Logo Blogo

Tutti gli articoli con tag cal crutchlow

Incendio notturno al box Yamaha Tech3

pubblicato da Adriano

Piccolo inconveniente senza conseguenze per il team satellite Yamaha dei britannici Cal Crutclow e Bradley Smith alla vigilia del GP delle Americhe di Austin

MotoGP 2013 - Box e Paddock del Qatar

Il weekend del primo GP delle Americhe sul nuovo tracciato di Austin, in Texas, non è iniziato esattamente nel migliore dei modi per il team francese Yamaha Tech3, scuderia guidata da Herve Poncharal che in MotoGP schiera il duo britannico composto da Cal Crutchlow e dal rookie Bradley Smith. Nel corso della notte tra mercoledì e giovedì infatti si è sviluppato un piccolo incendio all’interno del box assegnato al team, pare dovuto a un corto circuito di uno degli starter eletrici utilizzati per le operazioni di accensione delle moto.

Fortunatamente nessuno si è fatto male, ma l’inconveniente ha fatto scattare i dispositivi sprinkler anti incendio dell’impianto, con il risultato che il garage Tech3 e tutta l’attrezzatura in esso contenuta sono stati oggetto di una pioggia imprevista, con entità dei danni (comunque contenuti) ancora da stabilire con esattezza. Il team ha per ora fatto sapere che una parte dell’attrezzatura informatica è stata danneggiata, ma la partecipazione al GP delle Americhe non è assolutamente in discussione.

Sembra inoltre che anche i box adiacenti (in particolare quello del team Yamaha Factory Racing di Rossi e Lorenzo, del team LCR Honda di Stefan Bradl e del team AB Cardion di Karel Abraham) siano stati invasi dall’acqua, ma senza riportare particolari conseguenze. Il team di Herve Poncharal è naturalmente già al lavoro per investigare le cause dell’inconveniente, e lo stesso Team Manager francese ha rilasciato una nota con la quale spiega la dinamica dell’accaduto ringraziando l’organizzazione del COTA ed i Vigili del Fuoco di Austin per il supporto:

“Sfortunatamente, durante la notte, c’è stato un piccolo incidente all’interno del garage Monster Yamaha Tech 3. La procedura di avviamento di una MotoGP richiede l’utilizzo di starter elettrici che durante la notte vengono lasciati in carica: si tratta di una procedura standard, un qualcosa che viene fatta abitualmente sin dall’inizio dell’epoca delle quattro tempi, ma purtroppo nella notte una delle batterie ha preso fuoco. Abbiamo subito un bel po’ di danni e, naturalmente, questo non è il modo ideale per iniziare, ma per fortuna le misure di prevenzione anti-incendio del Circuito delle Americhe e l’assistenza dei Vigili del Fuoco sono state determinanti per limitare i danni.”

“Il sistema anti-incendio è stato attivato immediatamente e i vigili del fuoco sono prontamente e tempestivamente arrivati sul posto, ed io sono grato per questo. Stiamo conducendo un’indagine approfondita per scoprire perché si è verificato questo problema, in modo da prendere i provvedimenti necessari per garantire che ciò non si ripeta più in futuro. Vorrei anche scusarmi con i team Yamaha Factory, LCR Honda e Cardion AB, visto che il sistema anti-incendio è scatttato anche all’interno della loro zona box. Sarebbe potuta andare molto peggio, ma con il fantastico supporto di Yamaha e di altri membri della affiatata comunità della MotoGP, sono fiducioso di poter partecipare alla gara di questo fine settimana senza ulteriori problemi.”

