Roadtec Z6 Interact
Metzeler Roadtec Z6 Interact
Metzeler Roadtec Z6 Interact

Tali e tanti variazioni sia metereologiche che nelle condizioni del manto stradale da mettere a dura prova il rendimento di un pneumatico, che deve garantire grandi performance sia su asciutto che su bagnata e dimostrare un buona capacità di assorbimento sia delle sollecitazioni dinamiche che di quelle provenienti da buche e irregolarità strada, pur senza compromettere la maneggevolezza del mezzo.

Quale migliore campo di prova poteva quindi scegliere il nuovo Metzeler Roadtec Z6 Interact che sostituisce il precedente Roadtec Z6 (presentato sempre nell’isola di Man nel 2003), perché il nuovo Interact si propone di migliorare in modo sensibile le prestazioni su strada del precedente Z6 pur mantenendo inalterate le stesse e formidabili doti di durata e percorrenza chilometrica. Non scordiamo infatti che i moderni pneumatici sportivi pur garantendo prestazioni elevatissime consentono percorrenze che vanno dai 4.000 agli 8.000km a seconda del tipo di utilizzo.

Bene il nuovo Z6 Interact mantiene la tradizione di famiglia garantendo percorrenze dell’ordine dei 15.000km e al contempo innalza le doti di maneggevolezza, grip e tenuta di strada del precedente Z6. Una copertura è un complesso assemblato tra diversi materiali - acciaio e tele - assieme alla mescola del battistrada. Un miglioramento del prodotto richiede un nuovo bilanciamento tra tutti gli elementi.

Metzeler Roadtec Z6 Interact
Metzeler Roadtec Z6 Interact
Metzeler Roadtec Z6 Interact

La tecnologia INTERACT™ si basa sulla perfetta interazione tra tutti gli elementi della copertura, una struttura modulare per la distribuzione calibrata delle sollecitazioni e una mescola derivata da una tecnologia di miscelazione molto efficace. Dopo una serie di test è diventato evidente che modificando la rigidità di ogni singolo elemento – carcassa, cintura, mescola – si otteneva un progressivo adattamento della copertura ad ogni angolo di piega della moto. Questo ha provato un’effettiva interazione tra struttura e mescola e le performance, come l’aderenza in tutte le condizioni e il chilometraggio, dipendono così in maniera diretta dalla rigidità della struttura.

È questa la diretta evoluzione del brevetto della cintura d’acciaio a 0° che offre soluzioni su misura per le diverse necessità di ogni stile di guida senza alcuna discontinuità in termini di performance. La nuova mescola è caratterizzata dall’applicazione dei polimeri più evoluti, sia per l’anteriore che per il posteriore. Questi, assieme agli altri elementi e ad un rapporto bilanciato di silica, permettono una maggiore stabilità e grip, senza penalizzare il chilometraggio del ROADTEC Z6, e assicurano inoltre un veloce riscaldamento e stabilità termica.

Il nuovo rapporto di Silica (del 65% contro un 30% del ROADTEC Z6) garantisce una migliore aderenza sul bagnato a qualsiasi temperatura e condizione di impiego. L’utilizzo di resine dedicate permette inoltre di mantenere l’eccezionale chilometraggio del ROADTEC Z6. Fino ad oggi è stato difficile avere un prodotto in grado di copiare le sollecitazioni ricevute, poiché alla copertura era richiesto un continuo adattamento tra le differenti parti di appoggio. Ma gli ingegneri della Metzeler, lavorando da anni al processo di avvolgimento con la cintura in acciaio a 0°, hanno apportato un altro grande sviluppo.

Metzeler Roadtec Z6 Interact
Metzeler Roadtec Z6 Interact
Metzeler Roadtec Z6 Interact

Il nuovo processo di avvolgimento permette alla copertura di cambiare comportamento in maniera progressiva in dipendenza dalle diverse aree sollecitate. Questo è il risultato del processo di avvolgimento della cintura, che permette differenti tensioni a seconda delle sollecitazioni richieste ad una determinata parte della copertura. Come risultato è stata ottenuta una forte interazione tra la carcassa e la cintura che è disposta con differenti tensioni su tutto il profilo dalla sommità del battistrada ai fianchi della spalla. Nessuna mescola riuscirebbe da sola a raggiungere un tale risultato.

Così nell’utilizzo stradale, mentre l’anteriore si rivela molto “svelto” nei cambi di direzione e stabile in franata, il posteriore migliora tre aspetti fondamentali, come il time di warm up (cioè il tempo di riscaldamento), la capacità di riscaldarsi in modo uniforme (anche durante lunghi tratti rettilinei) e la possibilità di fornire una spalla morbida molto deformabile pur mantenendo una carcassa piuttosto rigida nella zona centrale del pneumatico. Questo è reso possibile dalla struttura del filo di acciaio intrecciato a zero gradi ma dove ogni singola bandina è realizzata da vari fili intrecciati a spirale.

Questa particolarità costruttiva consente di mantenere alcune zone “precaricate” e quindi più rigide, mentre altre meno precaricate consentono una maggiore deformazione della carcassa di fronte ai carichi. La zona laterale del pneumatico grazie alla sua maggiore deformazione si “spalma” meglio sull’asfalto aumentando la superfice di contatto con il terreno. Così se da un lato si garantiscono prestazioni al top nell’uso Touring, dall’altro si innalzano sensibilmente quelle nell’utilizzo sportivo. Il prezzo dello Z6 Interact si manterrà in linea con il precendete Z6 che andrà a sostituire, con un aumento di circa il 5%.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: