Quartararo sul podio a Barcellona: "E' stata dura!"

Primo podio in carriera in MotoGP per l'astro nascente francese della Yamaha: "E solo 12 giorni fa stavo subendo un'operazione..."

Alla sua settima gara in carriera in MotoGP, il 20enne francese Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha) ha conquistato oggi il suo primo podio nella Premier Class grazie a un fantastico secondo posto nel GP di Catalunya, svoltosi sullo splendido tracciato del Montmelò.

Nel raggiungere questo clamoroso risultato, lo scintillante talento di Nizza ha certamente beneficiato del discusso incidente che, al secondo giro, ha eliminato in un sol colpo alcuni dei principali pretendenti a un posto sul podio, ma Quartararo, da par suo, non ha certamente rubato nulla, "guidando sopra il dolore" al braccio dovuto alla recente operazione per vincere il duello per il secondo posto contro un arrembante Danilo Petrucci (Mission Winnow Ducati).

Dopo aver conquistato la pole position nelle qualifiche di ieri, l'asso transalpino era certamente tra i piloti più attesi per la corsa di oggi, ma allo spegnimento dei semafori il suo scatto era tutt'altro che irresistibile, tanto da venir ben presto superato da diversi piloti e ritrovarsi solamente 8° al termine del primo giro.

Il patatrac innescato subito dopo da Jorge Lorenzo (Honda Repsol), che estrometteva dalla battaglia anche i due piloti ufficiali Yamaha Valentino Rossi e Maverick Vinales insieme al "ducatista" Andrea Dovizioso, gli ha però messo davanti un'occasione da non perdere che Quartararo ha colto al volo, liberandosi prima della concorrenza di Alex Rins (Ecstar Suzuki) per poi vincere la resistenza di Petrucci e staccarlo di circa 2" a fine gara.

Al termine di una giornata certamente memorabile per la sua carriera, un sorridente Fabio Quartararo ha così descritto la sua gioia:

"Sono molto contento di quello che abbiamo ottenuto oggi, soprattutto perché è stata una gara molto dura. Al via ho perso solo due posizioni, poi ho fatto un errore alla curva-4 perdendo altre quattro posizioni e ritrovandomi così molto indietro! Tuttavia, dopo l'incidente, mi sono trovato nella lotta per il podio e dopo pochi giri sono riuscito a prendermi la seconda posizione, dopo di che ho continuato a spingere."

"Grazie all'adrenalina della lotta per il podio, oltre che ai medicinali, il mio braccio non mi ha disturbato poi così tanto in gara. Solo negli ultimi giri ha iniziato a farmi molto male, ma la voglia di salire sul podio è stata molto più grande. Solo 12 giorni fa stavo subendo un'operazione, e ora mi ritrovo sul podio della MotoGP."

"Da quando sono iniziate le gare europee, siamo stati sempre molto veloci: questo fine settimana, il risultato peggiore che abbiamo fatto in una sessione è stato il secondo posto! Il ritmo che abbiamo è molto buono, ma dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto finora."

"Voglio ringraziare la squadra per l'opportunità che mi ha offerto e tutto il lavoro che fanno per me: sono molto felice di aver conquistato il primo podio in MotoGP anche per il team Petronas SRT Yamaha!"

  • shares
  • Mail