In 5.000 ai Vespa World Days 2019 in Ungheria

Si è chiusa a Zanka la tredicesima edizione dei Vespa World Days, il più grande raduno al mondo che richiama ogni anni migliaia di appassionati

La tredicesima edizione dei Vespa World Days si è chiusa in Ungheria, nella città di Zanka. Il celebre raduno mondiale che accomuna ogni anno tutti gli appassionati dello scooter più famoso al mondo si è tenuto sulle sponde del lago Balaton, dove hanno sfilato oltre 3.500 Vespa di tutti i tipo e di ogni epoca, giunte grazie a 5.000 Vespisti provenienti da 40 diverse nazioni (in rappresentanza di altrettanti Vespa Club Nazionali, ovviamente da tutta Europa ma anche da Hong Kong, Canada, Israele, Giappone, Filippine, Australia e Indonesia).

Insomma, è stato ancora una volta un grande evento, che per il 2020 raddoppia: due appuntamenti, in Portogallo, a Guimarães dal 2 al 5 luglio e a Bali, in Indonesia dal 23 al 25 luglio. I Vespa World Days si tengono ogni anno sotto l’egida del Vespa World Club, nato nel 2006 dall’eredità del Vespa Club d’Europe e poi della Fédération Internationale des Vespa Clubs.

Rappresentano la celebrazione del mito di Vespa: in settantatre anni di vita Vespa non è “soltanto” diventato lo scooter più amato e diffuso al mondo (sono oltre 18 milioni le Vespa diffuse nei cinque continenti) ma si è affermata come fenomeno di costume, unendo nella comune passione intere generazioni di paesi e culture lontane tra loro. Oggi si contano ben 49 Vespa Club Nazionali associati al Vespa World Club, che riuniscono migliaia di affiliati in ogni nazione.

  • shares
  • Mail