Niente Gara-2 a Imola, Bautista: "Troppo rischioso"

Lo spagnolo della Ducati appoggia la cancellazione di Gara-2 della SBK a Imola: "Sicurezza prima di tutto." Concorda Davies: "Decisione giusta"

Per usare un eufemismo, la cancellazione di Gara-2 del Mondiale Superbike a Imola ha certamente lasciato l'amaro in bocca ai numerosi appassionati italiani presenti all'Autodromo Internazionale Enzo & Dino Ferrari, ma la maggior parte dei piloti è sembrata apertamente a favore della decisione, dettata da motivi di sicurezza per via delle proibitive condizioni meteo.

I piloti ufficiali del team Aruba.it Ducati, il capo-classifica Alvaro Bautista e Chaz Davies, appartengono alla fazione che si è espressa contro lo svolgimento della corsa, decisione presa con rammarico ma da entrambi motivata con evidente cognizione di causa.

Lo spagnolo Alvaro Bautista è apparso da subito tra i piloti più risoluti nel chiedere la cancellazione della corsa, esprimendo perplessità sulle condizioni di sicurezza del circuito anche in condizioni di asciutto:

"Purtroppo il meteo ha compromesso Gara-2, ma pioveva davvero tanto! Le condizioni del tracciato erano pericolose, con molta acqua in alcuni tratti e dei rigagnoli che attraversavano la pista. Era troppo rischioso per i piloti ed è stata giusta la decisione di annullare la gara."

"Ci dispiace veramente perché sappiamo che qui ci sono molti sostenitori della Superbike, ma la sicurezza dei piloti viene prima di tutto. Avere il supporto di tutti i Ducatisti è incredibile: anche se qui non ho vinto, è stato uno dei migliori weekend in tutta la mia carriera perché ho davvero sentito il loro sostegno. Per questo sono un po’ deluso: mi dispiace per loro, ma penso che capiranno la situazione."

Chaz Davies era certamente uno dei piloti più attesi in Gara-2. Dopo aver centrato la Superpole ed essere uscito di scena in Gara-1 per un inconveniente tecnico, il gallese aveva centrato un convincente 2° posto nella Superpole-Race per proporsi come il più quotato antagonista di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) nella corsa conclusiva del weekend, Purtroppo per lui, però, l'intensa pioggia pomeridiana ha poi rovinato i suoi piani di riscossa.

Il britannico della Ducati, ad ogni modo, ha decisamente "sposato" la decisione finale della Direzione Gara:

"È un vero peccato non aver potuto correre qui a Imola, ma purtroppo sul bagnato questo tracciato ha una serie di limitazioni. Con i suoi vari sali-scendi, Imola non è una pista normale: in alcuni punti si formano delle vere e proprie pozze d’acqua che non sono facili da gestire, soprattutto con la moto piegata. Ma ci sono anche altre criticità che hanno portato alla cancellazione della gara di oggi."

"È stata la decisione giusta. Ovviamente mi dispiace molto per il pubblico, che è rimasto tutto il pomeriggio sotto la pioggia in attesa di vederci correre. La cosa positiva è che siamo riusciti a disputare la gara-sprint, e visto il risultato mi sarebbe davvero piaciuto poter disputare l'intera Gara-2 per vedere come sarebbero andate le cose."

"Dopo un difficile inizio di stagione, adesso inizio a vedere un po' di luce alla fine del tunnel: il mio feeling con la Ducati Panigale V4 R è in netto miglioramento. Lascio Imola con la consapevolezza di aver fatto notevoli progressi in vista delle prossime gare."

Al termine del weekend imolese, Bautista rimane saldamente al comando della classifica piloti con 263 punti, a + 43 su Johnny Rea, mentre Davies è 6° assoluto con 85 punti. Il prossimo appuntamento del Mondiale Superbike avrà luogo tra quattro settimane, nel weekend del 7-9 Giugno, a Jerez de la Frontera, nella ridente Andalusia.

  • shares
  • Mail