MotoGP 2013 - GP del Qatar  Losail - QualificheMotoGP 2013 - GP del Qatar  Losail - QualificheMotoGP 2013 - Qatar - Libere 2MotoGP 2013 - Qatar - Libere 2MotoGP 2013 - GP del Qatar  Losail - QualificheMotoGP 2013 - GP del Qatar  Losail - QualificheMotoGP 2013 - GP del Qatar  Losail - QualificheMotoGP 2013 - Qatar - Libere 2MotoGP 2013 - Qatar - Libere 2

....
condividi 1 Commenti

Test MotoGP Jerez: i commenti di Crutchlow, Iannone, Bradl e degli 'altri' piloti

pubblicato da Adriano

Test MotoGP Jerez 2013 - Day 3

Oltre ai piloti dei tre team factory della MotoGP 2013, l’ultima tornata di test ufficiali IRTA a Jerez ha fornito indicazioni interessanti anche per quello che riguarda gli ‘altri’ piloti della classe regina della velocità, che tra una decina di giorni saranno di nuovo in pista a Losail per le prime prove libere del GP del Qatar, round di apetrura del Motomondiale 2013.

Il pilota che ha brillato di più è sicuramente il britannico Cal Crutchlow (Yamaha Tech3), che ha chiuso al comando la terza e ultima giornata con il miglior crono del test (1:39.511) e lasciandosi alle spalle i portacolori del team ufficiale, ma ottimi segnali sono arrivati anche dal tedesco Stefan Bradl (LCR Honda, 1:39.975), terzo ieri tra le M1 di Rossi e Lorenzo, e dal nostro Andrea Iannone (Ducati Energy T.I. Pramac, 1:40.331) sesto e migliore tra i piloti Ducati nella giornata conclusiva. Segue una rapida carrellata delle dichiarazioni post-Jerez di alcuni dei principali outsiders della MotoGP 2013, a cominciare naturalmente da Cal Crutchlow:

“E’ ovviamente molto soddisfacente terminare il test con il tempo più veloce perché dimostra l’ottimo lavoro fatto sia da me che dal mio team. E’ un peccato non aver avuto la possibilità di fare più giri sull’asciutto, ma sono stato comunque molto veloce e costante e questo mi dà molta fiducia per quando torneremo a Jerez per la terza gara.”

Test MotoGP Jerez 2013 - Day 3Test MotoGP Jerez 2013 - Day 3Test MotoGP Jerez 2013 - Day 3Test MotoGP Jerez 2013 - Day 3Test MotoGP Jerez 2013 - Day 3Test MotoGP Jerez 2013 - Day 3

Continua a leggere: Test MotoGP Jerez: i commenti di Crutchlow, Iannone, Bradl e degli 'altri' piloti

....
condividi 0 Commenti

MotoGP, Crutchlow 3° nel Day-2 di Sepang: "Avrei anche potuto essere più veloce"

pubblicato da Adriano

MotoGP Test Sepang 27 Febbraio 2013

Cal Crutchlow, pilota inglese in forza al team satellite Monster Yamaha Tech3, è stato tra i grandi protagonisti della seconda giornata di questa nuova tornata di test ufficiali MotoGP a Sepang, chiudendo la giornata con un brillante terzo posto nella classifica dei tempi ottenuto grazie al crono di 2:00.907. Le buone condizioni del tracciato hanno permesso anche a Crutchlow di migliorare considerevolmente la propria miglior prestazione di ieri (di 1″3), piazzandosi alle spalle dei super favoriti Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing) e Dani Pedrosa (Honda Repsol).

Oggi Crutchlow ha lavorato principalmente sulle diverse impostazioni della forcella, sperimentando un set-up simile a quello utilizzato da Lorenzo nel tentativo di rendere la sua YZR-M1 più agile nei cambi di direzione. Il 27enne britannico si è poi dichiarato soddisfatto del lavoro svolto in pista:

“Non mi è sembrato che oggi ci fosse molto grip in pista, anche se i tempi sul giro sono migliorati molto. Abbiamo provato qualcosa di diverso con l’impostazione forcella, prendendo una direzione simile a quella di Jorge: ci sono stati aspetti sia positivi che negativi, come la maggior parte delle volte che si prova qualcosa di nuovo. Sono contento del mio passo, perché abbiamo provato un paio di assetti diversi e adesso abbiamo solo bisogno di lavorare sulla messa a punto.”

