Montmelò, Quartararo 1° nel Day-1: "Grande giornata!"

Il velocissimo rookie francese del team Petronas SRT Yamaha stampa il miglior tempo nella prima giornata di libere per il GP di Catalunya.

Il 20enne francese Fabio Quartararo (Petronas SRT Yamaha) ha ribadito oggi la sua fama di "rookie terribile" della MotoGP 2019 andando a stampare il miglior tempo nella prima giornata di libere per il GP di Catalunya, settimo round stagionale (clicca qui per orari e copertura TV del weekend).

Completando il tracciato del Montmelò in 1:40.079 nelle FP2 pomeridiane, l'enfant prodige della Yamaha ha preceduto di 281 millesimi l'italiano Andrea Dovizioso e di 302 il giapponese Takaaki Nakagami (LCR Honda), altra grande sorpresa nel venerdì catalano della Premier Class. Considerando che nelle nelle FP1 del mattino era stato 2° a un decimo da Marc Marquez (Honda Repsol), Quartararo si propone così come pilota da tenere decisamente d'occhio in vista delle qualifiche di domani.

I risultati odierni di Quartararo sono ancora più sbalorditivi se si considera che, subito dopo il GP d'Italia di 15 giorni fa, il francese si è sottoposto a intervento chirurgico per risolvere una sindrome compartimentale all'avambraccio destro, problema che affligge spesso i piloti professionisti e di cui aveva particolarmente sofferto nelle precedenti settimane.

L'intervento, effettuato il 4 Giugno nella vicina Barcellona, sembrava aver messo in dubbio la sua partecipazione a questo secondo round "spagnolo" del Mondiale MotoGP, con la definitiva dichiarazione di essere "fit-to-race" che è stata formalizzata dalla Commissione Medica del Motomondiale solo nella giornata di ieri.

Queste le parole con cui il baby-fenomeno francese ha commentato il suo exploit odierno in Catalogna:

"Oggi è stata una . Siamo primi nella tabella combinata dei tempi e ho avuto davvero un buon feeling in sella alla moto. Non sapevo come avrebbe reagito il mio braccio dopo l'operazione, ma le cose stanno andando molto bene: c'è ancora un po' di dolore, ma tutto sommato mi sento bene."

"E' stata dura nella prima sessione, ma dopo tutto è andato meglio: si è solo trattato di abituarsi al dolore, ma sinceramente non mi aspettavo di andare già così bene in questo round."

Nella sua brevissima carriera in MotoGP, il giovanissimo transalpino ha già centrato una clamorosa pole position a Jerez, a inizio Maggio, ma i buoni riscontri di oggi non dovranno distrarlo troppo dal lavoro ancora da svolgere sulla sua YZR-M1 in vista di domenica, concetto anche da lui sottolineato a fine sessione:

"Dobbiamo stare calmi, che è la cosa più importante. Abbiamo molto lavoro da fare domani mattina e naturalmente faremo del nostro meglio per conquistare un posto in prima fila, ma in questo momento il nostro obiettivo resta quello di essere nelle prime tre file e quindi di andare direttamente alla Q2. Domani vedremo se riusciremo a fare una buona qualifica..."

  • shares
  • Mail