Montmelò, Dovizioso amaro: "Preferisco non commentare"

Estromesso dal GP di Catalunya da un errore di Jorge Lorenzo, il forlivese della Ducati precipita a -37 da Marquez nel Mondiale MotoGP

Le speranze di Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati) di lottare per il titolo mondiale della MotoGP 2019 hanno subito una brusca battuta d'arresto nel GP di Catalunya di questo pomeriggio, concluso dal forlivese con un desolante "zero" alla voce "punti raccolti".

Scattato benissimo al via dalla quinta casella della griglia, il "Dovi" ha preso il comando della gara alla prima curva per iniziare subito a imporre il suo ritmo al gruppetto di testa. Tuttavia, purtroppo per lui e per Ducati, la malsaorte era già in agguato: nel secondo giro, il forlivese è infatti stato falciato alla curva 10 dalla RC213V di Jorge Lorenzo (Honda Repsol), che aveva perso l'anteriore in ingresso, un incidente che causava la fine anticipata della sua corsa così come quella dei piloti ufficiali Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales.

Rientrato al box, Dovizioso ha poi guardato in TV il suo rivale per il titolo Marc Marquez (Honda Repsol) aggiudicarsi in scioltezza la corsa per portare da +12 a +37 il suo vantaggio in classifica sull'italiano, che resta secondo in graduatoria anche se incalzato più da vicino da Alex Rins (Ecstar Suzuki). Più che comprensibile il suo rammarico a fine giornata:

"Dopo un’ottima partenza mi ero portato al comando ed ero nella giusta posizione per seguire la strategia che avevamo delineato. La gomma posteriore non era ancora entrata perfettamente in temperatura e quindi non stavo ancora forzando il ritmo, ma considerando come si è sviluppata la gara in seguito ed il ritmo tenuto dagli altri piloti, penso che avremmo sicuramente potuto dire la nostra..."

"Preferisco non commentare l’incidente, ma la gara era ancora tutta scrivere. Domani ci aspetta una giornata di test importante qui al Montmelò per migliorare ulteriormente la nostra competitività: cercheremo di sfruttarla al meglio, per poi rifarci immediatamente ad Assen."

  • shares
  • Mail