International Bridgestone Handy Race: a Misano c'erano anche loro!

I 22 piloti dell'International Bridgestone Handy Race, sabato 22 giugno sono stati a Misano, fra i Campioni della Superbike.

International Bridgestone Handy Race-Misano

Non solo Superbike sabato 22 giugno a Misano. Fra acquazzoni, bandiere rosse e ripartenze, c'erano anche loro: i 22 piloti, provenienti da tutta Europa, dell'International Bridgestone Handy Race, pronti ad affrontare la seconda tappa del Campionato Mondiale di motociclismo paralimpico per piloti disabili.

Anche i paralympic riders, come i Campioni della Superbike, si sono ritrovati davanti una situazione tutt'altro che semplice, con una pista che offre già poco grip, ricoperta di pioggia. Fortunatamente, il sole cocente, uscito nel pomeriggio, ha asciugato di fretta la pista, consentendo a chi aveva scelto le slick di ottenere il miglior risultato: lo testimonia, la pole di Peter Rohr che ha fermato il cronometro a 1'.46".1! Se consideriamo che i ragazzi della Handy Race hanno toccato l'asfalto di Misano solo il sabato e mai prima, ci rendiamo conto di quanto possa andare forte un pilota paraplegico.


"Scendere in pista a Misano con altri piloti diversamente abili è stato davvero emozionante - racconta Max Sontacchi, quarto classificato in gara a Misano - Ho girato sempre bene, migliorando personalmente su una moto, quella di Yamaha Italia, perfetta. Peccato essere stato superato all'ultimo giro da un altro pilota, ma sono soddisfatto del weekend ed ho già voglia di rivincita e di un altro podio".

Max, terzo in classifica generale, è il promotore del progetto "Ri-mettiamoci in sella", dedicato, appunto, ai piloti diversamente abili.

Il prossimo appuntamento sarà il 28 settembre, con l'ultima tappa dell'International Bridgestone Handy Race, a Magny Cours, inglobata ancora una volta nel weekend del Campionato Mondiale Superbike.

  • shares
  • Mail