Austin, Marquez: "Ho fatto un grosso errore"

Una sciagurata caduta al 9° giro interrompe l'imbattibilità del fuoriclasse spagnolo della Honda al COTA: "Torneremo più forti a Jerez!"

Alla luce dell'ennesima pole position conquistata nelle qualifiche del sabato e da un record personale di 6 vittorie consecutive al Circuit Of The Americas, il Campione del Mondo della MotoGP Marc Marquez (Honda Repsol) partiva inevitabilmete con tutti i favori del pronostico nel GP delle Americhe di ieri, ma una inopinata caduta al 9° giro, quando era saldamente al comando della corsa, ha costretto il fuoriclasse della Honda ad un inaspettato ritiro che, alla fine, gli è costata la leadership del Mondiale MotoGP.

Tutto stava andando "secondo copione" per l'asso catalano, scattato bene al via e poi in grado di aprire un importante gap su tutti gli inseguitori, ma un grossolano errore di approccio alla curva-9, con conseguente perdita dell'anteriore della sua Honda RC213V, vedeva lo spagnolo arrendersi a metà gara dopo una serie di infruttuosi tentativi di riprendere la via della pista.

Commentando "a caldo" l'accaduto, Marquez si è ovviamente rammaricato per aver interrotto la sua invidiabile "striscia positiva" di vittorie ad Austin:

"Abbiamo avuto sei meravigliosi anni qui, ma oggi ho fatto davvero un grosso errore. Quando sono rientrato nel mio box ho chiesto scusa alla squadra e ora vorrei chiedere scusa anche ai nostri fans in quanto, come ho detto, è stato un mio errore.

"Commettere un errore mentre si lotta per la vittoria ha un peso diverso rispetto a quando lo si fa mentre si lotta per il 5° posto, ma questo è il livello."

Per effetto dei risultati di oggi, Marquez scende al 4° posto in classifica a 9 lunghezze dal nuovo leader Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati) oltre che allo storico rivale Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha) e al trionfatore di ieri Alex Rins (Ecstar Suzuki).

Nulla di compromesso quindi per il portacolori di HRC, che promette pronto riscatto a partire già dal prossimo round nella 'sua' Jerez de La Frontera, il primo su suolo europeo della MotoGP 2019:

"Ad ogni modo, siamo a soli nove punti di distanza dalla vetta della classifica. È vero, oggi abbiamo commesso un errore, ma siamo umani e questo genere di cose può succedere. Dobbiamo solo trarre una lezione da quanto successo oggi, capire gli errori per tornare ancora più forti a Jerez".

  • shares
  • Mail