SBK, Rea vuole "mantenere lo slancio" a Jerez

Il Campione del Mondo della Kawasaki mette nel mirino il rivale Bautista nella 'sua' Spagna: "Mi sento pronto per affrontare questa nuova sfida!"

Nelle settimane trascorse dall'ultimo round di Imola dell'11-12 Giugno, il Campione del Mondo della Superbike Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) è stato comunque impegnatissimo in pista, passando prima dal test Superbike di Misano della scorsa settima per poi volare a Suzuka e partecipare al primo test in vista della prestigiosa 8 Ore nipponica, alla quale parteciperà con lo squadrone ufficiale Kawasaki.

Terminata l'importante tornata di collaudi in Giappone, l'asso nord-irlandese è pronto a fare ritorno in Europa e dirigersi verso il circuito "Angel Nieto" di Jerez de La Frontera, nella Spagna meridionale, che questo weekend ospiterà il 6° round del campionato del mondo (clicca qui per orari e copertura TV) e dove riprenderà la caccia al fuggitivo Alvaro Bautista (Aruba.it Ducati SBK), leader del Mondiale finalmente sconfitto nell'ultimo round in riva al Santerno.

 
Le due vittorie di Imola hanno certamente infuso grande fiducia in Rea e negli uomini del team ufficiale Kawasaki, che sperano di giocare qualche "brutto scherzo" al 34enne spagnolo della Ducati davanti al suo pubblico e provare così per ridurre l'enorme gap di 43 punti che separa i due in classifica.

Prima di imbarcarsi di nuovo per il Vecchio Continente, Jonathan Rea ha ribadito la grande fiducia nei suoi mezzi e nella competitività della sua Kawasaki ZX-10RR in vista del nuovo weekend di gare in Spagna:

"Sono impaziente di tornare di nuovo a correre a Jerez e capire qual è il nostro attuale potenziale su quella pista. Dopo il weekend di Imola e il test molto positivo di Misano, mi sento decisamente pronto per affrontare questa prossima sfida!"

L'appuntamento con Jerez arriva molto prima del solito nel calendario della SBK 2019, ma il 32enne asso nord-irlandese della Kawasaki è convinto di poter entrare presto in sintonia con le condizioni del circuito andaluso:

"Jerez è un circuito molto bello su cui guidare, specialmente per quanto riguarda le curve veloci alla fine del giro. Sarà importante fare molti giri durante le sessioni di prove per prepararsi bene per le gare, perché è la prima volta che corriamo a Jerez in questo periodo dell'anno."

"Le temperature saranno molto più alte di quelle che abbiamo sperimentato nei test invernali. Vedremo di tener presente questo aspetto, ma lavoreremo comunque sodo per provare a mantenere lo slancio che abbiamo conquistato con le ultime prestazioni".

Per quanto riguarda la "due-giorni" di test per la 8 Ore di Suzuka appena conclusa, Jonathan Rea ha confermato la sua soddisfazione per il lavoro svolto e ribadito il suo solito ottimismo:

"Sono contento di dove siamo, per essere il primo test. Per certi versi, questo progetto 'parte da zero' perché abbiamo una nuova ZX-10RR che è leggermente diversa rispetto a quella dall'anno scorso. Abbiamo sfruttato questi 2 giorni per familiarizzare con la moto, concentrandoci anche su aspetti quali il consumo di carburante, la posizione di guida e il set-up."

"La cosa più positiva è che Leon e io stiamo entrambi lavorando allo stesso modo: i nostri tempi sul giro sono stati più che rispettabili, siamo più veloci e più affidabili rispetto allo scorso anno. Naturalmente ci sono anche aree in cui dobbiamo migliorare, ma è stato comunque un test positivo."

  • shares
  • Mail