Dakar 2013, Stage 3: i commenti dei protagonisti

Dakar 2013 - Stage 3

La terza tappa della Dakar 2013 - Pisco-Nazca di 343 km, di cui 243 km di speciale - ha visto il cileno Francisco 'Chaleco' Lopez (KTM) cogliere il suo secondo successo personale in questa edizione del raid, ma dal punto di vista della classifica generale il dato più importante è che Cyril Despres (KTM), favorito numero uno della corsa, si è portato al comando della graduatoria generale, dove ora conduce con 2'51" di vantaggio sullo stesso Lopez e 4'59" sul norvegese Ullevalseter, anche lui su KTM. Grosse difficoltà invece per diversi nomi importanti come Helder Rodrigues (Honda), Joan Barreda Bort (Husqvarna) e Ruben Faria (KTM). Questi i commenti dei protagonisti dopo la terza tappa:

Francisco Lopez (CILE, KTM - 1° Classificato - 2° in Classifica)

“Oggi [ieri] sono partito più indietro, ma ho spinto al massimo per tutta la corsa per provare a prendere Cyril. Mi sono concentrato sulla navigazione e sulla ricerca dei 'check-points', ed è andato tutto bene. La tappa di domani porterà altri cambiamenti nelle prime posizioni, per cui preferisco concentrarmi sulle cose giorno-per-giorno."

Paulo Goncalves (PORTOGALLO, HUSQVARNA - 2° Classificato - 16° in Classifica)

"Ho ho spinto bene e sono contento del piazzamento. Peccato che a poco dall’arrivo mi sono insabbiato su una duna e ho perso circa un minuto per ripartite. Volevo vincere oggi e ci sono andato molto vicino."

Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3












Alessandro Botturi (ITALIA, HUSQVARNA - 4° Classificato - 12° in Classifica)

"Ho davvero fatto un gran cappottone!!! Dopo 100 km sono saltato male su una duna e mi sono cappottato. Per fortuna tutto bene. Poi ho rallentato anche perché c’era una polvere incredibile."

Cyril Despres (FRANCIA, KTM - 3° Classificato - 1° in Classifica)

"Oggi [ieri] credo di aver fatto progressi significativi nella classifica generale. Sono partito dodicesimo, ma ho raggiunto in fretta quelli davanti e mi sono ritrovato in testa della corsa dal km 190 in poi. Considerando che ero partito 20 minuti dietro a Barreda e Pedrero, penso proprio di aver fatto un buon lavoro! "

Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3

Helder Rodrigues (PORTOGALLO, HONDA - 33° Classificato - 28° in Classifica)

"E' stata un'altra giornata difficile per me. All'inizio c'era molta polvere che mi ha impedito di attaccare, poi ho iniziato a spingere e circa a metà del percorso go raggiunto Cyril [Despres]. Puntavo ad ottenere un buon risultato, ma ancora una volta ho avuto un problema di carburante che mi ha fatto perdere quasi 20 minuti. E' un vero peccato, ma Dakar è ancora lunga e lavoreremo con il team per cercare di trovare delle soluzioni".

Joan Barreda (PORTOGALLO, HUSQVARNA - 44° Classificato - 18° in Classifica)

"Stavo andando molto bene, ma dopo 40 km nell’atterraggio da un salto ho rotto la ruota posteriore. Ho dovuto fermarmi per cercare di sistemare il danno, ma non c’è stato nulla da fare. Così ho continuato fino alla fine della speciale a ritmo lento. Peccato! Ma questa è la Dakar. Domani è un altro giorno!”

Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3
Dakar 2013 - Stage 3

  • shares
  • Mail