Nolangroup in solidarierà per 24 mesi

Il Gruppo Nolan è in solidarietà. La riduzione dell'orario di lavoro dell'azienda di Alberto Vergani consentirà di superare la situazione transitoria di calo produttivo senza licenziare nessuno.

Non sono solamente le case motociclistiche ad attraversa un momento difficile. Con lo loro, stanno attraversando un momento non certo roseo moltissime aziende del comparto due ruote, le aziende di accessori e molte del settore abbigliamento. Il gruppo Nolan, di proprietà di Alberto Vergani è una di queste. L'azienda è in solidarietà.

La riduzione dell'orario di lavoro consentirà di superare la situazione transitoria di calo produttivo. Ben vengano iniziative come quella richiesta e messa in atto dal Gruppo Nolan se hanno lo scopo di mantenere il posto ai lavoratori. Questo il testo integrale della lettera diffusa nel tardo pomeriggio dall'azienda.

Sono passati 6 anni dal “folgorante 2007” con la vittoria nel Mondiale 250 di Jorge Lorenzo e in Motogp con Casey Stoner. Il mercato ci aveva fatto raggiungere il record di profitti e di fatturato e ciò aveva permesso all’azienda di elargire un cospicuo premio di risultato (PDR) pari a 751.000 euro per l’anno 2007.
Dal 2008 in poi il mercato Mondiale è cambiato e noi, che produciamo tutto al 100% in Italia, abbiamo lottato per mantenere le posizioni di mercato e i successi sportivi. Abbiamo raggiunto il top con la doppietta inMotogp e Superbike del 2011 con Stoner/Lorenzo e Checa/Melandri. Una doppietta in contemporanea mai riuscita a nessun altro produttore di caschi. Siamo riusciti a dare ancora dei premi di risultato pari a 1.350.000 euro dal 2008 al 2010, ma quest’anno la crisi del mercato Italiano è diventata drammatica.
Nell’inverno scorso abbiamo dovuto dire addio a Jorge Lorenzo (passato a dei Koreani) e a Casey Stoner (ritirato) perché immaginavamo che il nostro conto economico non avrebbe retto al costo di questi due testimonial. I tagli in azienda sono continuati a tutti i livelli e ora la NOLANGROUP SPA ha proposto ai lavoratori e condiviso in data odierna con le RSU/OOSS di categoria un “contratto di solidarietà difensivo”, che troverà applicazione con decorrenza 1 luglio 2013. L’intervento durerà 24 mesi e coinvolgerà un numero massimo di 333 dipendenti in forza presso le sedi di Brembate Sopra (BG) e Valbrembo (BG). L’intesa raggiunta dispone una riduzione di orario nella misura del 20% come media settimanale, ma è previsto un utilizzo effettivo inferiore. Anche al management verrà applicata una riduzione proporzionale del proprio trattamento retributivo.
Le ragioni della proposta aziendale sono rappresentate dalla sopravvenuta necessità di adeguare i carichi di lavoro alla temporanea ma prolungata contrazione delle produzioni che risulta dalle previsioni di budget, indotta dalla generale situazione di incertezza del mercato. In particolare l’azienda ha inteso offrire, di propria iniziativa, un ammortizzatore sociale idoneo ad impattare il meno possibile sul reddito dei lavoratori coinvolti. La riduzione di orario consentirà di superare la situazione transitoria di calo produttivo auspicabilmente senza indurre particolari disagi economici, in linea con laprassi di forte attenzione all’impatto sociale delle soluzioni organizzative adottate che caratterizza le politiche aziendali di NOLANGROUP SPA nella gestione delle risorse umane. Al termine del ricorso è atteso il ripristino di un regime produttivo ordinario.
Alberto Vergani, presidente di Nolangroup: “Questo momento di debolezza ci stimola ancora di più a continuare nella strategia del 100% Made in Italy. Crediamo nel nostro prodotto e nei nostribrand che hanno una reputazione Mondiale altissima per i 42 anni di storia positiva ad alto livello. Infatti, in questo momento di calo drammatico delmercato Italiano, riusciamo a guardare al futuro con discreto ottimismo per l’alta percentuale di esportazione che ormai super il 77% del nostro fatturato. Lacrisi è anche un’opportunità per stimolare tutte le persone che lavorano in azienda a fare di più. L’emergenza, si sa, sviluppa capacità impensate!”
Firmato
Alberto Vergani (Presidente) & Marco Taschini (Amministratore Delegato)

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: