Juiced Bikes Scorpion: tra e-bike e "cinquantino"

Arriva dalla California l'anello di congiunzione tra biciclette a pedalata assistita e scooter elettrico: ecologica, accessibile e con tanta autonomia

L'americana Juiced Bikes, costruttore di bici e scooter a propulsione elettrica con sede a San Diego, ha da poco svelato la sua nuova Scorpion, un modello proposto come una "e-bike entry-level" dal prezzo accessibile e con un impatto estetico che richiama subito alla mente i ciclomotori degli anni '70 e '80.

Questa ricercata "affinità visiva" rappresenta il tratto maggiormente caratteristico di questa proposta, dalla forma ultra classica del telaio a quella dei grossi gruppi ottici (a LED), dalla sella allungata con piccolo portapacchi alla sua estremità arretrata fino al manubrio alto (regolabile) e alla scelta del doppio ammortizzatore posteriore.

L'ingombrante pacchetto batteria, removibile e realizzato da LG, è posizionato dove solitamente stava il serbatoio nei vecchi "cinquantini". Si tratta probabilmente dell'elemento meno armonioso nel design generale della Scorpion, ma sono comunque più che comprensibili le esigenze progettuali che hanno fatto propendere per questa impostazione.

Interessante anche la scelta di posizionare sul lato sinistro del manubrio la piccola ma efficace strumentazione Matrix con piccolo display LCD in grado di fornire diverse informazioni utili alla guida e alla diagnostica del veicolo.

Juiced Bikes propone la sua Scorpion in due versioni: la variante "base" con motore da 750 W, batteria da 672 Wh (52 V, 13 Ah), cambio Freewheel a 7 marce e sistema di pedalata assistita Cadence Pedal Assist; e quella "Hyper", con motore da 1.000 W e batteria da 998,4 Wh (52 V, 19,2 Ah), cambio Shimano a 8 rapporti e la più avanzata Cadence & Torque Pedal Assist Technology.

Per la prima - con l'impostazione di media potenza - la casa californiana dichiara un'autonomia di circa 75 km, per la seconda di ben 120 km, mentre per entrambe la velocità massima si attesta sui 45 km/h, anche se la "Hyper" può andare anche oltre questa soglia in configurazione "off-road".

Piuttosto diversi i tempi di ricarica dei pacchetti batteria: quello della "base" arriva all'80% in poco più di 5h da una normale utenza domestica o in 1h 20min con il Fast Charger a corredo; quello della "Hyper" impiega oltre 7h 30min per raggiungere l'80% da una normale presa e 2h con il suo Fast Charger.

In termini di ciclistica, la Scorpion si presenta piuttosto attrezzata: l'impianto idraulico dei freni si avvale di dischi da 180 mm ad entrambe le estremità, la sospensione anteriore è affidata a una forcella telescospica con blocco idraulico, quella posteriore a una coppia di ammortizzatori che poggiano sul mozzo posteriore, dove alloggia il propulsore.

Juiced Bikes sta attualmente vendendo la sua Scorpion tramite Indiegogo al prezzo speciale "early bird" di $ 1.299 per la versione "base" e di $ 1.999 per la "Hyper", ma tali importi saliranno rispettivamente a $ 1.499 e $ 2.499 una volta terminata la fase di lancio. Le prime consegne sono previste per Marzo 2020, anche se per ora l'offerta è limitata agli Stati Uniti.

Per maggiori informazioni e per vedere gli altri modelli della gamma Juiced Bikes, non esitate a fare una visita al loro sito web ufficiale e la pagina ufficiale del modello.

  • shares
  • Mail