Aperto a Bergamo il museo di Giacomo Agostini

Il pluri-iridato bergamasco ha da poco inaugurato la sua esposizione permanente con oltre 350 trofei, moto leggendarie e altre memorabilia.

Il mitico Giacomo Agostini ha da poco inaugurato nella "sua" Bergamo un museo dedicato alla sua strabiliante carriera nel motociclismo sportivo, articolatasi tra l'inizio degli anni '60 e metà 'anni 70 e costellata da 15 titoli mondiali, record tuttora ineguagliato per quanto riguarda le corone iridate nella storia del Motomondiale.

Tra gli impressionanti "numeri" del grande "Ago" ci sono anche i 123 Gran Premi vinti, i 18 titoli italiani, le 10 al Tourist Trophy e molto altro ancora, un palmares ai limiti dell'irraggiungibile che da ora in poi sarà opportunamente celebrato nel nuovo Museo, allestito nella sua casa di Bergamo e ora aperto al pubblico.

Progettato dall'architetto Michele Giavarini, il museo raccoglie gli oltre 350 trofei conquistati dal campionissimo organizzati in modo cronologico, con ampie concessioni anche al lato emozionale. Ci sono anche alcune delle moto più significative della sua carriera (come la leggendaria MV Agusta 500 tre cilindri) e poi caschi, tute e memorabilia assortite. Ad accogliere i visitatori, sul pavimento, il leggendario numero "1" in nero su campo giallo e la scritta "Ago" in rosso.

Il Museo Agostini è privato e può essere visitato a gruppi di minimo 8 persone, su prenotazione, da effettuarsi presso Villa Vittoria Charme and Relax, struttura gestita dalla figlia Vittoria, chr propone pacchetti che comprendono il pernottamento, la visita al museo e pure una cena in compagnia dello stesso Ago! Per info e prenotazioni basta chiamare lo 035/239209 oppure scrivere a info@villavittoriabergamo.it

  • shares
  • Mail