MotoGP Test Sepang 27 Febbraio 2013MotoGP Test Sepang 27 Febbraio 2013

Continua a leggere: MotoGP, Crutchlow 3° nel Day-2 di Sepang: "Avrei anche potuto essere più veloce"

....
condividi 4 Commenti

MotoGP, Cal Crutchlow: "Marquez è il miglior pilota del mondo"

pubblicato da Adriano

Test MotoGP Valencia Day 2

Cal Crutchlow, pilota britannico del team Yamaha Tech3, è rimasto talmente impressionato da quanto mostrato dal debuttante spagnolo Marc Marquez nella sua prima uscita a Valencia con la RC213V da arrivare a definire il neo Campione del Mondo della classe Moto2 come il ‘miglior pilota al mondo in questo momento’.

Su pista asciutta, Marquez è stato solo un secondo più lento dell’uomo più veloce in pista, il compagno di colori e connazionale Dani Pedrosa, raggiungendo tale livello dopo meno di 30 giri a bordo della suo nuova Honda, e Crutchlow - che a Valencia si è infortunato ad una mano in un incidente - è convinto che sarà un grande protagonista della prossima stagione.

“Penso che al momento sia probabilmente il miglior pilota al mondo - ha detto il britannico a proposito di Marquez in alcune dichiarazioni raccolte da BikeSportNews - l’anno prossimo forse non riuscirà a sfidare Lorenzo e Pedrosa per il titolo, ma sicuramente darà ad entrambi del filo da torcere: è un pilota speciale, su questo non ci sono dubbi.”

Continua a leggere: MotoGP, Cal Crutchlow: "Marquez è il miglior pilota del mondo"

Dovizioso: "Con l'asciutto sarei stato in lotta per il podio"

pubblicato da Adriano

MotoGP 2012 - Motegi - Box e Paddock

Il fine settimana di Sepang non è stato fortunato per i piloti del team Yamaha Tech3. Per Andrea Dovizioso le premesse in vista del GP di Malesia erano decisamente buone, soprattutto dopo le qualifiche del sabato che gli erano valse la terza posizione in griglia - e quindi la prima fila - alle spalle dei duellanti per il titolo Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Il forlivese comunque ha pagato in modo pesante le mutate condizioni meteo, partendo malissimoe cadendo nel suo tentativo di risalire la china. Dovizioso comunque è stato poi classificato a l 13° posto, raccogliendo 3 punti iridati.

“E ‘un vero peccato che sia arrivata la pioggia nel pomeriggio - ha dichiarato Dovizioso nel dopo-gara - Abbiamo fatto un gran lavoro con la moto sull’asciutto durante il fine settimana e siamo stati forti sin dalla prima sessione, quindi è stato un vero peccato per noi trovare queste condizioni. Ero pronto per fare una gara combattuta in condizioni di grande caldo, e sono sicuro che con l’asciutto sarei stato in lotta per il podio. Purtroppo non potevamo farci niente, ma di certo sul bagnato non ho avuto lo stesso ottimo feeling con la moto. Alla partenza ho perso subito il controllo della moto e con esso anche diverse posizioni, ma poi sono riuscito a ritrovare un buon ritmo abbastanza rapidamente.”

“E’ molto difficile iniziare una gara sotto la pioggia quando non si sono potute testare condizioni simili in tutto il weekend - ha proseguito il ‘Dovi’ - ero abbastanza veloce, ma mi mancava grip al posteriore. Potevo frenare molto forte, ma ho fatto molta fatica in uscita di curva. Ho spinto davvero a fondo per cercare di passare Casey [Stoner], perdendo l’anteriore senza toccare i freni mentre avevo la massima angolazione. Sono comunque riuscito a fare punti e a finire la gara, ma ci aspettavamo molto di più: sono determinato a rifarmi in fretta già la prossima settimana in Australia.” Seguono le dichiarazioni post GP della Malesia di Cal Crutchlow.

