Dovizioso non demorde: "Il Mondiale è ancora lungo..."

Alla vigilia del round di Assen, il forlivese della Ducati rinnova la sfida a Marc Marquez: "Dobbiamo restare calmi e concentrati, affrontando una gara alla volta"

Lo "zero" rimediato nell'ultimo GP di Catalunya ha complicato non poco la rincorsa al titolo iridato di Andrea Dovizioso (Winnow Mission Ducati), precipitato a -37 punti dal leader del Mondiale MotoGP Marc Marquez (Honda Repsol) ma tutt'altro che intenzionato ad alzare "bandiera bianca" di fronte alla progressione dello spagnolo.

Il forlivese, ovviamente, non ha nessuna colpa per il ritiro di 2 settimane fa al Montmelò, causato da una sciagurata carambola innescata dall'ex-compagno di box Jorge Lorenzo (Honda Repsol) nella quale sono periti altri suoi "illustri colleghi", ma vedere Marquez allungare in modo così deciso in classifica è stato certamente un brutto colpo per lui come per tutto l'ambiente Ducati.

Il "Dovi" ha faticato molto per tenere il passo del Campione del Mondo in questa prima parte di stagione, ma fino ad ora è riuscito ad arrivare sul traguardo davanti a lui in sole 2 occasioni, nel GP inaugurale del Qatar, dove l'italiano ha colto la sua unica vittoria stagionale (contro le 4 dell'asso catalano) e ad Austin, dove Marquez è caduto mentre era saldamente al comando della corsa.

Vedere sfumare i propri sforzi nel patatrac della Catalagna è stato certamente frustrante per il "ducatista" che però, alla vigilia del GP dei Paesi Bassi di questo weekend, ha ribadito grande fiducia nella competitività della sua Desmosedici GP per provare a risalire la china:

"Non c'è tempo per lamentarsi dei punti persi a Barcellona e bisogna approcciare ogni gara lavorando duramente come abbiamo fatto fin ad ora. Penso che stiamo dimostrando una grande competitività e, anche se ci sono sempre degli aspetti da migliorare, siamo molto veloci."

In vista dell'appuntamento con il TT Circuit di Assen (clicca qui per orari e copertura televisiva), pista "sulla carta" non favorevole alle caratteristiche del prototipo bolognese, Dovizioso cerca quindi di mantenere un atteggiamento positivo:

"Assen non è una pista particolarmente favorevole alla nostra moto e le condizioni meteo lì rappresentano sempre una variabile complessa da gestire, ma in ogni caso abbiamo già dimostrato di essere capaci di migliorare il nostro livello di competitività nell'arco del weekend di gara, anche in circuiti sulla carta meno ideali per noi."

"Dobbiamo restare calmi e concentrati, affrontando una gara alla volta, perché il campionato è ancora molto lungo".

  • shares
  • Mail