Triumph si dà all'elettrico: avviata una partnership per la realizzazione di moto a zero emissioni

Project Triumph TE-1 è un progetto biennale e coinvolge tanti attori, tutti accomunati dallo stesso obiettivo: realizzare tecnologie dedicate alle moto a trazione elettrica

Triumph sta lavorando alla realizzazione di moto elettriche. La conferma arriva dallo stesso brand inglese, che nelle ultime ore ha annunciato una nuova collaborazione con alcuni esperti del settore industriale del Regno Unito finalizzata alla realizzazione di tecnologie dedicate alle moto a trazione elettrica e soluzioni integrate innovative.

Tale iniziativa è sostenuta e co-finanziata dal dipartimento del Regno Unito per il Business, l'Energia e la Strategia Industriale (BEIS) e dall'ufficio per i veicoli a emissioni ridotte (OLEV), attraverso l’Innovate UK. Si chiama Project Triumph TE-1 ed è un progetto biennale che vede la partecipazione di Williams Advanced Engineering, Integral Powertrain Ltd, e WMG dell'Università di Warwick.

"Questa nuova collaborazione rappresenta per Triumph e per i suoi partner una grande opportunità di guadagnare la leadership in una tecnologia, che renderà possibile l'elettrificazione delle moto, un passaggio reso necessario dalla richiesta dei clienti di ridurre l'impatto della mobilità sull'ambiente, combinato con il desiderio di ridurre i costi di trasporto, senza dimenticare I cambiamenti legislativi in atto" – ha dichiarato Nick Bloor – CEO Triumph – "Project Triumph TE-1 è una parte della nostra strategia per lo sviluppo di motociclette elettriche, focalizzata su ciò che il nostro cliente desidera e si aspetta da Triumph, che è il perfetto equilibrio tra maneggevolezza, prestazioni e fruibilità".

Saranno quattro le fasi di Project Triumph TE-1. Sviluppando i singoli componenti delle trasmissioni elettriche sulla base delle competenze del settore automotive e ottimizzandoli in innovative unità combinate, il progetto mira a realizzare motociclette elettriche di alto livello tecnologico, che allo stesso tempo siano più leggere, meno complesse e più razionali nella loro configurazione tecnica.

Dal canto suo Triumph Motorcycles collaborerà con le realtà partner per accelerare l'integrazione delle competenze nell'assemblaggio e nella sicurezza delle batterie, il dimensionamento e la costruzione ottimali dei motori elettrici, l'integrazione dei sistemi di frenatura, compresa la frenata rigenerativa, e lo sviluppo di sistemi di sicurezza avanzati. L'innovazione e le conoscenze sviluppate in queste aree entreranno a far parte della futura strategia motociclistica Triumph nel settore dei veicoli a zero emissioni.

  • shares
  • Mail