Cal Crutchlow: "Marquez? Il Mondiale è già finito"

"La nostra moto non è perfetta, ma lui riesce comunque ad essere sempre veloce" ha ammesso Cal, parlando della differenza di feeling che lo separa dal compagno di marca

Al Sachsenring Cal Crutchlw è stato autore di una splendida terza posizione, arrivata dopo una gara passata a battagliare con Maverick Viñales per la seconda piazza: alla fine l'ufficiale Yamaha ha avuto la meglio, ma si è trattato di un risultato molto importante per il britannico che è tornato sul podio dopo 8 gare (l'ultima volta era stata a Losail, in Qatar, nella gara inaugurale della stagione). Il pilota di Coventry non è tuttavia del tutto contento della Honda 2019, una moto con cui non riesce ancora a guidare al 100%: "Non dico che questo podio sia stato merito del circuito, abbiamo lavorato duro per cercare di adattare la moto al mio stile. Tuttavia non sono ancora completamente a mio agio, non sento ciò che vorrei quando sono in sella" ha spiegato l'inglese dopo il GP di Germania.

"Sono curioso di vedere cosa succederà a Brno ma aspetto soprattutto i test del lunedì, vediamo se ci sarà qualcosa di nuovo da provare per migliorare un po' la moto" ha dichiarato ai microfoni di Autosport "Spero che riusciremo fare qualche passo avanti in vista della seconda parte di stagione, quella in cui io in genere sono più forte".

A Cal manca, insomma, quel feeling che ha permesso a Marc Marquez di dominare questo inizio Campionato: il pilota spagnolo ha vinto ben 5 delle 9 gare corse sino ad oggi, e se escludiamo l'errore di Austin - Gran Premio in cui aveva la vittoria praticamente in mano - non ha mai fatto peggio del 2° posto. Un ruolino di marcia impressionante, grazie al quale l'alfiere HRC si trova in testa alla classifica iridata con 58 punti di vantaggio sul diretto inseguitore Dovizioso: "Il Mondiale? E' finito quattro gare fa, al Gran Premio d'Italia" ha tagliato corto Cal, interrogato sull'andamento della stagione "L'anno scorso al Mugello Marc aveva fatto molta fatica, questa volta se l'è giocata con le due Ducati".

"Sta guidando molto bene, secondo me anche meglio del'anno scorso: la nostra moto ha delle lacune, ma lui riesce a colmarle e ad essere comunque veloce" ha proseguito Crutchlow "Al Sachsenring ha spinto forte nei primi 10 giri, poi ha gestito la situazione". Riuscirà a battere le Ducati anche al Red Bull Ring, circuito tradizionalmente favorevole alle Desmosedici? Secondo l'inglese, Marquez non avrà bisogno di osare: "Non lo so se ce la farà a Zeltweg, ma lui ormai può semplicemente permettersi di amministrare il vantaggio e portarsi a casa punti importanti".

  • shares
  • Mail