Marquez 2° ad Assen: "Come una vittoria"

Il fuoriclasse spagnolo della Honda allunga il suo vantaggio in classifica in Olanda: "L'importante era aumentare il vantaggio nel Mondiale..."

Il secondo posto conquistato da Marc Marquez (Honda Repsol) nel GP dei Paesi Passi di questo pomeriggio è stato un risultato accolto con grande soddisfazione dal Campione del Mondo in carica della MotoGP, che una volta realizzata l'impossibilità di rincorrere lo scatenato Maverick Vinales (Monster Energy Yamaha) ha deciso di accontentarsi del posto d'onore e allungare ancora nel Mondiale Piloti su Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati), oggi 4°.

Sulla griglia di partenza di Assen, a differenza di tutti i suoi principali avversari, Marquez ha optato per una gomma morbida anche alla luce delle temperature rivelatesi più basse rispetto alle previsioni. Scattato non benissimo dalla seconda fila guadagnata ieri (suo peggior risultato in qualifica del 2019), l'asso spagnolo è sempre stato in lotta per la testa della corsa, misurandosi principalmente con Vinales e il rampante rookie e pole-man Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha).

All'11° giro, Marquez si riportato in testa per tentare di scrollarsi di dosso gli avversari con una delle sue classiche progressioni, ma sia Viñales che Quartararo non hanno mollato la presa, restando nei suoi scarichi prima di togliergli di nuovo la leadership della corsa nel giro di qualche tornata.

Con il francese poi messo in difficoltà dai continui sbacchettamenti della sua M1, Marquez si trovava poi a duellare vivacemente con Vinales per la vittoria, ma l'irresistibile allungo di quest'ultimo nella fase finale della corsa ha presto convinto l'asso della Honda a scendere a più miti consigli e accontentarsi del secondo gradino del podio, risultato certamente prezioso in ottica campionato.

Con i 20 preziosi incassati oggi in Olanda, infatti Marquez ha raggiunto quota 160 punti nel Mondiale Piloti per portarsi a +44 su Dovizioso, permettendo a Honda di salire a +22 su Ducati nella graduatoria costruttori. Dal punto di vista della rincorsa alla corona della Premier Class, il weekend appena trascorso è stato quindi certamente positivo per il fenomeno di HRC:

"Tutto sommato è stato un grande fine-settimana per noi qui ad Assen. Ho scelto la gomma morbida per correre con l'obiettivo di conquistare il podio, credo che per noi non sarebbe stato possibile raggiungerlo con la gomma dura, quindi questo 2° posto è come una vittoria perché abbiamo aumentato ancora il nostro vantaggio in campionato."

Riguardo alla sua condotta di gara odierna, Marquez ha ammesso di aver "tirato in remi in barca" una volta preso atto della maggiore velocità di Vinales:

"Alla fine ho visto che Viñales era più veloce di me, ho cercato di stargli dietro il più possibile anche per evitare una battaglia con Quartararo nel finale di gara. Stando dietro a Maverick per alcuni giri, ho capito che lui era più veloce di me oggi, quindi non posso che fargli i miei complimenti per la vittoria."

"Sapevamo che la Yamaha sarebbero state molto forti oggi, anche perché lo avevano già dimostrato nelle varie sessioni del weekend. Tuttavia, come dicevo, la cosa più importante è che abbiamo aumentato il nostro vantaggio nel Mondiale su un circuito dove di solito facciamo molta fatica."

  • shares
  • Mail