Assen, vince Vinales: "Mi sembra di sognare!"

Il 24enne spagnolo della Yamaha festeggia la prima vittoria stagionale in Olanda: "Sapevamo di avere il potenziale per vincere..."

Al termine di una gara combattuta e ricca di colpi di scena, lo spagnolo Maverick Vinales (Monster Energy Yamaha) ha conquistato la prima vittoria stagionale nel GP dei Paesi Bassi, ottavo round del Mondiale MotoGP 2019.

Scattato bene dalla prima fila, Vinales è stato uno dei grandi protagonisti della corsa, lottando per il primato con il pole-man Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha) e con Marc Marquez (Honda Repsol) nella prima parte della corsa e poi solo con il Campione del Mondo nella seconda, sfiancandolo con una dirompente progressione finale che gli ha permesso di tagliare il traguardo di Assen con quasi 5" di vantaggio sul connazionale.

Per Vinales, la vittoria di Assen coincide con il secondo podio stagionale dopo il 3° posto di Jerez. Era dal GP d'Australia dello scorso Ottobre che il 24enne di Figures non assaporava la gioia del trionfo personale in Premier Class e la sua grande soddisfazione ha poi trovato riscontro nel giro d'onore, quando non è riuscito a trattenere le lacrime per la grande commozione.

Queste le sue prime parole nel "parco chiuso" del TT Circuit di Assen:

"Mi sembra di sognare! Ho passato dei momenti difficili ultimamente, perché sono stato uscito nelle tre piste dove pensavo di avere il maggior potenziale con la moto (Argentina, Le Mans e Catalunya, NdR). La mia stagione è stata difficile fin qui, ma ho cercato di mantenere lo slancio preso al Montmelò, perché mi sono sentito davvero bene in sella."

Il lavoro svolto nelle ultime settimane sullo sviluppo della Yamaha YZR-M1 2019 ha certamente dato i suoi frutti, e per questo Vinales ha voluto esplicitamente ringraziare gli uomini del suo team:

"Sono molto grato alla squadra, perché hanno fatto un ottimo lavoro questo fine settimana e perché ci siamo preparati bene per gli ultimi giri della gara. Ero forte in frenata nell'uno-contro-uno, quindi sapevo di essere in grado di effettuare dei sorpassi. Questa vittoria è importante perché alleggerisce un po' la pressione su di noi: penso che ora il team sarà più rilassato."

"Sono felice di essere tornato sul gradino più alto del podio e di aver riportato Yamaha alla vittoria, è questa la cosa più importante per me. Sapevamo di avere il potenziale per vincere, ma fino ad oggi non eravamo stati in grado di dimostrarlo. Ora arriva il Sachsenring, una pista dove di solito sono veloce, quindi faremo del nostro meglio."

  • shares
  • Mail