Petrucci: "Barcellona? Spero di essere veloce come al Mugello"

Dopo la vittoria del Mugello Danilo Petrucci si sente carico: a Barcellona l'obbiettivo è stare là davanti

La vittoria del Mugello è stata una vera e propria liberazione per Danilo Petrucci, che sin da inizio stagione è stato sottoposto a una pressione esagerata da parte di media e addetti ai lavori. Il ternano, che a Ducati è legato da un contratto di un solo anno, è finalmente arrivato a quel successo che gli serviva per affermare a chiare lettere la sua posizione nel team di Borgo Panigale: non quella di seconda guida, ma di un vero e proprio top rider deciso a giocarsi le posizione di vertice con i senatori della MotoGP.

L'anno scorso la pista toscana aveva portato fortuna a Jorge Lorenzo: dopo il successo al GP d'Italia si era aperta una striscia molto positiva per il maiorchino, che dopo un periodo molto difficile con la Desmosedici era riuscito a trionfare anche a Barcellona e Zeltweg. Anche a Petrux scatterà quell'interruttore?

“Ho molta voglia di tornare in sella” ha dichiarato Danilo alla vigilia del GP catalano "La vittoria al Mugello è stata molto importante, ora mi sento più leggero. In qualunque caso il nostro obiettivo è seguire la stessa strada sapendo che Marquez sarà un rivale molto duro da battere".

"Dobbiamo iniziare con la stessa velocità dimostrata in Italia" ha concluso un Petrucci fiducioso e convinto delle sue potenzialità "anche se è una pista complicata da interpretare, specialmente quando le temperature sono molto alte. Puntiamo al podio”. Il Montmelò, d'altra parte, è un tracciato che presenta numerose analogie con il Mugello...

  • shares
  • Mail