Continua a leggere: Dovizioso: "Con l'asciutto sarei stato in lotta per il podio"

....
condividi 7 Commenti

MotoGP, Sepang: Lorenzo e Pedrosa pronti allo scontro

pubblicato da Adriano

Ad aprire le danze del GP di Malesia, 16° e terzultimo appuntamento del calendario MotoGP 2012, è stata come sempre la tradizionale conferenza stampa con i piloti, ai quali hanno presenziato il capo-classifica Jorge Lorenzo (Yamah Factory Racing), il suo inseguitore Dani Pedrosa (Repsol Honda), ed i tre piloti che al momento si contendono la quinta posizione in classifica: Valentino Rossi (Ducati Team), Cal Crutchlow (Yamaha Tech3) e Alvaro Bautista (Honda Gresini San Carlo).

Tra le varie possibili conclusioni del GP di Malesia, c’è anche quella che Jorge Lorenzo si laurei Campione del Mondo già a Sepang, ma lo spagnolo la considera a buon ragione un’ipotesi alquanto remota: “Sì, è una possibilità, ma è molto difficile che succeda per cui non ci penso molto - ha spiegato Lorenzo - cercherò invece di raggiungere il mio massimo potenziale in ogni sessione e, soprattutto, in ogni gara. Devo concentrarmi e fare il massimo dei punti possibili domenica. In Giappone abbiamo provato di tutto per vincere: in prova siamo andati molto bene ed in gara ho cercato di andare via in fuga, ma putroppo non ci siamo riusciti e ho chiuso in seconda posizione.”

“Speriamo che quì possa cambiare qualcosa - ha proseguito il maiorchino - con una pista diversa, condizioni diverse e circostanze diverse. Aspettiamo di vedere cosa succederà domani: è una pista lunga, molto larga, e di solito fa caldissimo, motivo per il quale la moto ha meno potenza. Te ne accorgi in uscita di curva, e quì ce ne sono di tutti i tipi: lunghe, lente, chicanes .. è una pista completa”.

MotoGP 2012 - GP MotegiMotoGP 2012 - GP MotegiMotoGP 2012 - GP MotegiMotoGP 2012 - GP Motegi

Continua a leggere: MotoGP, Sepang: Lorenzo e Pedrosa pronti allo scontro

....
condividi 8 Commenti

Andrea Dovizioso: "Sapevo che Crutchlow non si sarebbe arreso"

pubblicato da Adriano

MotoGP 2012 - Aragon - Box e Paddock

Il GP di Aragon ha fruttato ad Andrea Dovizioso il sesto podio stagionale, un’altro terzo posto che proietta l’alfiere del team Yamaha Tech3 a soli 7 punti di distacco in classifica dal terzo posto detenuto da Casey Stoner, il cui rientro in pista dopo l’infortunio non è ancora è ancora stato ufficializzato. La battaglia per l’ultimo gradino del podio che lo ha messo a confronto diretto con il compagno di squadra Cal Crutchlow è stata probabilmente la parte più entusiasmante della corsa, con il forlivese che non si è lasciato sorprendere dal britannico risolvendo la questione a proprio favore sotto la bandiera a scacchi.

“E ’stata una gara molto bella e sono molto contento di essere tornato sul podio - ha commentato il Dovi - E’ stato un fine settimana difficile dal punto di vista del meteo, ma il team Monster Yamaha Tech 3 ha fatto un lavoro fantastico e la moto era davvero molto forte in gara. E’ stata una corsa molto ’strategica’ per me perché fin dall’inizio sono stato piuttosto lento in alcune curve, e per questo ho dovuto faticare molto per rimanere davanti a Ben [Spies] e Cal. Sapevo che Cal avrebbe attaccato duramente verso la fine della gara perché ci siamo ritrovati a lottare in questa maniera già un paio di volte ed io l’ho battuto, quindi sapevo che non si sarebbe certo arreso senza combattere.

