Mugello, 6a fila per Rossi: "In gara sarà molto dura"

Qualifiche disastrose per il pesarese della Yamaha nel 'suo' GP d'Italia: "Dobbiamo restare concentrati e provare a fare più punti possibile"

Le brutte indicazioni raccolte da Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha) nel venerdì di libere del Mugello hanno purtroppo trovato triste conferma nel sabato di qualifiche, che il "Dottore" ha chiuso con un pessimo 18° posto per la grande delusione dei suoi numerosi tifosi presenti sugli spalti.

Dopo essere rimasto fuori dalla Top 10 della MotoGP già nel Day-1, Rossi non è riuscito a migliorare a sufficienza nelle FP3 per conquistarsi l'accesso diretto alla Q2 e così ha dovuto affrontare nuovamente la sempre insidiosa Q1. Dopo aver chiuso il primo run della Q1 con il 7° tempo, nel secondo il pesarese non è riuscito a migliorarsi con il primo tentativo e mancato poi l'opportunità di fare un altro giro, transitando sul traguardo pochi secondi dopo l'esposizione della bandiera a scacchi.

Impossibilitato a migliorare ulteriormente il suo 1'47.184 mentre gli altri piloti completavano gli ultimi giri, Rossi ha poi concluso la Q1 all'ottavo posto a +0.906 dal miglior tempo della sessione firmato da Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati) davanti al team-mate Michele Pirro, promossi alla sessione successiva. Queste le parole con cui l'asso della Yamaha - oggi in pista con l'ennesimo casco celebrativo - ha poi analizzato la sua debacle odierna:

"Questa mattina le FP3 erano andate abbastanza bene, alla fine stavo facendo anche un giro buono per entrare nella top-10, ma sfortunatamente ho fatto un errore proprio all'ultima curva e questo mi ha condannato a partecipare alla Q1."

"Nelle FP4 ho usato una gomma usata, ma sinceramente non ero molto veloce, e lì ho iniziato a capire che non sarebbe stato facile arrivare alla Q2. Nella Q1, poi, abbiamo anche aspettato un po' troppo e alla fine ho preso la bandiera a scacchi prima di fare il mio ultimo tentativo. Tuttavia, sfortunatamente, ero comunque troppo lento per entrare nella Q2."

Il 9-volte-iridato inizierà quindi la gara di domani dalla 18a casella dello schieramento di partenza, a chiudere una sesta fila dove prenderanno posto anche il ceco Karel Abraham (Reale Avintia Racing Ducati) e a un altro "big" in grande difficoltà, lo spagnolo Jorge Lorenzo (Honda Repsol). In vista del GP d'Italia (clicca qui per orari e copertura TV), Valentino Rossi è comunque intenzionato a provare la rimonta:

"Domani proveremo a fare qualcosa di diverso con il set-up perché oggi, anche se siamo già migliorati molto in termini di passo rispetto a ieri, non siamo a un livello sufficiente."

"Nel Warm-Up di domani sarà molto interessante cercare di trovare qualcosa di meglio, dopo di che la gara sarà comunque molto dura, perché inizierò molto indietro e il mio passo non è certo fantastico. Dobbiamo rimanere concentrati, dare il massimo e provare a fare quanti più punti possibile."

  • shares
  • Mail