MotoGP: Aprilia a caccia di punti al Mugello

Andrea Iannone ed Aleix Espargarò in cerca di riscossa nel GP d'Italia: "Conosciamo i nostri limiti, ma abbiamo una gran voglia di crescere..."

Il GP d'Italia di questo weekend (clicca qui per orari e copertura televisiva) sarà la "gara di casa" anche per l'Aprilia Racing Team Gresini, squadra ufficiale del costruttore di Noale che ovviamente ci tiene molto a fare bella figura di fronte al pubblico sempre caldissimo del Mugello.

Solo poche settimane fa, lo stesso impianto toscano ha ospitato la kermesse dell'Aprilia All Stars, evento che ha visto radunarsi oltre 10.000 appassionati a testimoniare il proprio affetto per il marchio veneto, le sue "vecchie glorie" e i suoi attuali alfieri in MotoGP, Andrea Iannone ed Aleix Espargarò, a loro volta desiderosi di ricambiare tanto entusiasmo con i risultati.

La prima parte di stagione è stata fin qui piuttosto avara di soddisfazioni per i colori di Aprilia, che alla vigilia del round del Mugello giace all'ultimo posto nella classifica costruttori e il cui team factory è penultimo in quella riservata alle squadre, davanti solo al team Tech3 "satellite" di KTM.

Nelle speranze degli uomini di Noale, l'appuntamento con il GP d'Italia rappresenta quindi un'occasione ideale per invertire la tendenza e iniziare a risalire la china, sfruttando per questo scopo anche il lavoro fatto sul prototipo RS-GP del Test Team Aprilia e dal test-rider ufficiale Bradley Smith, in pista proprio al Mugello nei giorni scorsi.

Dopo l'opaco 12° posto nell'ultimo GP di Francia, lo spagnolo Aleix Espargarò punta a tornare quanto prima nella Top 10 della Premier Class, magari già questa domenica:

"Questa è una gara importante per Aprilia: si corre in Italia e su un circuito veramente splendido. Mi aspetto grande supporto da parte dei tifosi, avremo bisogno anche del loro contributo perché il livello di questa stagione, come abbiamo visto, è incredibilmente alto."

"Tutti i team migliorano molto velocemente e anche Aprilia sta lavorando tanto: in ottica gara, dobbiamo restare concentrati per migliorare ulteriormente rispetto a Le Mans, dove un problema di grip mi ha rallentato non poco durante la corsa".

Andrea Iannone, invece, è uscito di scena dal round di Le Mans dopo soli 9 giri, messo KO dal dolore alla caviglia figlio dell'incidente di Jerez (che già lo aveva costretto a saltare il GP di Spagna).

Per il 29enne pilota di Vasto, il maggiore interrogativo riguarda quindi la forma fisica, sulla quale ha lavorato molto dopo il GP di Francia con il chiaro obiettivo di affrontare la gara di casa nelle migliori condizioni possibili. A poche ore dalla prime libere, Iannone ha ribadito che stringerà i denti per non deludere i suoi sostenitori:

"Il Mugello è una pista che mi ha sempre regalato grandi emozioni, sia perché è la prima tappa italiana della MotoGP sia per i bei risultati che ho ottenuto su questo asfalto. L'obiettivo quindi è affrontarla al meglio: conosciamo i nostri limiti, ma abbiamo anche una gran voglia di crescere e ottenere risultati importanti".

  • shares
  • Mail