“Negli ultimi due giri [Crutchlow] ha cercato di superarmi nello stesso posto - osserva Dovizioso - ma non è mai riuscito a fermare la moto, così io ho sempre avuto una velocità di uscita maggiore che mi ha permesso di riprendere subito la terza posizione. Sapevo di essere molto forte in frenata, per cui andando verso l’ultima curva ero abbastanza sicuro di poterlo tenere dietro di me. E’ bello essere di nuovo sul podio, e per questo voglio dire un grande ‘grazie’ alla mia squadra per aver fatto di nuovo un ottimo lavoro.” Leggi le dichiarazioni di Crutchlow dopo il ‘continua’.

MotoGP 2012 - GP AragonMotoGP 2012 - GP AragonMotoGP 2012 - GP AragonMotoGP 2012 - GP Aragon

Continua a leggere: Andrea Dovizioso: "Sapevo che Crutchlow non si sarebbe arreso"

....
condividi 9 Commenti

MotoGP, Misano: Lorenzo vince in solitaria, Rossi 2°, Bautista beffa Dovizioso al fotofinish

pubblicato da Nico Condorelli

MotoGP 2012 Misano

Si tratta di una vittoria schiacciante ottenuta al termine di una cavalcata in solitaria, condotta autoritariamente dal primo all’ultimo giro. Onore e merito al vincitore Jorge Lorenzo, ma per dovere di cronaca dobbiamo sottolineare anche il disastro che ha interessato il suo rivale Pedrosa: partito dal fondo per un problema sullo schieramento, il torero Camomillo è stato centrato da Barberà.

Misano celebra anche il 2° posto di Valentino Rossi, che finalmente ritrova la sua guida concreta e una maggiore confidenza (forse troppo tardiva) con la sua Desmosedici. Sempre un puasso di tutto rispetto, il pesarese è stato in grado di resistere al ritorno di Bradl nelle prime battute e di mettersi al sicuro dagli inseguitori negli ultimi giri.

Ma soprattutto, non poteva mancare, proprio qui al “circuito Marco Simoncelli“, l’affermazione del team Gresini che, con un indemoniato Alvaro Bautista, conquista un podio meritatissimo per tutti gli straordinari sorpassi fatti vedere nel corso della gara. Per soli 3 millesimi batte al fotofinish il nostro Andrea Dovizioso, ma i complimenti, nostri e di tutti, vanno anche a lui!

cronaca di gara

giro27: all’ultimo giro Dovizioso prova a beffare Bautista ma lo spagnolo resiste e il fotofinish gli conferma il 3° posto

giro26: Valentino guida bene e non concede nulla agli inseguitori

giro23: duplice sorpasso di Dovizioso e Spies su Bradl

giro22: Ben Spies si ricongiunge al gruppo di testa

giro20: Rossi continua a guidare forte e approfitta della bagarre alle sue spalle

giro17: non domo, Alvaro Bautista si prende anche il 3° posto sorpassando pure Bradl

giro15: altro grande sorpasso di Batigas ai danni del Dovi

giro13: Rossi si conferma, tenendo a bada Bradl che non riesce ad avvicinarsi

giro10: Dovisioso perde terreno dai due che lo precedono e il suo ritmo si alza visibilmente

giro9: Valentino continua a girar forte inseguito da Bradl

giro7: Lorenzo aumenta il suo vantaggio

giro4: bellissimo sorpasso all’interno di Bautista su Ben Spies

giro4: cade anche Cal Crutchlow mentre era in lotta con Dovizioso

giro3: Lorenzo si invola e Rossi lo insegue al 2° posto, ma tampinato da Bradl

giro1: Pedrosa (che partiva dal fondo dello schieramento) viene centrato in pieno da Barberà

Continua a leggere: MotoGP, Misano: Lorenzo vince in solitaria, Rossi 2°, Bautista beffa Dovizioso al fotofinish

MotoGP: il GP di Misano a tutto Sic

pubblicato da Adriano

Jorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), Cal Crutchlow (Yamaha Tech3), Valentino Rossi (Ducati Team), Dani Pedrosa e Jonathan Rea (Repsol Honda) sono stati i piloti della MotoGP che si sono presentati davanti ai giornalisti per la consueta conferenza stampa che introduce il GP di San Marino e della Riviera di Rimini, 13° round del Motomondiale 2012.

Il primo a prendere la parola è stato l’attuale capoclassifica del mondiale: “Quest’anno siamo stati molto costanti - ha osservato Lorenzo - arrivando sempre nei primi 2. Nelle ultime tre gare non sono riuscito a vincere, ma ci siamo andati vicini. Ora arriva questa pista che è stata abbastanza positiva per noi negli ultimi 4 anni: sempre secondo tranne lo scorso anno, quando sono finalmente riuscito a vincere, ma adesso diventerà importante anche il fattore pressione.”

“Nei test di Aragon abbiamo trovato qualcosa che ci dà un pò di velocità in più - in realtà lo avevamo scoperto nel test di Brno - ma non possiamo utilizzare l’ultimo motore, per cui avremo lo stesso motore e la stessa moto che abbiamo usato a Brno. Aspetteremo, ma cercheremo di lottare comunque per la vittoria e forse nella prossima gara di Aragon potremo avere una moto migliore. Ovviamente preferirei avere più punti da gestire ed essere più tranquillo, ma la sfida tra me e Dani ci da l’opportunità di fare ancora più grande questo sport nel nostro Paese”.

MotoGP 2012 - Brno - GareMotoGP 2012 - Brno - GareMotoGP 2012 - Brno - GareMotoGP 2012 - Brno - Gare

Continua a leggere: MotoGP: il GP di Misano a tutto Sic

....
condividi 4 Commenti

Kevin Schwantz in bici da Donington a Misano in memoria di Marco Simoncelli

pubblicato da Adriano

Kevin Schwantz

L’ex Campione del Mondo della 500 Kevin Schwantz e l’ex Campione del Mondo di Motocross Jamie Dobb sono i promotori di una grande iniziativa in memoria del compianto Marco Simoncelli - denominata ‘Cycle Of Wishes‘ - che avrà luogo la prossima settimana: si tratta di un viaggio di 1600 km in bicicletta in cui i due ex-iridati guideranno un plotone di piloti e amici da Donington Park, nel Regno Unito, al Marco Simoncelli World Circuit di Misano Adriatico, in Italia.

L’impresa comincerà con un giro di pista sullo storico circuito delle East Midlands questa domenica 9 Settembre, subito prima del concomitante nono round del Campionato British Superbike, e si chiuderà solo 4 giorni dopo nell’impianto della riviera adriatica alla vigilia del GP di San Marino della MotoGP. In totale saranno 12 gli uomini che faranno l’intero percorso, ma diversi piloti e personaggi del paddock si uniranno a loro per gli ultimi 10 km, quelli che separano Coriano, il paese dove è cresciuto Simoncelli, dal circuito che porta il suo nome.

Tra coloro che parteciperanno ad alcuni tratti della traversata ci saranno i piloti del motomondiale Cal Crutchlow e Bradley Smith, il presentatore della MotoGP per la BBC Matt Roberts e l’ex stella dell’ AMA Supercross Jimmy Button, fondatore dell’organizzazione benefica ‘Road 2 Recovery‘ che sarà uno degli enti beneficiari di questa iniziativa insieme alla Fondazione Marco Simoncelli.

Continua a leggere: Kevin Schwantz in bici da Donington a Misano in memoria di Marco Simoncelli

....
condividi 8 Commenti